Aleksandra Kostenjuk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La G.M. di scacchi Aleksandra Kostenjuk

Aleksandra Konstantinovna Kostenjuk (in russo: Александра Константиновна Костенюк?; Perm', 23 aprile 1984) è una scacchista russa, Grande Maestro e campionessa del mondo tra il 2008 e il 2010.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giovanli e Juniores[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Perm', ma già a un anno e mezzo si trasferisce con i genitori a Mosca. A cinque anni il padre, un maggiore dell'esercito, le insegna a giocare a scacchi. In breve la ragazzina mostra il suo talento che le fa vincere a soli sette anni il titolo di campionessa femminile under 10. Nel dicembre del 2001, stava per diventare a soli 17 anni la più giovane campionessa femminile degli scacchi; in finale è uscita, però, sconfitta di misura dalla venticinquenne cinese Zhu Chen. Nel 2004 è diventata campionessa europea a Dresda. Nello stesso anno ha conseguito il titolo di Grande Maestro assoluto, diventando la decima giocatrice della storia ad aver raggiunto questo titolo.

Risultati individuali[modifica | modifica wikitesto]

Ha vinto per due volte (2005 e 2016) il Campionato russo femminile di scacchi.

Il 17 settembre 2008 è diventata campionessa del mondo, dopo aver battuto in finale il talento cinese Hou Yifan 2,5-1,5. Ha perso il titolo a fine 2010, sconfitta ai quarti di finale dalla cinese Ruan Lufei.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha vinto la medaglia d'Oro a squadre femminile con la Russia alle Olimpiadi degli scacchi di Chanty-Mansijsk 2010, Olimpiadi degli scacchi di Istanbul 2012 e Olimpiadi degli scacchi di Tromsø 2014, la medaglia d'argento a squadre alle Olimpiadi degli scacchi di Bled 2002 e alle Olimpiadi degli scacchi di Torino 2006, la medaglia di bronzo a squadre alle Olimpiadi degli scacchi di Calvia 2004, la medaglia di bronzo individuale in quarta scacchiera alle Olimpiadi degli scacchi di Istanbul 2012 e d'oro in terza scacchiera alle Olimpiadi degli scacchi di Tromsø 2014. È stata la madrina nelle Olimpiadi degli scacchi di Torino 2006.

Nel novembre 2015 a Reykjavík vince con la Russia, il Campionato Europeo Femminile 2015 a squadre per nazioni. [1]

Nel giugno 2017 a Chanty-Mansijsk vince con la Russia, il Campionato Mondiale Femminile 2017 a squadre per nazioni . [2]

Nel novembre 2017 ha vinto a Creta con la Russia il Campionato Europeo Femminile 2017 a squadre per nazioni [3]

Ha raggiunto il rating FIDE più alto nell'aprile 2016, con 2557 punti Elo, numero 5 al mondo e 1 tra le giocatrici russe.[4]

Scacchi 960[modifica | modifica wikitesto]

Aleksandra Kostenjuk è stata anche campionessa del mondo femminile di Chess960, varietà degli scacchi nota più comunemente col nome di Fischer Random. Ha difeso vittoriosamente il titolo (che aveva ottenuto nel 2006 a Magonza battendo nella finale Elizabeth Pähtz) a Magonza il 18 agosto 2008, superando nella finale Katerina Lahno.[5]

Incarichi all'interno della FIDE[modifica | modifica wikitesto]

A gennaio 2018 è membro della Commissione per gl scacchi femminili della FIDE.[6]

Attrice[modifica | modifica wikitesto]

La Kostenjuk si è fatta notare anche per la sua avvenenza fisica che l'ha portata ad essere definita la Kurnikova degli scacchi: oltre all'attività scacchistica ha recitato in qualche film in Russia ed ha posato per alcuni servizi fotografici.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Campionesse mondiali di scacchi
Vera Menchik (1927-1944) · Ljudmila Rudenko (1950-1953) · Elisaveta Bykova (1953-1956, 1958-1962) · Ol'ga Rubcova (1956-1958) · Nona Gaprindašvili (1962-1978) · Majja Čiburdanidze (1978-1991) · Xie Jun (1991-1996, 1999-2001) · Zsuzsa Polgár (1996-1999) · Zhu Chen (2001-2004) · Antoaneta Stefanova (2004-2006) · Xu Yuhua (2006-2008) · Aleksandra Kostenjuk (2008-2010) · Hou Yifan (2010-2012, 2013-2015, 2016) · Anna Ušenina (2012-2013) · Marija Muzyčuk (2015-2016) · Tan Zhongyi (2017)· Ju Wenjun (2018)
Controllo di autoritàVIAF (EN242158264 · ISNI (EN0000 0003 8585 4760 · LCCN (ENno2011103214