Aleksandr D'jačenko

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo canoista russo, vedi Aleksandr D'jačenko (canoista).
Aleksandr D'jačenko
Alexandr Dyachenko - Tour de Romandie 2010, Stage 3.jpg
D'jačenko al Tour de Romandie 2010
Nazionalità Kazakistan Kazakistan
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Ritirato 2015
Carriera
Squadre di club
2004-2007 Capec
2008 Ulan
2009-2015 Astana
Nazionale
2008-2014 Kazakistan Kazakistan
Statistiche aggiornate al febbraio 2017

Aleksandr D'jačenko (in russo: Александр Дьяченко?, tr. angl. Aleksandr Dyachenko; Kazakistan, 17 ottobre 1983) è un ex ciclista su strada kazako, professionista dal 2004 al 2015, due volte campione nazionale.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Passato professionista nel 2004 con la Capec, squadra kazaka classificata nella categoria Groupes Sportif III e successivamente come Continental Team, vi rimase fino al termine della stagione 2007, stagione in cui la squadra corse tra i dilettanti. Riuscì tuttavia ad aggiudicarsi il titolo nazionale a cronometro e una tappa al Tour de Bulgarie. L'anno seguente passò in un'altra squadra continental kazaka, la Ulan. Terminò al quinto posto nella prova a cronometro dei campionati nazionali e al decimo in quella in linea e fu poi secondo al Trofeo Città di Castelfidardo. In settembre fu convocato nella selezione kazaka Elite per partecipare ai campionati del mondo di Varese, dove tuttavia non terminò la prova in linea.

Passò dunque nella stagione successiva all'Astana, squadra ProTeam kazaka, con la quale ebbe la possibilità di debuttare nelle principali gare mondiali inserite nel Calendario mondiale UCI. Riuscì a terminare al settimo posto la Volta a Catalunya e prese parte a Liegi-Bastogne-Liegi e Giro di Lombardia. Nel 2010 debuttò nei grandi giri, partecipando prima al Giro d'Italia, in cui si ritirò alla decima tappa, e alla Vuelta a España, che concluse al trentaduesimo posto. Fu di nuovo convocato per i campionati del mondo disputati a Melbourne.

Nel 2011, confermato all'Astana, oltre a partecipare ancora ai due grandi Giri corsi nella stagione precedente, terminò terzo nella prova a cronometro dei campionati nazionali, quarto in quella in linea e fu nono nella cronometro ai campionati del mondo di Copenaghen. Nel 2012 concluse secondo al Presidential Cycling Tour of Turkey ma, in seguito alla squalifica per doping del vincitore, il bulgaro Ivajlo Gabrovski, gli venne assegnata la vittoria di una tappa e della classifica finale della corsa[1]. Nel 2013 si aggiudicò il titolo nazionale in linea, bissando il titolo a cronometro vinto nel 2007[1]. Concluse il contratto con l'Astana a fine 2015, dopo essere rimasto inattivo per tutta la stagione, ponendo così fine alla propria carriera professionistica[1].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Campionati kazaki, Prova a cronometro
4ª tappa Tour de Bulgarie
3ª tappa Presidential Cycling Tour of Turkey (Adalia > Elmali)
Classifica generale Presidential Cycling Tour of Turkey
Campionati kazaki, Prova in linea

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

2010: ritirato (10ª tappa)
2011: 110º
2012: 119º
2010: 32º
2011: 102º
2012: 137º

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

2009: 60º
2012: ritirato

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Varese 2008 - In linea Elite: ritirato
Melbourne 2010 - In linea Elite: 88º
Copenaghen 2011 - Cronometro Elite: 9º
Limburgo 2012 - Cronometro Elite: 42º
Limburgo 2012 - In linea Elite: ritirato
Ponferrada 2014 - Cronometro Elite: 26º
Ponferrada 2014 - In linea Elite: 78º

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Former Tour of Turkey winner announces retirement, su Cyclingquotes.com, 1 dicembre 2015. URL consultato il 19 febbraio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]