Albion Football Club

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Albion Football Club SAD
Calcio Football pictogram.svg
El Albion, Decano
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Rosso e Blu3.png rosso-blu
Dati societari
Città Montevideo
Nazione Uruguay
Confederazione CONMEBOL
Federazione Flag of Uruguay.svg AUF
Campionato Segunda División Amateur de Uruguay
Fondazione 1891
Presidente Fernando Chainca
Allenatore Leonardo Blanco
Stadio Estadio Dr. Enrique Falco Lichtenberger
(2.000 posti)
Sito web www.albionfootclub.com
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

L'Albion Football Club SAD, noto semplicemente come Albion, è una società calcistica di Montevideo, in Uruguay.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondato come "Football Association" il 1º giugno 1891 dall'anglo-tedesco Enrique Lichtenberger, allievo della English School di Montevideo[1], insieme ad altri studenti dello stesso istituto, è il club più antico del Paese sudamericano[2].

Nel 1892 venne ribattezzato "Albion Foot Ball Club", in omaggio all'Inghilterra (altresì nota con l'antico nome di "Albione"), Paese che aveva inventato il gioco del calcio[1].

L'Albion nel 1898.

Nel 1896 l'Albion divenne la prima squadra uruguaiana a vincere una partita all'estero: travolse infatti per 4-1 il Retiro (uno dei principali club argentini dell'epoca) a Buenos Aires, replicando l'impresa battendo per 5-3, sempre nella capitale argentina, il Belgrano[1].
L'impresa sarebbe stata omaggiata dall'Asociación Uruguaya de Fútbol con la scelta di far disputare alla nazionale di calcio dell'Uruguay la sua prima storica partita, il 16 maggio 1901 a Montevideo contro l'Argentina, indossando la maglia dell'Albion (anche se poi la scelta definitiva della divisa di gioco da parte dell'AUF sarebbe caduta, nel 1910, sulla tenuta da trasferta del River Plate di Montevideo)[3].

Sul finire del XIX secolo, l'Albion subì il distacco di alcuni soci, che fondarono il club dell'"Uruguay Athletic de la Union": nel 1899 quest'ultima società si fuse con un altro club, il "Montevideo Football Club", formando l'attuale Nacional di Montevideo.

Nel 1900 l'Albion disputò il primo campionato uruguaiano della storia, giungendo secondo alle spalle del CURCC (attuale Peñarol).

Già nel 1909 l'Albion si distaccò però dall'AUF, militando a livello calcistico solo nella Liga Universitaria, ma dedicandosi per lo più ad altre attività quali il baseball, l'atletica leggera e la pallacanestro.

Solo nel 1976 l'Albion fece ritorno nei campionati AUF, militando in Divisional Extra. Nel primo anno si fuse con lo Sportivo Miramar, prendendo il nome di "Albion Miramar". Già l'anno dopo, tuttavia, i due club si scissero, tornando all'originaria denominazione[1].

Attualmente l'Albion milita nel campionato di Segunda División Amateur de Uruguay.

Albion bandiera.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (ES) Albion Football Club: profetas del sport en Uruguay, in Albion Football Club. URL consultato il 4-4-2010.
  2. ^ (ES) Homenaje al Albion F.C., in Parlamento de Montevideo. URL consultato il 4-4-2010.
  3. ^ (ES) Albion Fútbol Club, in Uruguay - Infoclubes. URL consultato il 18-10-2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio