Alex Hunter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alex Hunter
Alex Hunter (Fifa 19).jpg
Alex Hunter in FIFA 19 con la maglia del Real Madrid
UniversoFIFA
Lingua orig.Inglese
AutoreEA Canada
1ª app. inFIFA 17
Ultima app. inFIFA 19
Interpretato daAdetomiwa Edun (FIFA)
SpecieUmana
SessoMaschio
EtniaMultirazziale
Luogo di nascitaClapham, Londra, Inghilterra
Data di nascita5 Gennaio 1998
ProfessioneCalciatore
AffiliazioneInghilterra Premier League
L.A. Galaxy
Paris Saint-Germain
Atlético Madrid
Bayern Monaco
Real Madrid

Alex Hunter è un personaggio dell'universo di FIFA creato dall'associazione canadese EA Sports. È il protagonista della serie The Journey introdotta in FIFA 17.[1] È interpretato dall'attore nigeriano Adetomiwa Edun, che ha fornito la voce e il motion capture per il personaggio.[2][3]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alex Hunter è nato a Clapham in Inghilterra da Catherine Hunter e Harold Hunter. Alex ha iniziato a giocare a calcio a Clapham Common con il suo migliore amico Gareth Walker.[4][5] Suo nonno, Jim Hunter, era un ex giocatore che segnò 22 gol nella stagione 1968-69.[6] Il padre di Alex, Harold, era stato anch'egli un calciatore in gioventù, ma la sua carriera fu interrotta a causa di un infortunio.[7] Alex inoltre ha una sorellastra, Kim Hunter, figlia di suo padre.

FIFA 17[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: FIFA 17.

Il primo capitolo della serie presenta la storia di Alex Hunter, un giovane ragazzo londinese con una passione per il calcio ereditata dal nonno (Jim Hunter) e dal padre (Harold Hunter), entrambi ex-giocatori. Nonostante questo il padre è molto distante e pronto a criticarlo sempre, per poi allontanarsi dopo il divorzio dalla madre. Alex però continuerà, per poi diventare un vero e proprio calciatore. Farà un provino e potrà diventare calciatore professionista. Inizialmente Alex firmerà per una delle venti squadre partecipanti alla Premier League, ma la sua esperienza in esse durerà poco, poiché verrà mandato in prestito in Championship dove giocherà al Newcastle Utd, all'Aston Villa o al Norwich City. Successivamente a metà stagione Alex verrà richiamato dal prestito e bisognerà guidarlo affinché possa vincere il campionato[8]

FIFA 18[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: FIFA 18.

Nel secondo capitolo della serie inizialmente so vedono Alex e il suo amico Danny Williams, nel loro ultimo giorno di vacanza in Brasile, dove vengono avvicinati da alcuni ragazzini che li sfidano a una partita di calcio. Dopo essere tornato a casa in Inghilterra, Alex e il suo team vengono informati di un torneo pre-campionato negli Stati Uniti, prima del quale Alex viene invitato a un'intervista con Rio Ferdinand. Nel torneo pre-campionato a Los Angeles, la squadra di Alex affronta il Real Madrid nella quale indipendentemente dal risultato, Alex scambia la maglia con Cristiano Ronaldo, che gli suggerisce andare a giocare con lui al Real. Successivamente la squadra si scontra contro i padroni di casa del L.A. Galaxy, dove Hunter incontra Gyasi Zardes nel tunnel prima dell'inizio della partita. Alex incontra anche suo padre durante il pre-campionato e accetta malvolentieri un invito a cenare con lui. Dopo il tour, Alex Hunter ei suoi compagni di squadra si recano a Chicago, dove partecipano al MLS All-Star Game.

Dopo la prima partita della nuova stagione della Premier League, Alex viene informato dal suo agente che il Real Madrid è interssato a lui. Nonostante sia una mossa rischiosa Alex, decide di seguire i suoi sogni e presenta una richiesta di trasferimento. Questo fa sì che sia i compagni di squadra di Alex sia i fan perdano fiducia nel suo impegno nei confronti della squadra, fino al punto che i fan lo fischiano quando viene sottotitolato durante le partite. Sfortunatamente, solo un giorno prima che la finestra di trasferimento si chiuda, Michael, l'agente, rivela di aver scoperto che l'accordo con il Real Madrid era una truffa, e che non erano mai stati interessati a lui. Mentre il dirigente del club apprezza che né Michael né Alex abbiano avuto motivo di ritenere che l'accordo fosse falso, non contravviene al fatto che Alex abbia inoltrato una richiesta di trasferimento, il che significa che voleva andarsene. Successivamente, Alex viene emarginato dalla squadra maggiore e viene inserito nella squadra giovanile.

A poche ore dalla fine della finestra di mercato], Alex riceve una chiamata da suo padre, che lavora per il L.A. Galaxy, dicendogli che la dirigenza gli voleva offrire un contratto per giocare a Los Angeles, a causa di alcuni infortuni subiti dagli attaccanti. Senza altra opzione, oltre all'allenamento con la squadra giovanile, Alex accetta l'accordo, aiutando la squadra a raggiungere i play-off. Poco dopo il suo arrivo negli Stati Uniti, una ragazza lo riconosce negli spogliatoi. Mentre mangia fuori con suo padre, Alex scopre che lei è Kim Hunter - la sua sorellastra. Meno che colpito dal fatto che suo padre non gli abbia raccontato di Kim, Alex si scatena, ma in seguito viene a sostenere Kim durante il suo debutto internazionale nella nazionale femmimile statunitense contro la Germania.

Durante le vancanze di Natale dopo essersi ricongiunto con Danny, che si era trasferito nell'ex club di Alex quando è partito, Alex scopre che Atlético Madrid, Paris Saint-Germain e Bayern Monaco sono interessati ad acquistarlo. Alex firma per una di queste squadre e quando arriva incontra Dino, che fu il manager dell'ex club in cui Alex era andaro in prestito nel primo capitolo della serie. Dino accoppia Alex con Thomas Müller, Antoine Griezmann o Dele Alli. Ciò dura solo tre partite, poiché Alex subisce un infortunio al ginocchio che lo mette in disparte dal campo per gran parte della stagione.

Dopo essersi ripreso dal suo infortunio in riabilitazione, Alex incontra Kim prima di tornare nella sua squadra europea, dove scopre che il lavoro di Dino è a rischio, e potrebbe essere licenziato se il club non vince una competizione entro la fine della stagione. Perciò il giocatore guiderà Hunter a vincere il campionato o la coppa, cosicché Dino mantenga il suo posto di lavoro. In caso contrario, Dino sarà effettivamente licenziato e Alex lo aiuterà a pulire la sua scrivania.

FIFA 19[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: FIFA 19.

Nel terzo capitolo della serie, Alex riesce a coronare il suo sogno: giocare nel Real Madrid. Con la quale proverà a vincere la Champions League come obiettivo principale.[9] Durante la stagione però Alex, dopo aver ottenuto la fama internazionale, si ritrova circondato da un entourage che cura la sua immagine, cominciando però a trascurare chi gli sta intorno.[10] Parallelamente si svolgono le vicende sportive e quotidiane della sorella di Hunter, Kim, che convocata con la nazionale di calcio degli Stati Uniti dovrà cercare di conquistare la Coppa del Mondo 2019, in bilico tra la professionalità del suo ruolo e le difficoltà adolescenziali. Sarà la figura della Morgan, calciatrice ormai di fama internazionale, a seguirla nel suo percorso come amica e mentore, mentre il fratello Hunter, indaffarato nella sua vita da star, le darà non poche preoccupazioni. Anche l'amico di vecchia data Danny Williams cercherà di vincere l'importantissima Champions League con il suo club inglese, mentre nella sua vita si avvicenderanno approfittatori pronti a ingannarlo per fare soldi e il fratello Terry, che alimenterà la loro rivalità famigliare, sul campo e fuori.

FIFA 20:Volta[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: FIFA 20.

In FIFA 20, Hunter seppur non essendo protagonista appare nella modalità Volta in un cameo durante il Pro-Street Invitational a New York.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) FIFA 17's New Story Mode Won't Be in Xbox 360, PS3 Versions, su gamespot.com.
  2. ^ (EN) FIFA 18: Meet The Journey’s Real Life Alex Hunter, su heavy.com.
  3. ^ (EN) Viewers can't believe the guy who plays Alex Hunter in Fifa's The Journey is the baddie in Doctor Who, su irishexaminer.com, 17 giugno 2016.
  4. ^ (EN) Loveridge, FIFA 17 is getting a story mode and here's why, su digitalspy.com, 17 giugno 2016.
  5. ^ (EN) Experience life the Premier League, su easports.com, 13 giugno 2016.
  6. ^ (EN) Who is Alex Hunter?, su easports.com, 17 giugno 2016.
  7. ^ (EN) Alex Hunter’s journey, su ext-gaming.com, 17 giugno 2016.
  8. ^ Francesco Fossetti, FIFA 17: IL VIAGGIO, ALLA SCOPERTA DELLA NUOVA MODALITÀ, su everyeye.it, 29 settembre 2016. URL consultato il 29 giugno 2019.
  9. ^ Gianluca Musso, FIFA 19: Alex Hunter approda al Real Madrid nel primo trailer della modalità Il Viaggio, su eurogamer.it, 6 agosto 2018. URL consultato il 29 giugno 2019.
  10. ^ Giuseppe Arace, FIFA 19: IL CALCIO COME UN FILM, L'ULTIMO VIAGGIO DI ALEX HUNTER, su everyeye.it, 7 ottobre 2018. URL consultato il 29 giugno 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]