Albatrellus pes-caprae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Albatrellus pes-caprae
Ziegenfußporling-1.jpg
Albatrellus pes-caprae
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Russulales
Famiglia Albatrellaceae
Genere Albatrellus
Specie A. pes-caprae
Nomenclatura binomiale
Albatrellus pes-caprae
(Pers.:Fr.) Pouzar, 1966
Nomi comuni

Piede di capra

Caratteristiche morfologiche
Albatrellus pes-caprae
Cappello convesso icona.svg
Cappello convesso
Pores icon.png
Imenio pori
Decurrent gills icon2.svg
Lamelle decorrenti
White spore print icon.png
Sporata bianca
Bare stipe icon.png
Velo nudo
Immutabile icona.png
Carne immutabile
Saprotrophic ecology icon.png
Saprofita
Foodlogo.svg
Commestibile

Albatrellus pes-caprae (Pers.:Fr.) Pouzar, Folia geobot. phytotax. 1: 357 (1966).

L'Albatrellus pes-caprae è una delle Albatrellaceae commestibili, caratteristica per la sua forma a ventaglio, a piede di capra.

Descrizione della specie[modifica | modifica wikitesto]

Cappello[modifica | modifica wikitesto]

4–12 cm di diametro x 1,5–2 cm di spessore, irregolare, reniforme, subcircolare; cuticola colore bruno-scuro, densamente ricoperta da squame; margine sottile, intero, regolare.

Tubuli[modifica | modifica wikitesto]

Prima bianchi poi giallo-crema, lunghi circa 5 mm, decorrenti sul gambo.

Pori[modifica | modifica wikitesto]

Bianchi tendenti al giallo con l'invecchiamento, angolosi e poligonali, larghi 1–2 mm, con contorno spesso lacerato, si macchiano di giallo al tocco.

Gambo[modifica | modifica wikitesto]

3–5 cm x 1,5–3 cm, cilindrico o claviforme, robusto, spesso eccentrico, di colore da bianco-giallastro e giallo-rossiccio

Carne[modifica | modifica wikitesto]

Da bianca a giallina, compatta.

Microscopia[modifica | modifica wikitesto]

Spore
7,5-9 x 5-7 µm, ellissoidali, bianche, lisce, ialine, monoguttulate, provviste d'apicolo, non amiloidi.
Basidi
20-40 x 7,5-12 µm, claviformi, tetrasporici, con presenza di giunti a fibbia basali.
Cistidi
assenti.
Struttura ifale
monomitica.

Reazioni macrochimiche[modifica | modifica wikitesto]

Reagente di Melzer: ife della cuticola gialle.

Habitat[modifica | modifica wikitesto]

Saprofita, lignicolo, lo si trova in tarda estate-autunno soprattutto in boschi di latifoglie nelle zone umide

Disegno di A. pes-capreae
In evidenza la caratteristica forma a "orma di capra"

Commestibilità[modifica | modifica wikitesto]

Buona, si presta molto bene alla conservazione sott'olio.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Specie: dal latino pes-caprae = piede di capra, per la sua forma.

Specie simili[modifica | modifica wikitesto]

Nomi comuni[modifica | modifica wikitesto]

  • Lingua di brughiera.
  • Piede di capra.
  • Barbone. (Veneto)
  • Fungo di Pietra (Calabria)

Sinonimi e binomi obsoleti[modifica | modifica wikitesto]

  • Albatrellopsis pes-caprae (Pers.) Teixeira, Boletim da Chácara Botânica de Itu 1: 32 (1994)
  • Boletus pes-caprae (Pers.) Cordier, Guide de l'amateur des Champignons (1826)
  • Caloporus pes-caprae (Pers.) Pilát, Beihefte Bot. Centralbl. 48: 432 (1931)
  • Cerioporus inflexus Schulzer ex Quél., Fl. mycol. (Paris): 408 (1888)
  • Fomes oregonensis (Murrill) Sacc. & Traverso, Sylloge fungorum (Abellini) 19: 715 (1910)
  • Fungus sapatella Paulet, Traité Champ., Atlas 2: 123 (1793)
  • Fungus tuber Paulet, Traité Champ., Atlas 2: 122 (1793)
  • Polypilus pes-caprae (Pers.) Teixeira, Revista Brasileira de Botânica 15(2): 126 (1992)
  • Polyporus oregonensis (Murrill) Murrill, Mycologia 4 (1912)
  • Polyporus pes-caprae Pers., Traité sur les Champignons Comestibles (Paris): 241 (1818)
  • Polyporus retipes Underw., Bull. Torrey bot. Club 24: 85 (1897)
  • Scutiger oregonensis Murrill, Mycologia 4(2): 93 (1912)
  • Scutiger pes-caprae (Pers.) Bondartsev & Singer, Annales Mycologici 39: 47 (1941)
  • Scutiger retipes (Underw.) Murrill, Bull. Torrey bot. Club 30(8): 428 (1903)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Micologia Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia