Albert Curtz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Amussis Ferdinandea, 1662

Albert Curtz (latino Albertus Curtius; Monaco di Baviera, 1600Monaco di Baviera, 19 dicembre 1671[1]) è stato un astronomo tedesco, membro della Società di Gesù. Nei suoi lavori utilizzò lo pseudonimo Lucius Barrettus, che è un anagramma del suo nome latino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Curtius fu uno dei primi studiosi della Luna assieme a Johann Deckers, Keplero, Francesco Maria Grimaldi e Giambattista Riccioli. La sua opera principale è una compilazione di tutti i dati astronomici a lui noti pubblicata col titolo: Historia coelestis [ex libris commentariis manuscriptis observationum vicennalium viri generosi Tichonis Brahe] stampata nel 1666 in Augusta (Augusta Vindelicorum) da Simonem Utzschneiderum. Come spiega il sottotitolo, l'opera è costituita soprattutto dai dati raccolti da Tycho Brahe durante un ventennio di accuratissime osservazioni e rimasti sino ad allora manoscritti.

Curtius si interessò anche di altri argomenti, fra cui l'esegesi biblica e l'arte militare.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • (LA) Albert Curtz, Amussis Ferdinandea, Herbipoli, Johann Gottfried Schönwetter, 1662. URL consultato il 15 giugno 2015.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Il cratere Curtius sulla Luna è stato dedicato a lui.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Thomas Hockey, The Biographical Encyclopedia of Astronomers, Springer Publishing, 2009, ISBN 978-0-387-31022-0. URL consultato il 22 agosto 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN49235280 · ISNI (EN0000 0000 8343 463X · LCCN (ENno2010135583 · GND (DE124643221 · BNF (FRcb120062233 (data) · CERL cnp01321618
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie