Al-Ala

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Al-Ala
Sūra87
Āyāt19
TipologiaSure meccane

Al-Ala (L'Altissimo) è l'ottantasettesima Sura del Corano, una sura meccana composta da 19 versetti. Questa sura tratta principalmente dell'invito alla riflessione sulla creazione divina e sull'importanza della preghiera e della purificazione spirituale.

L'Invito alla Riflessione

[modifica | modifica wikitesto]

Versetti 1-5: La sura si apre con un invito alla riflessione sulla creazione divina, sottolineando l'importanza di riconoscere l'onnipotenza e la grandezza di Allah.

L'Avvertimento ai Miscredenti

[modifica | modifica wikitesto]

Versetti 6-10: Viene avvertito coloro che rifiutano il messaggio divino della punizione che li attende per la loro incredulità e ostinazione.

L'Elogio dei Credenti

[modifica | modifica wikitesto]

Versetti 11-17: Viene lodata la rettitudine dei credenti che credono in Allah e compiono azioni giuste, invitandoli a perseverare sulla retta via.

L'Avvertimento ai Trasgressori

[modifica | modifica wikitesto]

Versetti 18-19: La sura si conclude con un avvertimento ai trasgressori riguardo alla punizione che li attende per le loro azioni ingiuste.

La Sura Al-Ala è importante perché invita alla riflessione sulla grandezza divina manifestata nella creazione e sottolinea l'importanza della fede e della rettitudine morale. Essa avverte i miscredenti della punizione che li attende per la loro incredulità e invita i credenti a perseverare nella loro fede e nel loro comportamento morale. Inoltre, la sura ammonisce i trasgressori riguardo alla punizione che li attende per le loro azioni ingiuste. La sura è quindi significativa per la sua testimonianza della grandezza di Allah e della responsabilità umana di fronte alla verità e alla giustizia.

  • Il Corano, traduzione di Hamza Roberto Piccardo, 7ª ed., Newton Compton, 2015, ISBN 9788854174603.
  • Il Corano, collana Le Religioni, traduzione di Martino Mario Moreno, La Repubblica, 2005 [1967], ISBN 9788854174603.

Altri progetti

[modifica | modifica wikitesto]
Controllo di autoritàVIAF (EN5032159477760627990002 · GND (DE4383657-4
  Portale Islam: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Islam