Alessio III di Trebisonda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alessio III rappresentato insieme alla moglie Teodora, in una crisobolla del monastero di Dionisio

Alessio III Comneno, originariamente Giovanni Comneno (greco: Αλέξιος Γ΄ Μέγας Κομνηνός, Alexios III Megas Komnēnos; Costantinopoli, 5 ottobre 1338Trebisonda, 20 marzo 1390), fu imperatore di Trebisonda dal dicembre 1349 fino al 1390.

Era figlio dell'imperatore Basilio di Trebisonda († 6 aprile 1340), imperatore dal 1332 al 1340, e della di lui amante (e forse seconda moglie) Irene di Trebisonda.[1] Il nome originario di Alessio era Giovanni Comneno, ma quando fu posto in trono prese il nome di Alessio III.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Quando Basilio di Trebisonda morì, il 6 aprile 1340, la sua prima moglie Irene Paleologa di Trebisonda gli succedette e inviò tutti i figli che il defunto marito aveva avuto dall'amante Irene di Trebisonda, insieme alla loro madre, a Costantinopoli, alla qual corte Alessio (che allora si chiamava Giovanni) fu cresciuto. Quando quest'ultimo raggiunse l'età di undici anni (1349), l'imperatore Giovanni VI Cantacuzeno lo inviò a Trebisonda affinché sostituisse il prozio deposto Michele di Trebisonda (1285 – dopo il 1355).[2]

Giovanni / Alessio giunse a Trebisonda il 22 dicembre 1349 ed i nobili che, capeggiati dal duca Niketas, avevano deposto Michele Comneno, non ebbero nulla a ridire, per cui Giovanni fu incoronato imperatore in Trebisonda il 21 dicembre 1349 assumendo il nome di Alessio III. Il deposto Michele fu sistemato in un monastero ove morirà poco più di sei anni dopo.

Il regno più lungo[modifica | modifica wikitesto]

Alessio III Comneno che dona una chiesa.

Alessio III fu imperatore dal dicembre 1349 fino alla morte. Fu il governo più lungo dell'impero di Trebisonda, essendo durato ben 41 anni, durante i quali la capitale divenne uno dei maggiori centri commerciali e culturali al mondo.

Alessio III morì nel 1390 e gli succedette il figlio Manuele III di Trebisonda.

Matrimonio e discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Alessio sposò nel 1351 Teodora Cantacuzena, probabilmente figlia del sebastocratore Niceforo Cantacuzeno,[3] dalla quale ebbe:

Inoltre, da un'amante di cui non è noto il nome ebbe due figli illegittimi:

  • Andronico (1355-1376), che sposò Gulkhan-Eudokia, figlia di Davide IX, re della Georgia, ma che fu subito dopo assassinato e la vedova Gulkhan-Eudokia, sposò il di lui fratello Manuele III;
  • Giovanni.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Irene di Trebisonda non va confusa con Irene Paleologa di Trebisonda, figlia illegittima dell'imperatore bizantino Andronico III Paleologo (12971341), che fu la prima moglie (legittima) di Basilio
  2. ^ Michele fu deposto, dopo una serie di rovesci militari, da una congiura capeggiata dal duca Niketas
  3. ^ (EN) Profile of Theodora Kantakouzene in "Medieval Lands" by Charles Cawley

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • W. Miller, Trebizond: The Last Greek Empire of the Byzantine Era, Chicago, 1926.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN282593735 · ISNI (EN0000 0003 8925 7082 · WorldCat Identities (EN282593735