Albano Tomaselli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Albano Tomaselli

Albano Tomaselli (Strigno, 26 marzo 1833Firenze, 10 dicembre 1856) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Strigno, al tempo del dominio asburgico, da Elisabetta Carraro e Giuseppe, di professione calzolaio.[1] Interessato fin da piccolo alla pittura, grazie all'aiuto di nobili locali riesce a coltivare la sua passione, fino ad iniziare a lavorare presso uno scultore a Padova a partire dal 1845. Nel 1847 entra all'Accademia di belle arti di Venezia grazie ad un finanziamento dei cittadini di Padova, seguendo i corsi di Michelangelo Grigoletti e Pompeo Marino Molmenti, che lasceranno un'impronta di tipo hayezano nello stile pittorico di Albano.

Nel 1849 segue, nell'ambito degli studi nell'Accademia, la Scuola di statutaria, facendosi notare dall'architetto Pietro Selvatico (dal 1850 presidente dell'Accademia). Ancora studente ottiene le sue prime commissioni, sia pubbliche che private, venendo promosso a "maestro". Termina gli studi accademici nel 1853, venendo anche premiato per un suo dipinto a carattere storico. Nel 1855 espone ad una mostra dell'Accademia su Filippo IV di Spagna e dipinge la pala d'altare nella Chiesa di San Michele Arcangelo di Arsiero.[2]

Nel 1856 vince una borsa di studio per proseguire gli studi presso l'Accademia di belle arti di Roma. Lungo il viaggio verso Roma si trattiene a Bologna, dove viene derubato, ed in seguito a Firenze. All'inizio del mese di dicembre, durante il soggiorno nel capoluogo toscano, viene colpito dal vaiolo, morendone il 10 dello stesso mese a soli 23 anni. Venne sepolto nel cimitero delle Porte Sante. La sua città natale, Strigno, nel 2011 gli intitolò la biblioteca comunale.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Guido Suster, Del pittore Albano Tomaselli di Strigno, Trento, Giovanni Zippel, 1887, p. 2.
  2. ^ Vittorio Fabris, Il borgo di Strigno, Scurelle, Comune di Castel Ivano, 2017, p. 369.
  3. ^ Biblioteca Intercomunale Albano Tomaselli, su comune.castel-ivano.tn.it. URL consultato il 14 aprile 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN215906090 · GND (DE18906921X