Albissola 2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Albissola 2010
Calcio Football pictogram.svg
Logo Albissola 2010 versione 2018.png
Ceramisti, Cavallucci marini, Biancazzurroneri, Ponentini, Arbisöa
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px Bianco e Nero-Azzurro (Diagonale).png Bianco, azzurro, nero
Simboli Ippocampo
Inno Oh Albissola
Slot Machine Band[1]
Dati societari
Città Albissola Marina e Albisola Superiore
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Serie C
Fondazione 2010
Proprietario Italia Gianpiero Colla
Presidente Italia Claudia Fantino Colla
Allenatore Italia Rino Lavezzini
Stadio Comunale di Chiavari[2]
(5 535 posti)
Sito web www.albissola2010.it
Palmarès
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

L'Albissola 2010 (brevemente Albissola) è una società calcistica italiana che rappresenta i comuni di Albissola Marina e Albisola Superiore, in provincia di Savona.

Costituita nel 2010 sotto forma di associazione sportiva dilettantistica mediante fusione societaria tra Albissole 1909 e Gruppo Sportivo Santa Cecilia, ha progressivamente scalato le categorie minori, conquistando già nel 2018 l'accesso al professionismo.

Nella stagione 2018-2019 milita nel girone A di Serie C, terza divisione del sistema calcistico italiano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Un momento dell'amichevole Albisola-Sampdoria, in occasione dell'inaugurazione dello stadio di Faraggiana (1º novembre 1950)

Le radici storiche del club risalgono al 1909: in quell'anno venne infatti fondata ad Albisola Superiore l'Unione Sportiva Albisola, prima società calcistica locale.

L'U.S. Albisola negli anni 2000 si unì al club della frazione Luceto, cambiando denominazione dapprima in Albatross e infine in Albissole 1909: già da tale nome traspariva la volontà di rappresentare sotto un unico simbolo non solo il comune di riferimento, ma anche la limitrofa Albissola Marina.

La "doppia cittadinanza" divenne un fatto compiuto nel 2010, allorché l'Albissole 1909 incorporò anche il Gruppo Sportivo Santa Cecilia di Albissola Marina: il sodalizio unitario che ne scaturì fu quindi ribattezzato Associazione Sportiva Dilettantistica Albissola 2010.[3]

Le prime stagioni[modifica | modifica wikitesto]

Promossa dalla Prima Categoria ligure 2011-2012, nella stagione successiva la squadra ottiene una tranquilla salvezza e un dodicesimo posto in Promozione, mentre nell'anno 2013-2014, in virtù del quinto posto ottenuto, i ceramisti prendono parte ai play-off, tuttavia venendo eliminati dal Quiliano per 1-0. Più ostico si rivela il campionato 2014-2015, in cui la squadra ottiene soltanto 36 punti e conclude la stagione a pari punti con il Bragno, ad un passo dai play-out.

Un momento di svolta per le sorti societarie si verifica nel 2015, allorché la MBF Aluminium (azienda metallurgica italo-francese) ne diventa sponsor patronale; l'Albissola può così beneficiare di nuove e consistenti risorse finanziarie e umane.

I frutti vengono presto raccolti: l’Albissola sponsorizzata MBF, guidata da Luca Monteforte, vince il campionato di Promozione 2015-2016 con 61 punti, distaccando di sei lunghezze la seconda classificata Pietra Ligure. Inoltre la squadra arriva alla finale della fase regionale di Coppa Italia Dilettanti, ove perde contro il San Desiderio per 1-0[3], e si aggiudica la supercoppa regionale di Promozione sconfiggendo per 2-1 il Moconesi Fontanabuona (vincitore del girone B).

La scalata al professionismo[modifica | modifica wikitesto]

Momenti di gioco della partita Albissola - Vis Pesaro valida per la Poule Scudetto serie D 2017-18

Nonostante lo status di neopromossi, i Ceramisti prevalgono anche nel campionato di Eccellenza 2016-2017, ottenendo 57 punti ed allontanando il Vado di quattro lunghezze: questo risultato consente all’Albissola 2010 di prendere parte al primo campionato di Serie D della sua storia. Risulta meno proficua la Coppa Italia Dilettanti Liguria 2016-2017: inserita in un girone assieme a Sestrese, Rivarolese e Voltrese, l'Albissola 2010 ottiene solo 4 punti ed un terzo posto, in seguito ad un pareggio in rimonta a Voltri, una sconfitta per 0 a 4 contro la Sestrese (poi vincitrice del torneo) e una vittoria per 1-0 a Rivarolo.[3]

La stagione 2017-2018 inizia con la separazione con l’allenatore Luca Monteforte, protagonista del doppio salto di categoria, e con l'ingaggio di Fabio Fossati, allenatore che nel quarto livello del calcio italiano aveva già ottenuto risultati importanti alla guida di Asti e Sestri Levante. Nonostante l’obiettivo di una tranquilla salvezza, la squadra dimostra potenzialità e dall’inizio del campionato si posiziona nella parte sinistra della classifica, con vista play-off. Dopo la sconfitta per 2-0 in casa del Sestri Levante, i Ceramisti vincono le restanti dieci partite di campionato riportando un primo posto finale e battendo i favoritissimi avversari dell'Unione Sanremo. In particolare, decisivo è il risultato dell'ultima giornata: con la vittoria per 1-2 contro il Seravezza, sul campo di Forte dei Marmi, la società rappresentatrice delle Albissole ottiene la prima partecipazione in Serie C, terzo livello calcistico e primo a livello professionistico.[4] Per quanto riguarda la poule scudetto l'Albissola supera il triangolare d'apertura pareggiando contro il Rimini e battendo la Vis Pesaro, per poi perdere la semifinale contro la Pro Patria per 4-0.

Breve è invece la strada in Coppa Italia Serie D: la sconfitta al primo turno per 3-0 in casa del Bra, il 20 agosto 2017, decreta l’eliminazione dei biancazzurroneri.[5]

L'approdo in Serie C[modifica | modifica wikitesto]

All'esordio tra i professionisti l'Albissola, inizialmente affidata ancora a Fabio Fossati e rinforzata con alcuni elementi d'esperienza (su tutti Jonathan Rossini e Loris Damonte), fatica a rendere all'altezza della categoria: il 22 ottobre 2018, con la squadra già eliminata al primo turno di Coppa Italia di terza serie (per mano dell'Alessandria) e ferma al 18º posto nel girone A (con sei sconfitte e un pareggio), la guida tecnica passa a Claudio Bellucci[6]. Questi riesce a imprimere una svolta al rendimento dei ceramisti, che risalgono da fondo tabella e all'11ª giornata centrano la prima vittoria superando la Juventus U23: al termine del girone d'andata l'Albissola si attesta in 17ª posizione, ossia al di fuori della zona retrocessione. Una nuova crisi di rendimento, risoltasi in tre sconfitte consecutive, porta tuttavia il 4 marzo 2019 anche all'esonero di Bellucci: dopo un breve interim affidato ad Alessio Ambrosi (membro dei quadri tecnici delle giovanili ceramiste), la panchina passa a Rino Lavezzini[7], che porta l'Albissola a centrare i punti necessari per consolidare il diciassettesimo posto e dunque salvarsi direttamente con una giornata d'anticipo sulla fine della stagione regolare. Data l'inadeguatezza dei propri consueti impianti da gioco agli standard del calcio professionale italiano, la squadra si trova inoltre a giocare tutte le proprie partite casalinghe allo stadio comunale di Chiavari[8].

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'Albissola 2010
  • 2010 - Dalla fusione tra Albissole 1909 e Gruppo Sportivo Santa Cecilia nasce l'Associazione Sportiva Dilettantistica Albissola 2010, che si iscrive alla Prima Categoria Liguria.
  • 2010-2011 - ?ª nel girone A di Prima Categoria Liguria.
  • 2011-2012 - 3ª nel girone A di Prima Categoria Liguria. Perde i play-off. Ripescata in Promozione.
  • 2012-2013 - 12ª nel girone A della Promozione Liguria.
  • 2013-2014 - 5ª nel girone A della Promozione Liguria. Perde la semifinale dei play-off regionali.
  • 2014-2015 - 11ª nel girone A della Promozione Liguria.
  • 2015-2016 - 1ª nel girone A della Promozione Liguria. Promossa in Eccellenza.
  • 2016-2017 - 1ª nel girone unico dell'Eccellenza Liguria. Promossa in Serie D.
    Fase a gironi di Coppa Italia Dilettanti Liguria.
  • 2017-2018 - 1ª nel girone E della Serie D. Promossa in Serie C.
    Semifinale della Poule Scudetto.
    Turno preliminare di Coppa Italia Serie D.
  • 2018 - Cambia denominazione in Albissola 2010.
  • 2018-2019 - 17ª nel girone A della Serie C.
    Primo turno di Coppa Italia Serie C.

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Colori[modifica | modifica wikitesto]

Il club "capostipite" U.S. Albisola ebbe come colori sociali il bianco e il celeste, ai quali s'aggiunse il nero dopo la già citata fusione con il Luceto (che giocava in maglia neroverde). La successiva realtà sociale Albatross-Albissole 1909 mantenne tale schema tricromatico (che peraltro univa fedelmente i colori dei blasoni comunali dei due municipi d'afferenza[3]) fino al 2010, allorché la confluenza del G.S. Santa Cecilia (che creò l'Albissola 2010) portò in dote l’arancione: bianco e nero vennero allora de facto (seppur non formalmente) accantonati e il pattern divenne arancio-celeste[9].

L'Albissola 2010 giocò dunque in tali tinte fino al 2014, quando la rifondazione del San Cecilia in Terza Categoria indusse la dismissione dell'arancione e il ripristino dello schema bianco-celeste-nero[10].

Abbastanza eclettico risulta lo stile delle casacche adottate: l'Albisola adottò per quasi un secolo prime maglie palate bianco-celesti, schema che l'Albatross/Albissole mantenne, declinandolo però sul nero-celeste. Indi l'Albissola 2010 passò inizialmente all'arancio-celeste (con la seconda tinta nettamente dominante), salvo poi tornare alla palatura biancoceleste nel giro di quattro anni. Una nuova rottura si è verificata all'atto dell'esordio nel professionismo, ove la squadra ha adottato una maglia "home" bianca con sbarra celeste.

Le maglie esterne e "third" (laddove previste dalle forniture tecniche) mostrano diverse soluzioni stilistiche: sono infatti state adottate casacche bianche, verdi, rosse, nere (queste ultime due nella stagione d'esordio in Serie C) o finanche granata.

Simboli ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Il simbolo sociale, realizzato da Maurizio Marabotti (già allenatore del settore giovanile dell'Albissola), è dal 2014 una losanga bianca bordata d'azzurro e nero, recante il disegno stilizzato di un cavalluccio marino che regge un pallone da calcio sulla coda. A smezzare trasversalmente il cavalluccio vi è un cartiglio azzurro recante la denominazione societaria (minimamente corretta nel 2018) a lettere stampatelle bianche. Nella cuspide inferiore campeggia l'anno di fondazione[11].

Dal 2010 al 2014 lo stemma ebbe invece la forma di uno scudo svizzero troncato di celeste e arancio, recante superiormente il disegno in silhouette azzurra di un cavalluccio marino "racchiuso" dall'anno di fondazione, a metà la denominazione sociale e inferiormente il disegno dell'arpa di Santa Cecilia[3].

Inno[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2018 inno ufficiale della squadra è il brano Oh Albissola, composto e suonato dal complesso Slot Machine Band di Finale Ligure[1].

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Vista sullo stadio di Faraggiana in occasione della poule scudetto della Serie D 2017-2018.

Dal 2010 al 2018 l'Albissola 2010 ha disputato le partite casalinghe allo stadio comunale di Faraggiana, nell'omonima frazione del comune di Albissola Marina, inaugurato il 1º novembre 1950 con la partita amichevole Albisola-Sampdoria.[12]

Stante la sua inadeguatezza strutturale ai canoni del calcio professionistico italiano, per la stagione 2018-2019 il club opta transitoriamente per disputare le gare interne presso lo stadio comunale di Chiavari.[13]

Dopo aver vagliato diverse opportunità (quali ad esempio l'adozione del più vicino stadio Valerio Bacigalupo di Savona o la ristrutturazione del Faraggiana), nel novembre 2018 la società ha presentato il progetto per la ristrutturazione dello stadio comunale di Luceto, nell'omonima frazione di Albisola Superiore, già sede di alcuni club antesignani e successivamente riattato a campo d'allenamento dei ceramisti. Tale progetto, approvato dall'amministrazione comunale competente nella successiva primavera, prevede di portare la capienza dello stadio lucetano a circa 2500 posti, ampliando la tribuna esistente ed edificandone una prospiciente ex nihilo, lasciando altresì la possibilità di procedere a ulteriori ampliamenti qualora ritenuti necessari[14]

Centri di allenamento[modifica | modifica wikitesto]

La società ligure è proprietaria e/o usufruttuaria di diverse strutture sportive dedicate alle attività preparatorie di prima squadra e settore giovanile.

Il principale centro d'allenamento della prima squadra è lo stadio comunale di Luceto, nell'omonima frazione di Albisola Superiore, ove un tempo giocavano i previgenti club U.S. Albisola, Albatross ed Albissole 1909.[12]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Il club è una società di capitali con sede legale ed operativa ad Albissola Marina.

Organigramma[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma in carica al 24 agosto 2018[15]

Staff dell'area amministrativa
  • Italia Claudia Fantino Colla - Presidente
  • Italia Gianpiero Colla - Amministratore delegato
  • Italia Cosimo Damiano Nuzzo - Direttore generale
  • Italia Andrea Mussi - Direttore sportivo
  • Italia Mauro Bergonzi - Club manager
  • Italia Roberto Gambetta - Team manager
  • Italia Lorenzo Barlassina - Responsabile area tecnica
  • Italia Emiliano Vaccari - Segretario generale
  • Italia Sam Nabi - Responsabile marketing
  • Italia Luca Ghiglione - Addetto stampa
  • Italia Carlo Nesti[16] - Dirigente e testimonial mediatico
  • Italia Gino Passalacqua - Responsabile logistica
  • Italia Marco Costantino - Web master e social media - Speaker
  • Italia Mario Careddu - Web master e social media - Speaker

[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia degli sponsor tecnici
Cronologia degli sponsor ufficiali
  • 2010-2015 ...
  • 2015- MBF Aluminium

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori dell'Albissola 2010
Allenatori
  • 2010-2012 Italia Maurizio Damonte
  • 2012-2013 Italia Derio Parodi
  • 2013-2014 Italia Enrico Ferraro (fino a dicembre 2013)
    Italia Gabriele Repetto (da gennaio 2014)
  • 2014-2015 Italia Gabriele Repetto
  • 2015-2017 Italia Luca Monteforte
  • 2017-2018 Italia Fabio Fossati
  • 2018-2019 Italia Fabio Fossati (1ª-7ª)
    Italia Claudio Bellucci (8ª-29ª)
    Italia Alessio Ambrosi (30ª)
    Italia Rino Lavezzini (31ª-38ª)
Presidenti
  • 2010-2018 Italia Mirco Saviozzi
  • 2018- Italia Claudia Fantino Colla

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni interregionali[modifica | modifica wikitesto]

2017-2018

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

2016-2017
2015-2016

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Terzo posto: 2011-2012
Semifinalista: 2017-2018

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Serie C 1 2018-2019 1
Serie D 1 2017-2018 1

Regionali[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Eccellenza 1 2016-2017 1
Promozione 4 2012-2013 2015-2016 4
Prima Categoria 1 2011-2012 1

Partecipazione alle coppe[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Coppa Italia Serie C 1 2018-2019 1
Coppa Italia Serie D 1 2017-2018 1

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La ristrettezza del bacino d'utenza (Albissola Marina e Albisola Superiore hanno infatti un totale combinato di circa 15 000 abitanti), l'origine storica del club (nato nel 2010 da previgenti esperienze a carattere solo dilettantistico) e la vicinanza geografica con squadre di maggior tradizione sportiva (quali ad esempio Savona e Vado) fanno sì che il seguito di tifosi dell'Albissola sia numericamente contenuto e geolocalizzato sul territorio dei comuni d'appartenenza.

Complici anche i limiti delle strutture adottate (dapprima il piccolo stadio comunale di Faraggiana, capace di circa 500 posti[17] poi lo stadio comunale di Chiavari, distante oltre 80 km dalla sede sociale) le presenze di pubblico alle gare interne dei "ceramisti" si attestano nell'ordine delle centinaia di persone. Per quanto concerne le trasferte, buoni contingenti (sempre a livello di centinaia) si riscontrano sulle corte distanze[18], mentre per le partite giocate fuori dalla Liguria si cala all'ordine delle decine[19].

La rapida ascesa del club a partire dal 2010 ha bensì corroborato il seguito di pubblico, stimolando altresì lo sviluppo di forme organizzative: nella stagione 2017-2018 (conclusa con la prima promozione in Serie C) si sono registrati casi di richieste di biglietti superiori alla disponibilità per le partite interne[20]. Nello stesso anno s'è inoltre creato il primo collettivo di tifoseria dichiaratamente d'ispirazione ultras, denominato Züeni (termine che in dialetto locale significa "giovani")[21]. Circa un anno dopo, nella prima stagione di militanza professionistica, si è registrata la nascita di due ulteriori sigle, ossia Ultras Arbisöa e Vecchi gradoni[19].

Rapporti con altre tifoserie[modifica | modifica wikitesto]

In corrispondenza con la nascita dei gruppi organizzati sono altresì emersi i primi esempi di amicizie e rivalità. Per quanto concerne le prime, i tifosi "ceramisti" coltivano un gemellaggio con la tifoseria del Sestri Levante[22].

Un qualche dissapore è invece riscontrabile nei confronti dei supporters della Sanremese[18] e con quelli della Virtus Entella, i quali (complice la preesistente rivalità nutrita nei confronti del Sestri[23]) hanno manifestato la loro disapprovazione per il prolungato utilizzo da parte dell'Albissola dello stadio chiavarese come campo interno per la stagione 2018-2019[24][25].

Dal canto suo, la società ha esplicitamente ricusato ogni tipo di rivalità[23], attirandosi così critiche da parte di alcune frange dei propri supporters[22].

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 4 marzo 2019[26]

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Giacomo Piccardo
2 Svizzera D Jonathan Rossini
3 Italia D Amir Mahrous
4 Italia C Federico Moretti
5 Italia C Davide Balestrero
6 Italia C Andrea Gulli
7 Italia A Raffaele Russo
8 Italia C Gabriele Raja
9 Italia A Davide Cais
10 Italia A Riccardo Martignago
11 Italia A Daniel Bezziccheri
12 Italia P Paolo Bambino
13 Italia D Filippo Oliana
N. Ruolo Giocatore
14 Italia C Davide Sibilia
15 Italia D Matteo Calcagno
16 Italia C Alessandro Durante
17 Marocco C Shady Oukhadda
18 Slovenia A Damir Bartulovič
19 Italia C Loris Damonte
20 Argentina D Juan Pablo Gargiulo
21 Italia A Andrea Cisco
22 Italia P Marco Albertoni
23 Romania D Raul Marian Opruț
25 Italia D Devis Nossa
30 Italia A Christian Silenzi

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

In carica al 19 aprile 2019[27].

Staff dell’area tecnica
  • Italia Andrea Mussi - Direttore sportivo
  • Italia Rino Lavezzini - Allenatore
  • Italia Alessio Ambrosi - Allenatore in seconda
  • Italia Domenico Doardo - Preparatore portieri
  • Italia Lorenzo Barlassina - Responsabile area tecnica
  • Italia Umberto Ruggiero - Preparatore atletico
  • Italia Manuel Gerundo - Massaggiatore
  • Italia Ermanno Olivieri - Magazziniere

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Albissola 2010 - Ecco il nuovo inno dell'Albissola, su albissola2010.it, 25 agosto 2018.
  2. ^ Data l'indisponibilità dello stadio comunale di Faraggiana
  3. ^ a b c d e A.S.D. Albissola 2010 - Chi Siamo, su albissola2010.it.
  4. ^ Redazione, Albissola, tre promozioni in 3 anni: ora è in Serie C. Una favola in Liguria, in La Gazzetta dello Sport, 7 maggio 2018.
    «Rappresenta Albissola Marina e Albisola Superiore, gioca in un campo ai confini tra i due comuni, due anni fa era in Promozione: ha vinto il girone E di Serie D da matricola. Il tecnico Fossati: "Al fischio della sfida col Forte dei Marmi per un paio di minuti non ho respirato"».
  5. ^ Claudio Nucci, Coppa Italia: il Bra supera (3-0) l’Albissola, eliminandola dalla competizione, in Il Vostro Giornale, 20 agosto 2017.
    «Il Bra ha superato (3-0, doppietta di Beltrame e Mulatero) ed eliminato l’Albissola e domenica 27 agosto affronterà (al Borel) il Finale Ligure.».
  6. ^ Albissola: Claudio Bellucci è il nuovo tecnico - Corriere dello Sport-Stadio, 23 ott 2018
  7. ^ Rino Lavezzini nuovo tecnico dell'Albissola - La Stampa, 3 nov 2019
  8. ^ L'Albissola si presenta ai tifosi: campionato a Chiavari in attesa dello stadio a Luceto - La Stampa, 23 ago 2018
  9. ^ Società - albissola2010.it, archiviato su Archive.org il 7 apr 2013
  10. ^ Società - albissola2010.it, archiviato su Archive.org il 1° nov 2014
  11. ^ Cfr. sito ufficiale dell'Albissola 2010.
  12. ^ a b A.S.D. Albissola 2010 - Strutture, su albissola2010.it.
  13. ^ Calcio, Albissola: missione fiorentina della società questa mattina per completare l’iscrizione alla prossima Serie C, rsvn.it, 29 giu 2018.
  14. ^ Calcio, Albissola. È stato consegnato il progetto del nuovo stadio di Luceto (FOTO) - svsport.it, 25 nov 2018
  15. ^ Albissola 2010 - Organigramma, su albissola2010.it.
  16. ^ Calcio. Carlo Nesti all'Albissola! - svsport.it, su svsport.it.
  17. ^ “C saremo”, alla scoperta delle squadre neopromosse in Serie C – L’Albissola - mondosportivo.it, 1 giu 2018
  18. ^ a b Savona-Albissola: un derby che vale il primo posto - sportpeople.net, 10 apr 2018
  19. ^ a b Novara-Albissola, Serie C: la storica prima vittoria della matricola - sportpeople.net, 12 nov 2018
  20. ^ Albissola-Savona verso il tutto esaurito, Saviozzi su Cammaroto: “Vedremo” - La Stampa, 17 nov 2017
  21. ^ Nicolò Renzullo, Albissola Calcio: arrivano i “Zueni”, in Il Vostro Giornale / Young News.
    «Il gruppo Ultras Zueni nasce ufficialmente il 20 ottobre 2017».
  22. ^ a b Ultras Zueni Albissola: “Facciamo chiarezza” - sportpeople.net, 12 dic 2018 (link archiviato)
  23. ^ a b Striscione del Sestri Levante, l’Albissola prende le distanze - ilnuovolevante.it, 10 dic 2018
  24. ^ COMUNICATO UFFICIALE N. 250/DIV – 9 APRILE 2019 - lega-pro.com
  25. ^ L’Entella travolge l’Albissola, al Comunale finisce 4 a 0 - ilnuovolevante.it, 6 apr 2019
  26. ^ Rosa - albissola2010.it
  27. ^ Staff tecnico - albissola2010.it

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Luciano Angelini, Franco Astengo "Savona: la Città nella storia del Calcio" Delfino Enrile editori 2008

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]