Aiuto:Blocco automatico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Come indica il nome, un blocco automatico è un blocco attuato dal software MediaWiki per uno specifico indirizzo IP, quando si tenta di fare delle modifiche a Wikipedia da un indirizzo IP che è stato usato di recente da un utente bloccato.

Per ciascuna modifica, il software MediaWiki tiene traccia dell'indirizzo IP utilizzato per collegarsi al sito. L'archivio degli indirizzi IP utilizzati da tutti gli utenti è riservato e accessibile solo alle persone con diritti di CheckUser e al software stesso.

Che succede?[modifica | modifica sorgente]

Se un utente bloccato tenta di fare modifiche al sito, l'indirizzo IP da cui proviene è bloccato automaticamente perché non possa ripetere l'azione in modo anonimo oppure sotto un altro nome. Quando viene bloccato un utente con IP dinamico (variabile nel tempo), vengono bloccati automaticamente anche tutti gli indirizzi IP utilizzati nei giorni precedenti. Questo vale anche se gli indirizzi sono già stati "riciclati" e assegnati nel frattempo ad altri ignari utenti dello stesso provider. In questo caso il blocco automatico è una forma di "danno collaterale".

Il blocco automatico dura 24 ore. Nel caso di provider Internet che assegnano gli IP in modo dinamico, tali blocchi possono coinvolgere decine di persone prima di scadere. Se il blocco sull'utente è infinito, il software può continuare ad impostare blocchi automatici anche mesi o anni dopo l'impostazione del blocco iniziale.

Sei stato bloccato ingiustamente?[modifica | modifica sorgente]

Se ti accorgi che il tuo indirizzo IP è stato bloccato automaticamente e per errore, contatta l'amministratore che ha bloccato l'utente a suo tempo, attraverso il collegamento "scrivi all'utente" sulla sua pagina di discussione, e chiedi di essere sbloccato; in alternativa, puoi chiedere aiuto sul canale IRC di Wikipedia, #wikipedia-it sulla rete Freenode.

Attenzione: è necessario specificare che si tratta di un blocco automatico e riportare con precisione il messaggio che appare per indicare il blocco, Automaticamente bloccato perché l'indirizzo IP è condiviso con "(nomeutente)". In caso contrario, gli amministratori non hanno modo di sapere quale indirizzo sbloccare.

Nota
Stop hand nuvola.svg

L'amministratore non ha alcun potere di influire sul blocco automatico, se perciò vi ritrovate bloccati senza averne colpa, non prendetevela con l'admin che ha apposto il blocco, ma collaborate nei modi indicati per ridurre il danno al minimo inevitabile.

Anche se la pagina degli IP bloccati fa riferimento all'amministratore che ha deciso il blocco iniziale, si tenga presente che i blocchi automatici non sono decisi dagli amministratori ma dal software MediaWiki. Non è previsto alcun avviso nel momento in cui scatta un blocco automatico, né direttamente all'amministratore né nel suo log dei blocchi personali. L'unico modo per scoprirlo è consultare la pagina Special:Ipblocklist. Gli amministratori non possono né disattivare la funzione di blocco automatico, né conoscere gli IP coinvolti (la politica relativa alla privacy di Wikipedia prevede che gli IP degli utenti non siano resi noti al pubblico, amministratori compresi). Gli indirizzi IP vengono quindi mascherati sulla pagina dei blocchi.

Occorre quindi mantenere la calma da entrambi i lati; gli utenti bloccati ingiustamente devono evitare di saltare addosso all'ignaro amministratore, che non ha modo di cambiare le cose; gli amministratori devono controllare spesso la pagina dei blocchi e sbloccare tutti i blocchi automatici legati a un certo utente se scatta più volte in rapida successione il blocco automatico (due o più attivazioni in pochi minuti sono una buona indicazione di danni collaterali derivanti dal blocco di un utente).

Pagine correlate[modifica | modifica sorgente]