Al Di Meola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Al Di Meola
Al Di Meola nel 1979
NazionalitàBandiera degli Stati Uniti Stati Uniti
GenereJazz
Fusion
World music
World fusion music
Periodo di attività musicale1974 – in attività
StrumentoChitarra
EtichettaEar Music, Columbia records
GruppiReturn to Forever
Album pubblicati34
Studio26
Live7
Raccolte1
Sito ufficiale
Grammy Award 1 volta vincitore ai Grammy awards

Albert Laurence Di Meola (Jersey City, 22 luglio 1954) è un chitarrista, compositore e produttore discografico statunitense di origine italiana di genere jazz fusion.

Al Di Meola è considerato dai critici come uno dei migliori chitarristi di ogni tempo e viene spesso definito come un vero virtuoso dello strumento.[1][2][3]

Al di Meola è stato membro del supergruppo di chitarristi formato, oltre che da lui, anche da John McLaughlin e Paco de Lucía[4]. Insieme i tre chitarristi si sono esibiti in varie tournée e, tra studio e live, hanno rilasciato quattro album. [5]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di Meola è un chitarrista americano di origini italiane, precisamente di Cerreto Sannita ( Benevento ) [6]

Nel 1971 si iscrive al Berklee College of Music a Boston (Massachusetts). Nel 1974 si unisce alla band di Chick Corea, i Return to Forever, fino alla rottura avvenuta nel 1976.

Oltre ad una prolifica carriera solista, Di Meola realizza collaborazioni con il cantante e musicista greco George Dalaras, con il cantante sardo ex Tazenda Andrea Parodi, il bassista Stanley Clarke, il violinista Jean-Luc Ponty, il tastierista Jan Hammer e formato un trio con i chitarristi John McLaughlin e Paco de Lucía. Agli inizi della sua carriera, come evidenziato nel suo primo album solista Land of the Midnight Sun (1976), Di Meola si distingue per la sua maestria tecnica ed i suoi assoli e composizioni complessi e molto veloci. Fin dai primi album, Di Meola inoltre inizia ad interessarsi e ad esplorare la cultura Mediterranea ed i generi musicali acustici ad essa appartenenti come il flamenco, esempi ne sono i brani Mediterranean Sundance e Lady of Rome, Sister of Brazil dall'album Elegant Gypsy (1977). I suoi primi album sono oggi diventati punti di riferimento e di influenza per molti chitarristi rock e jazz.

Al di Meola in concerto nel 2016

Di Meola successivamente esplora la musica latina ibridata al genere jazz fusion in album come Casino e Splendido Hotel. Dimostra di possedere anche un tocco più sottile ed intimo su brani acustici come Fantasia Suite for Two Guitars dall'album Casino e sul live album registrato con McLaughlin e De Lucia, Friday Night in San Francisco. Questo album è diventato uno degli album di chitarra acustica più popolari di sempre, vendendo due milioni di copie nel mondo.[7] Nel 1980, Di Meola va in tour con il chitarrista e rocker latino Carlos Santana. Con l'album Scenario, esplora i generi elettronici del jazz in collaborazione con il tastierista Jan Hammer (compositore della colonna sonora della serie tv Miami Vice). Coerentemente con i gusti in voga negli anni '80, si avvicina all'utilizzo dei sintetizzatori in album come Soaring Through a Dream. Nel corso degli anni '90, Di Meola registra album più vicini al genere della World music e ai moderni stili latini, scostandosi più dal jazz. Nel 2004 collabora con l'interprete sardo Andrea Parodi, con il quale intraprende una tournée mondiale chiamata Midnight in Sardinia. Nel 2005 esce l'album Midsummer Night in Sardinia che raccoglie i momenti migliori di questa tournée.

A partire dagli anni 2010, Al di Meola comincia a registrare una serie di album assimilabili alla musica popolare, realizzando cover di canzoni standard del XX secolo (tra tutti sono da ricordare i due album tributo ai Beatles).

Nel 2020 collabora con Dodi Battaglia, ex chitarrista dei Pooh, per il brano One sky[8].

Il 27 settembre 2023, durante un concerto in Romania, l'artista accusa un malore (successivamente identificato come infarto miocardico)[9] e viene trasportato d'urgenza in ospedale dove le sue condizioni vengono dichiarate stabili il giorno seguente.[10]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Al è stato sposato due volte, dal primo matrimonio, terminato col divorzio, è nata Valentina (1997).[11][12]

Il secondo matrimonio è avvenuto nel 2015 con Stephanie[13], dalla relazione sono nate due figlie.

Di Meola è un amante della cucina, specialmente quella italiana, e spesso si diverte a registrare alcuni video sui social in cui cucina per alcuni ospiti nella sua residenza del New Jersey oppure nella sua villa a Capri durante il cosiddetto "House Event" nel quale tramite prenotazione e pagamento di una somma di circa 12 mila euro, si può cenare in una delle sue residenze con delle pietanze cucinate da lui stesso e poi assistere ad un concerto privato.[14]

Appassionato di calcio, è tifoso del Napoli.[15]

Stile e successo[modifica | modifica wikitesto]

stile[modifica | modifica wikitesto]

Al Di Meola ha esplorato una grande varietà di stili, ma è particolarmente noto per il suo lavoro di jazz fusion con influenze derivanti dalla musica latina.[16]

All'inizio della sua carriera, Di Meola riuscì a farsi notare grazie alla sua padronanza tecnica, ai suoi assoli veloci e complessi e alle sue composizioni spesso sofisticate ed eleganti.[2][3]

Nel corso del tempo, Al comincia ad esplorare culture e generi differenti come il flamenco, la bossa nova, il tango (grazie anche alla sua amicizia con Astor Piazzola, a cui dedicherà l’album “Di Meola plays Piazzolla” del 1996) o la musica popolare (realizzando nel 2013 un album tributo ai Beatles “All your life - a tribute to the Beatles).[17][18][19]

Popolarità[modifica | modifica wikitesto]

Al Di Meola è riconosciuto all’unanimità come uno dei più importanti chitarristi di sempre sia da parte della critica specializzata sia da parte del pubblico.[20][21]

Durante una carriera che dura da 50 anni, si stima che Al di Meola abbia venduto più di 10 milioni di dischi in tutto il mondo.[22][23]

I suoi dischi più venduti sono “Friday Night in San Fransisco” in collaborazione con John McLaughlin e Paco de Lucía, che ha venduto più di 7 milioni di copie vendute e l’album del 1977 “Elegant Gipsy” che ha raggiunto il milione di copie.[24][25]

Di Meola ha ricevuto diversi riconoscimenti tra i quali un Grammy Award e l’inserimento nella classifica dei migliori 100 chitarristi di ogni epoca nella rivista specializzata “Classic rock”.[26]

Durante la sua lunghissima carriera musicale, ha lavorato con alcuni tra i più grandi artisti della storia tra i quali: Chick Corea, Pavarotti, Phil Collins, Paul Simon, Pino Daniele, Paco De Lucía e molti altri.[27][28][29]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

  • 1976 - Land of the Midnight Sun
  • 1977 - Elegant Gypsy
  • 1978 - Casino
  • 1980 - Splendido Hotel
  • 1982 - Electric Rendezvous
  • 1983 - Scenario
    Al di Meola nel 2013 a Lussemburgo
  • 1985 - Cielo e Terra
  • 1985 - Soaring Through a Dream
  • 1987 - Tirami Su
  • 1991 - Kiss My Axe
  • 1991 - World Sinfonia
  • 1993 - World Sinfonia II - Heart of the Immigrants
  • 1994 - Orange and Blue
  • 1996 - Di Meola Plays Piazzolla
  • 1998 - The Infinite Desire (realizzato in collaborazione con Pino Daniele)
  • 1999 - Winter Nights
  • 2000 - World Sinfonia - The Grande Passion
  • 2002 - Flesh on Flesh
  • 2006 - Vocal Rendezvous
  • 2006 - Consequence of Chaos
  • 2006 - Diabolic Inventions And Seduction For Solo Guitar
  • 2008 - World Sinfonia - La Melodia (Live in Milano)
  • 2011 - Pursuit of Radical Rhapsody
  • 2013 - All Your Life - A Tribute to the Beatles
  • 2015 - Elysium
  • 2018 - Opus
  • 2020 - Across the Universe

Album live[modifica | modifica wikitesto]

  • 1982 - Tour De Force Live
  • 2007 - Live in London
  • 2008 - Melodia live in Milano
  • 2009 - World Sinfonia: Live from Seattle and Elsewhere
  • 2012 - Live at the North Sea jazz Festival
  • 2017 - Marocco Fantasia
  • 2018 - Elegant Gypsy & More

Con John McLaughlin e Paco de Lucía[modifica | modifica wikitesto]

Con i Return To Forever[modifica | modifica wikitesto]

  • 1974 - Where Have I Known You Before
  • 1975 - No Mystery
  • 1976 - Romantic Warrior
  • 2008 - Returns

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

  • 1980 - Anthology

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AL DI MEOLA, su universumguitars.com. URL consultato il 5 agosto 2023.
  2. ^ a b Al Di Meola, su Kino Music Srl. URL consultato il 13 agosto 2023.
  3. ^ a b Al Di Meola, su Festival Jazz della Spezia. URL consultato il 13 agosto 2023.
  4. ^ Paco DE LUCIA, Al DI MEOLA, John McLAUGHLIN - THE GUITAR TRIO (LP), su Audiokit. URL consultato l'8 settembre 2023.
  5. ^ Paco De Lucía, Al Di Meola, John McLaughlin - The Guitar Trio, 15 ottobre 1996. URL consultato l'8 settembre 2023.
  6. ^ Profilo personale Artista
  7. ^ Al Di Meola New World Sinfonia, Nova Concerts International, June 15, 2011.
  8. ^ One Sky, su YouTube. URL consultato il 17 ottobre 2020.
  9. ^ (EN) American Guitarist Al Di Meola Suffers Heart Attack Onstage, su Peoplemag. URL consultato il 28 settembre 2023.
  10. ^ (EN) US guitarist Al Di Meola suffers a heart attack on stage in Romania but is now in a stable condition, su AP News, 28 settembre 2023. URL consultato il 28 settembre 2023.
  11. ^ (EN) Innerviews, Al Di Meola - Telling It Like It Is, su Innerviews: Music Without Borders. URL consultato il 6 agosto 2023.
  12. ^ (DE) Al Di Meola: „Elysium“ is the result of my pains and my joy | jazzandrock.com, su jazzandrock.com. URL consultato il 6 agosto 2023.
  13. ^ Al Di Meola (Chitarrista) - Età, compleanno, biografia, fatti, famiglia, patrimonio netto, altezza e altro, su AllFamous.org. URL consultato il 6 agosto 2023.
  14. ^ (EN) Who Is Al Di Meola Wife Stephanie Di Meola?, su worldwidetune.com. URL consultato il 6 agosto 2023.
  15. ^ Accedi • Instagram, su www.instagram.com. URL consultato il 6 agosto 2023.
  16. ^ Concerti di Al Di Meola, su Mailticket: biglietti low cost per concerti, spettacoli ed eventi in tutta Italia. URL consultato il 13 agosto 2023.
  17. ^ (EN) Troy Grady published, Bedrock of Shred: Al Di Meola's Amazing Sixes, su guitarworld, 12 dicembre 2018. URL consultato il 13 agosto 2023.
  18. ^ (EN) Jamie Dicksonpublished, Al Di Meola's 10 tips for guitarists, su MusicRadar, 30 settembre 2015. URL consultato il 13 agosto 2023.
  19. ^ Rockol com s.r.l, √ Al Di Meola, su Rockol. URL consultato il 13 agosto 2023.
  20. ^ (EN) AL DI MEOLA, su Progarchives.com. URL consultato il 13 agosto 2023.
  21. ^ redazione, Al Di Meola torna a Cerreto Sannita: domenica sera incontro con uno dei più grandi chitarristi al mondo, su NTR24.TV - News su cronaca, politica, economia, sport, cultura nel Sannio, 12 agosto 2023. URL consultato il 13 agosto 2023.
  22. ^ Accordo.it, ACCORDO - Al Di Meola., su www.accordo.it. URL consultato il 13 agosto 2023.
  23. ^ Stefano Tavernese, Al Di Meola e l'importanza di suonare meno note, su Musicoff Community, 26 febbraio 2018. URL consultato il 13 agosto 2023.
  24. ^ Direttore, Il grande chitarrista Al Di Meola giovedì sul palco di “CarpInJazz”, su Modena 2000, 18 luglio 2023. URL consultato il 13 agosto 2023.
  25. ^ (it) In The Style Of Al Di Meola, su Guitars Exchange. URL consultato il 13 agosto 2023.
  26. ^ (EN) Al Di Meola, su Classic Rock Review, 11 agosto 2023. URL consultato il 13 agosto 2023.
  27. ^ (EN) Al Di Meola, su aldimeola. URL consultato il 13 agosto 2023.
  28. ^ Al di Meola e’ Cilentano? – chi e’ Al di Meola - cilentano.it, su cilentano.it, 28 agosto 2021. URL consultato il 13 agosto 2023.
  29. ^ Rockol com s.r.l, √ Al Di Meola, le sue collaborazioni più celebri, su Rockol. URL consultato il 13 agosto 2023.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN85427757 · ISNI (EN0000 0001 1450 4961 · Europeana agent/base/65424 · LCCN (ENn83046965 · GND (DE13435947X · BNE (ESXX844993 (data) · BNF (FRcb13893286n (data) · J9U (ENHE987007330157705171 · NDL (ENJA00737749 · CONOR.SI (SL18348643 · WorldCat Identities (ENlccn-n83046965