Alejandro Mayorkas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alejandro Mayorkas
Secretary Mayorkas Official Photo.jpg

Segretario della Sicurezza Interna
In carica
Inizio mandato 2 febbraio 2021
Presidente Joe Biden
Predecessore Kirstjen Nielsen (2019)

Vicesegretario della Sicurezza Interna
Durata mandato 23 dicembre 2013 –
28 ottobre 2016
Vice di Jeh Johnson
Presidente Barack Obama
Predecessore Jane Holl Lute
Successore Elaine Duke

Dati generali
Partito politico Democratico
Titolo di studio Bachelor of Arts
Laurea in legge
Università Università di Berkeley
Loyola Marymount University
Professione Avvocato

Alejandro Nicholas Mayorkas (L'Avana, 24 novembre 1959) è un politico e funzionario statunitense di origine cubana e genitori ebrei, vice segretario del Dipartimento per la sicurezza interna degli Stati Uniti dal 2013 al 2016[1].

Dal 2 febbraio 2021 ricopre la carica di Segretario della Sicurezza Interna nell'amministrazione Biden.[2]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alejandro Nicholas Mayorkas è nato nel 1959 a L'Avana, Cuba. I suoi genitori arrivarono negli Stati Uniti nel 1960 con lui e sua sorella come rifugiati dopo la rivoluzione cubana. Ha vissuto per un periodo a Miami, in Florida, prima che la sua famiglia si trasferisse a Los Angeles, in California, dove è cresciuto a Beverly Hills e ha frequentato la Beverly Hills High School.

Suo padre era un ebreo cubano sefardita che possedeva e gestiva una fabbrica di lana d'acciaio a L'Avana. Sua madre era un'ebrea rumena la cui famiglia fuggì dall'Olocausto rifugiandosi a Cuba negli anni '40. Con la rivoluzione cubana sua madre dovette fuggire per la seconda volta da un paese che considerava casa sua.

Mayorkas si è laureato in arti presso l'Università della California, Berkeley, nel 1981. Nel 1985 ha conseguito il dottorato in giurisprudenza presso la Loyola Law School.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo tre anni come associato di contenzioso in uno studio privato, Mayorkas divenne assistente procuratore degli Stati Uniti nel distretto centrale della California nel 1989. Ha perseguito una vasta gamma di crimini federali, sviluppando una specializzazione nel perseguimento del crimine dei colletti bianchi. I suoi processi includevano il successo dell'Operazione PolarCap, allora il più grande caso di riciclaggio di denaro nella nazione; la condanna di Heidi Fleiss con l'accusa di cospirazione federale, frode fiscale e riciclaggio di denaro; il successo delle azioni penali contro due delle più grandi operazioni di frode nel telemarketing a danno degli anziani; il successo del perseguimento di una frode sanitaria e di una frode assicurativa.

Procuratore degli Stati Uniti[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 1998, Mayorkas fu nominato dal presidente Bill Clinton procuratore degli Stati Uniti per il distretto centrale della California, diventando il più giovane procuratore degli Stati Uniti del paese.

Mayorkas supervisionò il perseguimento di casi penali di alto profilo, tra cui il perseguimento della mafia messicana, l'accusa di Buford O. Furrow Jr. per l'omicidio di un impiegato postale federale e la sparatoria motivata dall'odio di bambini in un centro comunitario, il perseguimento delle Industrie Litton per il pagamento di tangenti all'estero.

Alla fine del 2000, Mayorkas è stato uno dei tanti funzionari della California che hanno partecipato agli sforzi per ottenere la clemenza esecutiva per il trafficante di narcotici Carlos Vignali Jr., figlio di un ricco uomo d'affari di Los Angeles. Il suo ultimo giorno di mandato nel gennaio 2001, Clinton commutò la condanna a 15 anni di prigione di Vignali, una decisione controversa.

Nel settembre 2001, Mayorkas è entrato a far parte di O'Melveny & Myers come partner legale. Nel 2008, il National Law Journal lo ha nominato uno dei "50 avvocati di minoranza più influenti in America".

Direttore dei servizi per l'immigrazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009, Mayorkas è stato nominato dal presidente Barack Obama direttore dei servizi di cittadinanza e immigrazione degli Stati Uniti (USCIS). Ha guidato gli sforzi del governo degli Stati Uniti per salvare i bambini orfani dopo il terremoto del gennaio 2010 ad Haiti, così come lo sviluppo di un'unità vittima di crimine.

Vice Segretario per la Sicurezza Interna (2013-2016)[modifica | modifica wikitesto]

Nel giugno 2013, nel secondo mandato di Obama, Alejandro Mayorkas è stato promosso vice ministro del Dipartimento per la Sicurezza Interna per sostituire Jane Holl Lute. Dopo aver prestato giuramento, divenne il cubano americano più anziano nell'amministrazione Obama. Ha ricoperto l'incarico fino al 28 ottobre 2016.

Nell'ottobre 2016, Mayorkas è ritornato all'attività privata entrando nello studio legale Wilmer Cutler Pickering Hale and Dorr nell'ufficio di Washington.[3]

Segretario per la Sicurezza Interna (2020-)[modifica | modifica wikitesto]

Mayorkas ha prestato giuramento come Segretario per la sicurezza interna il 2 febbraio 2021

Il 23 novembre 2020, il Presidente eletto Joe Biden ha annunciato che Mayorkas sarebbe stato nominato Segretario per la Sicurezza Interna. La decisione è stata confermata dal Senato il 2 febbraio 2021 con un voto di 56-43. È il primo latino a detenere l'incarico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ https://www.dhs.gov/alejandro-mayorkas
  2. ^ https://www.nytimes.com/2020/11/23/us/politics/biden-nominees.html
  3. ^ (EN) Homeland Security Deputy Secretary Alejandro Mayorkas Joins WilmerHale, in Wilmer Cutler Pickering Hale and Dorr, 5 ottobre 2016. URL consultato il 25 novembre 2020 (archiviato il 13 luglio 2020).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN160537610 · ISNI (EN0000 0001 0808 6521 · LCCN (ENno2010202715 · GND (DE1222031140 · WorldCat Identities (ENlccn-no2010202715