Alena Preston

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alena Preston
UniversoCentoVetrine
1ª app. in20 aprile 2011
Puntata 2. 351
Ultima app. in11 luglio 2011
Puntata 2. 406
Dopo aver aggredito Carol e rischiato di far fallire il piano contro Adriano, Donatella Navarro la obbliga a lasciare Torino.
Interpretato daCinzia Molena
Sessofemminile
ProfessioneEx Cameriera in un Restort
Ex Truffatrice

Alena Preston è un personaggio della Soap Opera CentoVetrine, interpretato da Cinzia Molena. Personaggio ricorrente, nella trama per 55 puntate, dal 20 aprile all'11 luglio 2011.

Le vicende off - screen[modifica | modifica wikitesto]

Alena Preston nasce a New York da Charles Preston[1], allora ricchissimo uomo d'affari, e dalla sua prima moglie. La sua era una famiglia molto ricca, così i primi anni della sua infanzia furono felici e gioiosi.
Un giorno, suo padre, ormai ultraquarantenne, fece la conoscenza di una bellissima diciottenne svizzera, Carol Grimani, che all'epoca si chiamava Carol De Ascentis. La giovane riuscì a sedurlo, e il newyorkese se ne innamorò, e dopo poche settimane i due si sposarono.
Ancora Charles non lo sapeva, ma Carol Grimani era un personaggio privo di scrupoli: riuscì, infatti, ad appropriarsi di tutto il patrimonio del marito, di tutto quello che ne gli anni l'imprenditore aveva costruito, e, dopo essere riuscita nel suo scopo, divorziò dall'uomo, la cui causa fu seguita dall'allora giovane avvocato Edoardo Della Rocca. Con tutti quei soldi, Carol costruì tutta la sua fortuna, mentre Charles Preston fu umiliato e svergognato, per essersi fatto derubare da una ragazzina. Alla vergogna, alla solitudine, alla povertà, così Carol lo aveva condannato: lo aveva distrutto. L'uomo d'affari cadde in depressione, e non si riprese mai più. Iniziò così a fare uso di barbiturici, di sonniferi e di moltissimi psicofarmaci.
Per Alena iniziò un periodo buio e difficile: vide suo padre tramutarsi in un fantasma, solo, povero, depresso; e tutto finì nel modo peggiore: una notte, Charles, dopo anni di depressione, morì. I giornalisti scrissero che fu un incidente, e che l'imprenditore assunse per caso troppi sonniferi. Ma Alena sapeva come erano andate le cose: suo padre aveva l'intenzione di suicidarsi, perché troppo depresso, non riusciva ad accettare che fino alla fine dei suoi giorni si sarebbe sentito sempre più umiliato. E tutto per colpa di Carol. Da allora, iniziò a covare un odio profondo nei confronti della matrigna, ritenendola la rovina della sua famiglia, la persona che ha ucciso suo padre guastandogli la vita, colei che le ha distrutto il futuro.
Quindi, Alena, anch'essa umiliata e senza un dollaro in tasca, decise di reagire. Iniziò a lavorare come cameriera in un resort, sognando di vedere, un giorno, Carol, fare la stessa fine di suo padre: povera e sola.
Anni dopo, Carol era diventata la compagna di Adriano Riva, che presto, guarda caso, avrebbe ereditato 50 milioni di € dallo zio Robero Riva, imprenditore in fin di vita. Un giorno, giunge nel resort dove Alena lavora, proprio per incontrarla, Donatella Navarro, madre di Adriano. Donatella aveva abbandonato il figlio appena nato e, per impossessarsi dei suoi soldi, stava cercando di farlo interdire. Donatella e Alena si conoscono sul bordo della piscina del resort, quando Donatella propone alla cameriera un'alleanza: se l'aiuterà a far interdire suo figlio, la De Brandi le darà una parte dell'eredità e l'aiuterà a distruggere Carol, cercando di far fallire la società della Grimani rovinando il rapporto tra lei e il medico. La Preston accetta, così le due diventano complici.

Le vicende nella soap opera[modifica | modifica wikitesto]

Per portare a termine il loro piano, le due donne contattano Alessia Righi, sorellastra non consanguinea di Adriano e grande amore del dottore. Alessia, trasferitasi da qualche mese a Providence, in Nuova Zelanda, in attesa di un figlio, stava vivendo pesanti ristrettezze economiche. Si rendeva conto che in quella situazione finanziaria, non avrebbe potuto garantire un futuro al bambino. Per questo si allea con Donatella e Alena: se fingerà di essere morta, se darà loro il suo diario e gli racconterà la sua vita con Adriano, quando l'eredità passerà nelle mani di Donatella, la Righi ne riceverà una parte. Così Alessia accetta. La donna scrive una lettera ad Adriano che consegna al capitano della nave da crociera dove lavora, al quale raccomanda di consegnarla ad Adriano : nella lettera si evince che Alessia si era gettata in mare il 18 aprile perché non riusciva a vivere senza Adriano.

La falsa identità di Alena[modifica | modifica wikitesto]

Inoltre, Alena si procura una falsa identità: fingerà di essere Livia Frigerio, una ragazza che frequentava l'Università, e, per mantenersi, lavorava come cameriera a Berna. Il 4 aprile, mentre attraversava la strada, Livia sarebbe stata investita da un'auto e portata in un ospedale, per poi andare in coma, e curata dal medico Alexander Cof. In realtà, il medico, lavorava sia nell'ospedale di Berna, che alle "Molinette" di Torino, dove Adriano faceva il chirurgo, è stato corrotto da Donatella affinché scrivesse una falsa cartella clinica su Livia Frigerio, nella quale scriveva del coma e del risveglio, sottolineando tale finto evento sia avvenuto il 18 aprile, al quale ha fatto seguito la riabilitazione alla paziente nell'Ospedale di Torino, perché più idoneo a questo tipo di terapia ortopedica. Una volta che Alena sarà giunta a Torino, potrà così tentare di interdire Adriano.
Mentre Adriano si trova in Nuova Zelanda alla ricerca di Alessia Righi, Alena, sotto le spoglie di Livia, viene ricoverata alle "Molinette". Qui fa la conoscenza di Jacopo Castelli, volontario dell'Ospedale e socio di Adriano. All'uomo, Alena, sempre fingendosi Livia, racconta le false vicende della Frigerio: la vita a Berna, il fatto che non ha più nessun familiare, l'incidente, il coma, il risveglio in una clinica svizzera, il trasferimento a Torino per fare la rieducazione. In particolare, gli confida che non riesce più a dormire, e non per via dei dolori, ma degli incubi. Gli racconta che i suoi sogni sono confusi, e che, una volta svegliatasi, non ricorda nulla, solo un nome, un nome di una persona che non ha mai conosciuto, ma che le rimbomba nella testa: Adriano Riva ! Jacopo, che assolutamente non sospetta nulla della truffa, le dice che lui conosce molto bene Adriano, e che tornerà fra qualche giorno a Torino. Intanto Alena, anche se non dovrebbe, si innamora di Jacopo, col quale, nei giorni successivi, passa molto tempo.

La manipolazione[modifica | modifica wikitesto]

Quando Adriano torna a lavorare, Jacopo gli parla di Livia. Alena, sempre nei panni di Livia, in un primo incontro con Adriano, gli dice di non averlo mai conosciuto, ma poi, in un secondo colloquio, gli confida che le sembra di conoscerlo da una vita, che il suo viso e la sua voce le sembrano familiari, ma che non è lei, Livia, ad averlo conosciuto, ma un'altra persona che, sostiene la "Frigerio", dopo il suo risveglio è entrata nel suo corpo con i suoi pensieri e i suoi ricordi. Alena dimostrerà ad Adriano che questo "spirito" è quello di Alessia, quando, in momenti successivi, gli racconterà dei sogni, cioè, momenti della loro vita assieme. Per esempio, Livia avrebbe sognato lei ed Adriano mentre ballavano, e una donna suonava la tastiera, una donna che loro stavano ingannando; poi, si sarebbero baciati, anche se lei sapeva che non avrebbe dovuto, in quanto nel frattempo si erano lasciati, ma sapeva anche di non aver mai smesso di amarlo. Questo, però, è un episodio che hanno vissuto Adriano e Alessia, non Livia ! Cercherà di convincerlo anche in altri modi: gli dirà di ricordare che da ragazza nascondeva i biglietti che lui le scriveva per non farli trovare a Francesco, il padre di Adriano; quando verrà dimessa, si farà condurre nell'open space di Adriano, dimostrandogli di conoscerlo nei minimi particolari: ricorderà la posizione delle stanze, ricorderà che su un mobile c'era una foto di Adriano e Alessia in primo piano, ricorderà che sul quel letto Adriano e Alessia avevano fatto l'amore per l'ultima volta; fingerà di svenire e, dopo aver finto di essersi ripresa, gli racconterà che ha provato una sensazione di soffocamento, le è sembrato di annegare: esattamente il modo in cui, per Adriano, è morta Alessia; gli racconterà altri due suoi sogni, che riguardano la vita di Alessia: uno riguarda il tentato suicidio della donna, quando, in una vasca di bagno, cercò di tagliarsi i polsi, e l'altro il primo incontro tra i fratellastri - amanti, sogno che farà la notte dell'anniversario di quel giorno; fingerà di essere posseduta dallo spirito di Alessia quando gli parlerà e lo bacerà convinta di essere la Righi. Se Adriano, all'inizio, cercherà di trovare una spiegazione razionale a quello che credeva che stava succedendo, col tempo si convincerà che Alessia è dentro Livia, e che sta cercando di dirgli qualcosa, e cioè che vuole sentirsi amata e non dimenticata.

Alena si innamora di Jacopo[modifica | modifica wikitesto]

Intanto, Alena, seriamente innamorata di Jacopo, continuerà a frequentarlo, tanto che annullerà un appuntamento con Adriano per stare con lui. Contraria a questa relazione è Donatella, che, dopo l'episodio appena citato ordinerà ad Alena di troncare i rapporti con Jacopo. La Preston chiederà a Jacopo di non vedersi più, dicendogli che non poteva funzionare fra di loro, anche se Jacopo sentiva che la donna lo desiderava. Per questo si insospettirà e comincerà a fare delle indagini; noterà Donatella e Livia parlare nella hall del Centro Commerciale "CentoVetrine"[2]; poi, sedurrà Alena, che lui pensa sia Livia, e, mentre la Preston dorme, troverà, nella borsa della donna, la foto di un uomo, che il suo investigatore riconoscerà essere Charles Preston, ex marito di Carol Grimani. Jacopo, quindi, riunirà a casa sua sia Donatella che Alena per delle spiegazioni. Le donne confesseranno solo una parte del piano: solo Alena svela la sua identità, e gli dirà di essere a Torino per portare via Adriano da Carol, vendicandosi della donna. Donatella non dirà di essere la madre di Adriano, ma di aver conosciuto Alena e di essere entrata nella società di Jacopo e Carol per sabotarla. Donatella fa presente a Jacopo che lui, all'interno della Medery conta pochissimo, e che, se si alleerà con loro, in cambio del suo silenzio non faranno fallire la società ma ne escluderanno Carol. Jacopo accetta.

Il piano fallisce[modifica | modifica wikitesto]

Ma con questo Carol non diventerà tanto povera quanto lo diventò Charles, e, al pensiero di rinunciare a vedere la sua matrigna ancora una milionaria, Alena ha un momento di blackout: si ubriaca al bar del Centro Commerciale, e, quando vede passare Carol, l'aggredisce. A questo punto, perde tutta la fiducia di Adriano, e per poco non fa fallire tutti i piani. Per paura che Carol potesse denunciarla, Donatella manda via Alena da Torino. La donna deve rinunciare a vedere Carol rovinata: l'unica cosa che può avere è la parte di denaro promessa dalla De Brandi. Ma alla Preston non interessano i soldi: il suo desiderio di vendicare il padre sapendo la matrigna povera e sola è fallito. Così, prima di partire, per vendicarsi di Donatella, fa una telefonata a Jacopo, al quale ha lasciato le chiavi della casa di Donatella. Gli raccomanda di andarci, di spostare la libreria, e di osservare una bacheca piena di foto del figlio di Donatella, Adriano. Così facendo si è giocata i milioni di euro che le spettavano, ma non le importa: non aveva fatto tutto quello per soldi, e se ne va all'estero.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Charles Edward Preston non è mai apparso in video. È stato nominato, per la prima volta, durante la puntata 1403, del febbraio 2007, quando, dopo aver fatto delle ricerche, Stefano Della Rocca ha scoperto che suo padre e Carol Grimani si conobbero più di vent'anni prima quando Edoardo fece da mediatore fra Carl Grimani e il suo primo marito, ovvero Charles Edward Preston. L'argomento viene approfondito durante il soggiorno a Torino di Alena, quando la ragazza racconta gli episodi accaduti, in particolare nella puntata 2385 del 10 giugno, e quando Jacopo Castelli interroga il suo investigatore, il quale ha fatto delle ricerche sull'uomo, nella puntata 2399 del 30 giugno. Nella puntata 2396 del 27 giugno e in quella del 30 giugno vengono mostrate delle foto dell'uomo.
  2. ^ Puntata del 27/06/2011

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione