Alberto Garlini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Alberto Garlini (Parma, 1969) è uno scrittore e poeta italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Parma, pordenonese d’adozione[1], comincia a scrivere a quattordici anni con la volontà, dirà ironicamente in seguito, “in base a idee sbagliatissime, di fare lo scrittore”[2]. Attualmente curatore del festival letterario Pordenonelegge.it[3], nonché fautore del simposio di scrittura Pordenonescrive[4], inizia il suo percorso di autore pubblicando per la collana “Indicativo Presente”, diretta dallo scrittore Giulio Mozzi per Sironi Editore[5], facendosi notare dalla critica con Fútbol Bailado. In seguito ha pubblicato opere di poesia e narrativa, alcune delle quali tradotte anche in Paesi Bassi e Francia[6]. Tra i libri di maggior successo, Tutto il mondo ha voglia di ballare (Mondadori, 2007) e La legge dell’odio (Einaudi Stile Libero, 2012). Nel 2019 è stato inserito tra i 22 autori scelti da Diabasis per la realizzazione dell’antologia celebrativa per “Parma 2020” Capitale italiana della cultura, Parma. I narratori raccontano la loro città, a cura di Davide Barilli, Domenico Cacopardo e Guido Conti. Quella del suo racconto, che vede un capodoglio fuoriuscito dall’immaginazione di chissà chi, spiaggiato nella piazza del centro, è una prospettiva surreale e cinematografica sulla città d’origine[7].

Premio Hemingway

È presidente di giuria del Premio Letterario Hemingway di Lignano Sabbiadoro.[8]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Poesia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sottovetro, La barca di babele, 1999.
  • Le cose che dico adesso, Nuovadimensione, 2001.

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Alberto Garlini e Caterina Bonvicini, L'arte di raccontare, ed. Nottetempo, 2015.[13]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paolo Medeossi presenta “Il fratello unico” di Alberto Garlini, su Messaggero Veneto, 16 maggio 2017. URL consultato il 20 gennaio 2021.
  2. ^ Alberto Garlini, Il Fatto Quotidiano, su Il Fatto Quotidiano. URL consultato il 20 gennaio 2021.
  3. ^ Curatori pordenonelegge - Copia archiviata, su pordenonelegge.it. URL consultato il 28 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 20 aprile 2013).
  4. ^ Al via Pnscrive, 40 allievi da tutta Italia - Libri - Il libro in piazza, su Agenzia ANSA, 1º febbraio 2021. URL consultato l'8 febbraio 2021.
  5. ^ Sironieditore.it: articoli: francesco, il calcio e pasolini: l'italia di garlini, su www.sironieditore.it. URL consultato il 20 gennaio 2021.
  6. ^ Olanda e Francia pubblicano, su Archivio - Messaggero Veneto. URL consultato il 20 gennaio 2021.
  7. ^ Dalla cronaca alla letteratura: alla scoperta di Parma guidati dai narratori, su la Repubblica, 8 settembre 2020. URL consultato il 20 gennaio 2021.
  8. ^ Premi: Hemingway 2021, in presenza 24-26 giugno a Lignano - Libri, su Agenzia ANSA, 27 marzo 2021. URL consultato il 29 marzo 2021.
  9. ^ Fùtbol bailado, su Mangialibri, 3 aprile 2007. URL consultato il 20 gennaio 2021.
  10. ^ Garlini. "Rircordando Tondelli il mondo ha voglia di ballare", su lastampa.it, 1º aprile 2007. URL consultato il 20 gennaio 2021.
  11. ^ Piani di vita - Marsilio Editori, su www.marsilioeditori.it. URL consultato il 20 gennaio 2021.
  12. ^ FAHRENHEIT - IL LIBRO DEL GIORNO - Rai Radio 3 - RaiPlay Radio, su Rai. URL consultato il 20 gennaio 2021.
  13. ^ Recensione, su alessandrasarchi.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN71716131 · ISNI (EN0000 0000 3941 5773 · SBN IT\ICCU\TSAV\004285 · LCCN (ENnb2001051589 · BNF (FRcb15600778r (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nb2001051589