Alessio Bidoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alessio Bidoli (Milano, 1986) è un violinista italiano.

Alessio Bidoli con il suo Scarampella del 1902.jpg
Alessio Bidoli - Ritratto Mauro Balletti.jpg

Inizia lo studio del violino all’età di sette anni. Nel 2006 consegue il diploma con il massimo dei voti e lode presso il Conservatorio "G. Verdi" di Milano sotto la guida di Gigino Maestri. Successivamente si perfeziona alla "Haute Ecole de Musique" del Conservatorio di Losanna e al Mozarteum di Salisburgo con Pierre Amoyal, all'Accademia Musicale Chigiana di Siena con Salvatore Accardo e all’Accademia Pianistica Internazionale di Imola con Pavel Berman e Oleksandr Semchuk.

Nel 2003, all’età di diciassette anni, debutta come solista al Teatro Signorelli di Cortona. Nel 2005 è tra i vincitori alla Rassegna Nazionale d'Archi di Vittorio Veneto.

Nel 2007 ha collaborato con la Camerata di Losanna diretta da Pierre Amoyal in diverse città europee tra cui Martigny per la Fondazione "Pierre Gianadda", Milano per la "Società dei Concerti" e Marsiglia, in occasione del "Festival de Musique à Saint- Victor".

Come solista ha suonato tra l'altro in MITO Settembre Musica, "Società dei Concerti" di Milano (Sala Verdi), Festival della Cultura di Bergamo, Fondazione Musica Insieme di Bologna e Madesimo Music Festival (Sondrio) in collaborazione con Sony Classical Italia. Al Teatro di Chiasso è stato protagonista, insieme a Vittorio Sgarbi, del progetto teatrale "Il Fin la Maraviglia", un racconto per immagini e suoni sul barocco.

Nell'aprile del 2009 in seguito ad un'infezione virale viene affetto da tetraplegia[1][2] dovuta alla sindrome di Guillain-Barré dalla quale si riprende riuscendo, contrariamente alle previsioni mediche, a tornare a suonare il violino dopo due anni.

Ha registrato con la pianista Stefania Mormone per Amadeus con musiche di Saint-Saëns, Grieg e Wieniawski. In duo con Bruno Canino per Sony Classical: "Verdi Fantasias" con parafrasi di C. Sivori e A. Bazzini e "Italian Soul - Anima Italiana" con brani in gran parte inediti di Malipiero, Petrassi e Casella. Sempre con Canino per Warner Classics in aprile 2017 è uscito un CD con musiche di Stravinskij, Prokofiev, Ravel e Poulenc.

Si è esibito inoltre in diversi recital in Europa (Germania[3], Olanda, Lussemburgo), in Russia (San Pietroburgo) e Thailandia (Bangkok).

È docente di violino presso il Conservatorio "Niccolò Piccinni" di Bari.

Ha partecipato a diversi programmi a lui dedicati da diverse emittenti radiofoniche tra cui Radio France (France Musique), NDR Kultur, Radio Svizzera Italiana, RAI Radio 3, Radio Vaticana, Radio Classica e Radio Popolare.

Bidoli suona uno degli strumenti del nonno, Dante Regazzoni,[4] tra i migliori esponenti della liuteria lombarda del '900 il cui laboratorio è oggi diventato parte integrante del Museo della Liuteria (MUSA) all’Accademia di Santa Cecilia presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma e uno Stefano Scarampella del 1902.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 2017 - Alessio Bidoli (violino) e Bruno Canino (pianoforte) - Poulenc / Ravel / Stravinskij / Prokofiev, Warner Classics
  • 2016 - Alessio Bidoli (violino) e Bruno Canino (pianoforte) - "Italian Soul - Anima italiana", Sony Classical
  • 2013 - Alessio Bidoli (violino) e Bruno Canino (pianoforte) - ""Verdi Fantasias", Sony Classical

[5]Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]