Air Transat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Air Transat
Logo
Air Transat, C-GOIE, Airbus A321-271NX (49585974722).jpg
StatoCanada Canada
Forma societariaPublic company
Borse valoriBorsa di TorontoTRZ.A
Fondazionedicembre 1986
Fondata daFrançois Legault
Sede principaleMontréal
GruppoTransat A.T.
Persone chiaveAnnick Guérard (CEO)
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
Dipendenti1 733 (2021)
Sito webwww.airtransat.com/
Compagnia aerea standard
Codice IATATS
Codice ICAOTSC
Indicativo di chiamataAIR TRANSAT
Primo volo14 novembre 1987
Hub
Flotta31 (nel 2022)
Destinazioni75 (nel 2022)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Air Transat è una compagnia aerea canadese con sede a Montreal, Quebec. Fondata nel 1986, è la terza compagnia aerea del paese, operando voli di linea e charter verso 60 destinazioni in 25 paesi.[1][2] Air Transat è di proprietà e gestita da Transat A.T. Inc.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni (1986-1999)[modifica | modifica wikitesto]

François Legault fondò Air Transat con altri partner come Jean-Marc Eustache, Philippe Sureau, Lina de Cesare, Yvon Lecavalier e Pierre Ménard nel 1987, tuttavia, nel 1997 lasciò l'azienda senza preavviso in quanto era in disaccordo con i suoi soci.[3] Il primo volo venne effettuato il 14 novembre 1987 sulla tratta Montréal-Acapulco. Sei anni dopo, Air Transat assunse la base di manutenzione e gli aerei della dismessa Nationair.

Espansione (2000-2018)[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 settembre 2013, Air Transat ha stipulato un contratto di locazione stagionale con la compagnia aerea leisure di Air France-KLM, Transavia France, coprendo il noleggio di un massimo di nove Boeing 737-800 entro il 2019. L'accordo, che ha esteso un accordo sulla capacità invernale del 2010, prevedeva che Transavia France noleggiasse quattro 737-800 ad Air Transat durante l'inverno 2014, cinque nel 2016, sei nel 2017, sette nel 2018 e otto nel 2019.[4]

Nel maggio 2017, Air Transat e Flair Airlines sono state accusate da CBC News di aver fuorviato clienti e autorità di regolamentazione sia in Canada che in Messico per aver commercializzato e venduto biglietti diretti tra Edmonton e Cancun. La CBC ha scoperto una lettera in cui le compagnie aeree ammettevano che avrebbero spesso deviato per uno scalo tecnico per fare rifornimento.[5]

Sviluppi recenti (2019-)[modifica | modifica wikitesto]

Vendita ad Air Canada[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 maggio 2019, Transat AT (società proprietaria di Air Transat), ha annunciato di essere in trattativa esclusiva per essere acquistata da Air Canada. Quest'ultima ha successivamente fatto un'offerta a 13 dollari per azione mentre un'altra società, il gruppo Mach, ha proposto l'acquisto a 14 dollari. Il 27 giugno, la dirigenza di Transat AT ha accettato l'offerta interamente in contanti di Air Canada di 520 milioni di dollari e non ha commentato la proposta da 527,6 milioni del Gruppo Mach perché i colloqui con Air Canada erano ancora esclusivi. L'accordo ha richiesto l'approvazione di due terzi degli azionisti nonostante alcuni importanti investitori e alcuni analisti finanziari avevano dichiarato che l'offerta era inferiore al vero valore dell'azienda. Tuttavia, per la vendita di Transat AT sarebbe stata necessaria l'approvazione normativa e governativa benché la dichiarazione da parte di Air Canada che la compagnia aerea avrebbe mantenuto il proprio marchio.[6]

A metà agosto del 2019, Air Canada ha aumentato l'offerta di quasi il 40% a 18 dollari per azione anziché i 13 dollari precedenti, valutando l'acquisizione a 720 milioni di dollari, per ottenere il sostegno di Letko Brosseau, il maggiore azionista di Transat AT con il 19% del società.[7] Il 23 agosto, una maggioranza del 95% degli azionisti votanti di Air Transat ha approvato la proposta Air Canada a 18 dollari per azione, dopo che il tribunale amministrativo dei mercati finanziari del Québec aveva respinto l'offerta concorrente del Groupe Mach il 12 agosto.[8] La transazione proposta sarebbe dovuta essere valutata pubblicamente dal Transport Canada entro il 2 maggio 2020, prima della chiusura dell'acquisizione ma è stata poi posticipata.[8]

L'accordo è stato rivisto al ribasso nell'ottobre 2020 a 5 dollari per azione, a causa delle difficoltà finanziarie derivate dalle restrizioni agli spostamenti, in relazione alla pandemia di COVID-19, per un totale di 180 milioni di dollari.[9]

Tuttavia, Air Canada ha annullato il processo di acquisizione nell'aprile 2021, a seguito del mancato ottenimento dell'approvazione alla fusione da parte della Commissione europea. La società ha pagato una penale di 12,5 milioni di dollari a favore di Air Transat.[10][11]

Pandemia di COVID-19[modifica | modifica wikitesto]

Il 23 luglio 2020, Air Transat ha annunciato che avrebbe ripreso i servizi a seguito di un'interruzione di 112 giorni indotta dalla pandemia di COVID-19.[12] Nel gennaio 2021, mentre la pandemia continuava, Air Transat ha annunciato che avrebbe nuovamente sospeso le sue operazioni dal 29 gennaio al 30 aprile 2021.[13]

Il sito di consumatori britannico MoneySavingExpert ha definito Air Transat una delle società di viaggi con le peggiori prestazioni per il rimborso dei passeggeri i cui voli sono stati cancellati. La Civil Aviation Authority (CAA) del Regno Unito, in un rapporto che esamina l'impatto del COVID-19 sul trattamento riservato ai passeggeri da e verso il Regno Unito durante la pandemia, ha rilevato che Air Transat era una delle compagnie aeree che non aveva fornito rimborsi in contanti ai passeggeri i cui voli erano stati cancellati, in violazione del Flight Compensation Regulation.[14] Il regolamento richiede alle compagnie aeree di rimborsare i passeggeri i cui voli sono stati cancellati in qualsiasi circostanza, inclusa la pandemia di COVID-19; il rapporto rilevava anche che le indagini della CAA, durante la preparazione del rapporto, avevano portato Air Transat a garantire che tutti i pagamenti in contanti d'ora in poi sarebbero stati gestiti correttamente.[14]

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Un Airbus A310-300.
Un Airbus A330-300.

Flotta attuale[modifica | modifica wikitesto]

Ad agosto 2022 la flotta di Air Transat è così composta[15]:

Aereo In flotta Ordini Passeggeri Note
J Y Totale
Airbus A321-200 7 189 189
220 220
Airbus A321LR 12 5 12 187 199
Airbus A330-200 11 12 320 332
12 333 345
Airbus A330-300 1 12 334 346
Totale 31 5

Flotta storica[modifica | modifica wikitesto]

Air Transat operava in precedenza con i seguenti aeromobili[15]:

Aereo Esemplari Inserimento Dismissione Note
Airbus A310-300 14 2000 2020
Airbus A320-200 6 2003 2018
Boeing 737-400 2 1999 2000
Boeing 737-700 4 2017 2019
Boeing 737-800 29 2014 2022
Boeing 757-200 9 1992 2004
Lockheed L-1011 TriStar sconosciuto

Incidenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Il 6 luglio 2001, il volo Air Transat 906, operato da un Lockheed L-1011 TriStar, è tornato all'aeroporto di Lione-Saint-Exupéry dopo aver incontrato una forte grandinata. L'aereo è riuscito ad atterrare, ma è stato ritirato dal servizio a causa dei gravi danni riportati. È ancora utilizzato oggi per l'addestramento di emergenza all'aeroporto di Lione.[16]
  • Il 24 agosto 2001, il volo Air Transat 236, operato da un Airbus A330-200, in rotta da Toronto a Lisbona con 306 persone a bordo e pilotato dal comandante Robert Piche e dal primo ufficiale Dirk de Jager, ha effettuato un atterraggio di emergenza nelle Azzorre con i motori spenti a causa dell'esaurimento del carburante avvenuto sopra l'Oceano Atlantico. L'aereo è atterrato in sicurezza alla base aerea di Lajes, sull'isola di Terceira. L'aereo è stato evacuato in 90 secondi. Tutti i 306 passeggeri a bordo sono sopravvissuti. Un'indagine ha rivelato che la causa dell'incidente è stata una perdita di carburante nel motore numero due, causata da un componente difettoso installato nell'impianto idraulico dal personale di manutenzione di Air Transat. La parte non ha mantenuto uno spazio adeguato tra le linee idrauliche e la linea del carburante, facendo sì che le vibrazioni nelle linee idrauliche degradassero la linea del carburante e causassero la perdita. L'aereo coinvolto nell'incidente è stato riparato ed è rimasto in servizio con Air Transat fino a marzo 2020. L'incidente è passato alla storia come il volo e l'atterraggio senza motori più lungo di un aereo di linea commerciale.[17][18]
  • Il 6 marzo 2005, il volo Air Transat 961 ha subito un cedimento strutturale a causa di cui il timone si è staccato in volo. L'equipaggio è stato in grado di riprendere il controllo dell'aereo a sufficienza per tornare in sicurezza a Varadero. L'indagine che è seguita ha stabilito che la procedura di ispezione del produttore per il timone non era adeguata. Le procedure di ispezione per le strutture composite sugli aerei di linea sono state modificate a causa di questo incidente.[19]
  • Il 18 luglio 2016, il volo Air Transat 725, operato da un Airbus A310-300 in rotta da Glasgow a Toronto con 250 passeggeri a bordo, è stato bloccato durante la notte in seguito all'arresto dei piloti, il comandante Jean-François Perreault e Imran Zafar Syed, con l'accusa di trovarsi sotto l'influenza di alcol. Il volo alla fine partì con un nuovo equipaggio e arrivò a Toronto a mezzogiorno del giorno successivo. Entrambi i piloti sono stati prosciolti da tutte le accuse nell'aprile 2018.[20]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) About Air Transat, su Air Transat. URL consultato il 18 gennaio 2022.
  2. ^ (EN) Customer Service and How to Contact Us, su Air Transat. URL consultato il 18 gennaio 2022.
  3. ^ (EN) Philip Authier, Montreal Gazette Updated: September 22, 2018, Quebec election: François Legault is a pragmatist at heart | Montreal Gazette, su montrealgazette.com, 22 settembre 2018. URL consultato il 20 marzo 2020.
  4. ^ (EN) Transavia France inks 737-800 deal with Air Transat | Aviation Week Network, su aviationweek.com. URL consultato il 18 gennaio 2022.
  5. ^ (EN) John Nicol, Aaron Saltzman, The 'Mexican game': How Air Transat misled passengers and aviation officials, su cbc.ca.
  6. ^ (EN) Transportation, Airlines, Transat accepts Air Canada’s $520-million buyout offer | Financial Post, su business.financialpost.com, 27 giugno 2019. URL consultato il 20 marzo 2020.
  7. ^ (EN) David Kaminski-Morrow, Air Canada substantially hikes price for Air Transat, su Flight Global. URL consultato il 20 marzo 2020.
  8. ^ a b (EN) Air Canada Transat takeover unlikely to close in early 2020, su Flight Global. URL consultato il 20 marzo 2020.
  9. ^ (EN) Pete Evans, Air Canada agrees to still take over Air Transat, but for much lower price, su cbc.ca.
  10. ^ (IT) Redazione MD80.it, Air Canada e Transat accettano di terminare l'Arrangement Agreement, su MD80.it. URL consultato il 3 aprile 2021.
  11. ^ (EN) Air Canada Drops Transat Takeover After Battle With Europe, su bloomberg.com. URL consultato il 18 gennaio 2022.
  12. ^ (FR) Transat renaît… modestement, su La Presse, 23 luglio 2020. URL consultato il 18 gennaio 2022.
  13. ^ (EN) Information about coronavirus (COVID-19), su Air Transat. URL consultato il 18 gennaio 2022.
  14. ^ a b (EN) Civil Aviation Authority, CAA review into airline refund practices during the Covid-19 pandemic (PDF), su publicapps.caa.co.uk.
  15. ^ a b (EN) Air Transat Fleet Details and History, su planespotters.net. URL consultato il 18 gennaio 2022.
  16. ^ (EN) Harro Ranter, ASN Aircraft accident Lockheed L-1011-385-1-14 TriStar 150 C-FTNA Lyon, su aviation-safety.net. URL consultato il 18 gennaio 2022.
  17. ^ (EN) A330 'glider' drama facts revealed, su Flight Global. URL consultato il 18 gennaio 2022.
  18. ^ (EN) Harro Ranter, ASN Aircraft accident Airbus A330-243 C-GITS Terceira-Lajes AFB, Azores (LFB), su aviation-safety.net. URL consultato il 18 gennaio 2022.
  19. ^ (EN) Transportation Safety Board of Canada, LOSS OF RUDDER IN FLIGHT - AIR TRANSAT - AIRBUS A310-308 C-GPAT - MIAMI, FLORIDA, 90 nm S - 06 MARCH 2005 (PDF), su tsb.gc.ca.
  20. ^ (EN) 'Alcohol' pilots cleared after evidence blunder, in BBC News, 26 aprile 2018. URL consultato il 18 gennaio 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN146543226 · LCCN (ENno2015092115 · WorldCat Identities (ENlccn-no2015092115