Albertino Bottoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Albertino Bottoni

Albertino Bottoni, Noto anche come Albertinus Bottonnus o Albertinus Bottoni o Albertini Bottoni (Padova, prima metà del CinquecentoPadova, 1º dicembre 1596), è stato un medico e filosofo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È stato uno dei grandi medici italiani del Rinascimento. La sua formazione avvenne nella città natale, dove si laureò in medicina e filosofia.

Dal 1555 divenne professore nell'Università di Padova, dove insegnò in successione logica, medicina teorica straordinaria, medicina pratica e medicina teorica ordinaria. Introdusse l'uso del mercurio nella cura della sifilide. Fu rivale del medico padovano Ercole Sassonia, di cui tentò d'impedirne l'insegnamento.

I suoi contributi scientifici più importanti riguardano le funzioni dirette alla conservazione dell'individuo e della specie, quindi nutrizione, crescita e generazione, che definì tria suprema naturae munera.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • De vita conservanda, Padova, Iacobum Bozzam, 1582.
  • De morbis mulieribus libri tres, Venezia, Paulum Meietum, 1585, 1588.
  • Methodi medicinales duae, Francoforte, 1595.
  • De modo discurrendi circa morbos, eosdemque curandi tractatos, Francoforte, 1607.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Castiglioni A., Storia della Medicina, II, Mondadori, Milano, 1948.
  • De Renzi S., Storia della Medicina in Italia, III, Napoli, 1845.
  • Gliozzi G., «Albertino Bottoni», in Dizionario Biografico degli Italiani, Volume 13, Istituto della Enciclopedia Italiana, Roma, 1971.
  • Pazzini A., Storia della Medicina, I, Società Editrice Libraria, Milano, 1947.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN77129132 · ISNI (EN0000 0000 1289 4217 · LCCN (ENno2016161435 · GND (DE119627167 · BNF (FRcb10463789b (data) · NSK (HR000692110 · WorldCat Identities (ENlccn-no2016161435