Al-Musta'in (hudide)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Sulaymān ibn Hūd al-Judhāmī, detto al-Mustaʿīn bi-llāh (in arabo: سليمان "المستعين بالله" بن هود‎; ... – Saragozza, 1046), è stato un Emiro arabo di Saragozza.

Sulaymān ibn Hūd, o al-Mustaʿīn I, fu un membro della famiglia dei Banū Hūd, che governò in epoca medievale la ṭāʾifa di Saragozza (Saraqusṭa), in al-Andalus.[1]

Dopo aver fatto parte della compagine amministrativo-militare di Almanzor, in quanto qāḍī, assunse il governo di Lerida. Dette ospitalità al deposto Califfo omayyade Hishām III al-Muʿtadd fino alla sua morte nel 1036.
Fu un sostenitore dei Tugibidi di Saragozza e partecipò nel 1018 alla infelice campagna militare intrapresa dal Califfo al-Murtaḍā contro Granada. In seguito alla morte del tugibide Mundhir II ibn Yaḥyā, prese il controllo di Saragozza (Settembre-Ottobre 1039), regnandovi fino al 1046, anno della sua morte.

Gli succedette suo figlio Aḥmad al-Muqtadir.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie