Alex Majoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alex Majoli (Ravenna, 1971) è un fotografo italiano.

Pluripremiato a livello internazionale, è noto per i suoi reportage realizzati nelle aree di conflitto. Dal 2001 è membro effettivo della agenzia internazionale fotografica Magnum Photos e dal 2011 ne è diventato presidente.[1][2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Ravenna nel 1971. Frequenta il locale Istituto d'Arte, dove si diploma nel 1991.

Successivamente si trasferisce a Milano dove inizia l'attività di fotogiornalista. Per l'agenzia di Grazia Neri (1989[1]) è inviato in Jugoslavia per documentare il conflitto in corso, che si concluderà con la dissoluzione dello Stato. Si reca anche in Kosovo e in Albania, ex dittatura dove è in corso un processo incruento di ripristino delle libertà democratiche.

Nel 1994 realizza l'opera che lo rende noto: un reportage sull'ospedale psichiatrico dell'isola di Lero, in Grecia. Da questo lavoro nasce il suo primo libro, Leros.

Nel 1996 comincia a lavorare per la prestigiosa agenzia Magnum.

Nel 2001 diventa membro effettivo della Magnum: è il secondo italiano a riuscirci.

Successivamente realizza reportage in Afghanistan (dove fotografa anche i talebani), Iraq, Ruanda e Lettonia, lavorando anche su cortometraggi e documentari.

Nel 2011 viene eletto presidente dell'agenzia Magnum.

Vive e lavora a New York.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Alex Majoli, Leros, 68 immagini, a cura di Laura Facchi, Londra, Trolleybooks, 2002, ISBN 978-0-9542079-2-2.
  • One vote (18 immagini, Parigi, 2004)
  • Alex Majoli, Libera me, 14 immagini, Londra, Trolleybooks, 2011, ISBN 978-1-9071122-2-5.
  • Requiem in Samba
  • Hotel Marinum

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2002-2004 – Diverse citazioni al Premio internazionale Foto dell'anno (Picture of the Year)
  • 2004 - Feature Photography Award, indetto dall'Overseas Press Club
  • 2004 – Fotogiornalista dell'anno, concorso "Best of Journalism", indetto dalla National Press Photographers Association
  • 2003 - Infinity Award, nella categoria Fotogiornalismo.
  • 2012 - World Press Photo, nella categoria General News

Mostre personali[modifica | modifica wikitesto]

  • 2006, Leros Palazzo Magnani, Reggio Emilia
  • 2006, Mi manchi Magazzino dello zolfo, Ravenna
  • 2004, Leros, VeryTrolley Gallery, Londra
  • 2000, Leros, Ospedale Psichiatrico Paolo Pini, Milano
  • 1999, Leros, Galleria Immagina, Venezia
  • 1999, Massacre, Radiosity Gallery, Milano
  • 1998, Bambini, Palazzo Reale, Genova
  • 1997, Slave, Casa do Olodum, Salvador de Bahia (Brasile)
  • 1988, Pensiamoci stanotte, La Galleria, Ravenna

Installazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Off Broadway[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Camilla Invernizzi, Cartoline da Milano- Alex Majoli - Zona 5 e zona 6, in Corriere della Sera (inserto), 2013, p. 2-7.
  2. ^ La Magnum degli italiani, smargiassi-michele.blogautore.repubblica.it. URL consultato il 5 febbraio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN3548807 · LCCN: (ENno2003025027 · SBN: IT\ICCU\BVEV\089309 · ISNI: (EN0000 0000 7848 7892 · BNF: (FRcb15594091p (data) · ULAN: (EN500343581