Aldo Garzia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aldo Garzia
vescovo della Chiesa cattolica
BishopCoA PioM.svg
Evangelii factus minister
(Fatto ministro del Vangelo)
 
Incarichi ricopertiAmministratore apostolico, sede plena, di Molfetta, Giovinazzo e Terlizzi (1975-1978)
Vescovo coadiutore di Molfetta, Giovinazzo e Terlizzi (1975-1978)
Vescovo di Molfetta, Giovinazzo e Terlizzi (1978-1982)
Amministratore apostolico, sede vacante, di Ruvo e Bitonto (1982-1983)
Vescovo di Gallipoli (1982-1986)
Vescovo coadiutore di Nardò (1982-1983)
Vescovo di Nardò (1983-1986)
Vescovo di Nardò-Gallipoli (1986-1994)
 
Nato3 maggio 1927
Ordinato presbitero30 luglio 1950 dal vescovo di Nardò Francesco Minerva
Consacrato vescovo7 dicembre 1975 dall'arcivescovo di Napoli cardinale Corrado Ursi
Deceduto17 dicembre 1994
 

Aldo Garzia (Parabita, 3 maggio 1927Nardò, 17 dicembre 1994) è stato un vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque il 3 maggio 1927 a Parabita, figlio di agricoltori. Entrò, da ragazzo, nel seminario diocesano di Nardò e, successivamente, per gli studi liceali nel seminario regionale Pio XI, di Molfetta, allora guidato dal rettore Corrado Ursi. Completò, a Napoli, gli studi teologici, presso il seminario pontificio di Posillipo. Si laureò in sacra teologia e in filosofia. Molteplici gli incarichi avuti nella sua diocesi natale; fu, anche, segretario particolare di Corrado Ursi e di Antonio Rosario Mennonna.

Eletto, da Paolo VI, il 7 ottobre 1975, alla chiesa titolare di Assidona ed assegnato amministratore apostolico, sede plena, e vescovo coadiutore di Molfetta, Giovinazzo e Terlizzi, in sostituzione di Settimio Todisco, promosso arcivescovo di Brindisi. Alla morte, il 18 marzo 1978, del vescovo Achille Salvucci divenne, per coadiutoria, vescovo diocesano.

Ricoprì anche l'incarico di amministratore apostolico, sede vacante, di Bitonto e Ruvo di Puglia.

Giovanni Paolo II, il 15 giugno 1982, lo trasferì alla diocesi di Gallipoli e nello stesso tempo lo nominò coadiutore del vescovo Antonio Rosario Mennonna. Divenne, sempre per coadiutoria, il 30 settembre 1983, nuovo vescovo di Nardò; il 30 settembre 1986, in base alle disposizioni della Santa Sede riguardo al riordino delle diocesi italiane, fu nominato primo vescovo della nuova diocesi di Nardò-Gallipoli.

Morì, a causa di una grave malattia, il 17 dicembre 1994, a Nardò. È sepolto nella cattedrale di Nardò.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d'oro ai benemeriti della cultura e dell'arte - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro ai benemeriti della cultura e dell'arte
— 28 novembre 1988[1]

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Aldo Garzia è stato co-consacrante principale di:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]