Al di là del nero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Al di là del nero
Titolo originaleBeyond Black
AutoreHilary Mantel
1ª ed. originale2005
Genereromanzo
Lingua originaleinglese
AmbientazioneInghilterra, anni novanta-primi anni 2000

Al di là del nero è il nono romanzo, e l'undicesima opera, della pluripremiata scrittrice britannica Hilary Mantel, per il quale è stata candidata all'Orange Prize (vinto poi da Lionel Shriver). Narra la storia dell'amicizia tra una medium e la propria agente, manager e coinquilina.

Il romanzo è stato pubblicato dalla Fourth Estate nel 2005 e, in Italia, da Fazi Editore. La traduzione è di Giuseppina Oneto[1]

Sinossi[modifica | modifica wikitesto]

Un'esperienza paranormale porta Colette a frequentare medium e chiromanti in cerca di risposte: oltre a questa, infatti, il matrimonio l'ha destabilizzata. Colette ritrova un proprio equilibrio ad uno spettacolo di Alison Hart, una medium con poteri superiori alla norma che, sorprendentemente, le propone di diventare sua manager: Alison, infatti, è tanto presa dal mondo degli spiriti da non avere una gran praticità con la realtà, soprattutto con quella fiscale, verso la quale, invece, Colette è attenta e diligente. Il sodalizio tra le due, tuttavia, perde presto di vitalità, tanto che Colette perderà il precario equilibrio raggiunto grazie ad Alison e deciderà di tornare dall'ex marito.

Alison, tuttavia, ha atteggiamenti esasperanti perché, da giovane (sia da bambina sia da ragazza), aveva conosciuto le persone più crudeli che frequentavano la provincia inglese: sua madre, infatti, era una prostituta sempre circondata da uomini provenienti dagli ambienti più disparati, da quello militare a quello circense. Da quest'ultimo, Alison erediterà il proprio "spirito guida", del quale però non vede l'ora di sbarazzarsi: non solo, infatti, in vita aveva contribuito a seviziarla; da morto, fa dispetti e capricci. Per un po', Alison riesce a sbarazzarsene: lo spirito se ne va per seguire un certo "corso" riservato ai dipartiti. Tuttavia, tornerà e Alison sarà costretta a fare definitivamente i conti col proprio passato, senza più il sostegno di Colette.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]