Air Mauritius

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Air Mauritius
Logo
lang=it
StatoMauritius Mauritius
Fondazione14 giugno 1967
Sede principaleAir Mauritius building,
Port Louis
FilialiAirmate Ltd.
Air Mauritius Holidays Ltd.
Air Mauritius Holidays Ltd. Australia
Air Mauritius Institute Co. Ltd.
Air Mauritius SA Ltd.
Mauritian Holidays Ltd. UK
Mauritius Helicopters Ltd.
Mauritius Estate Development Corporation Ltd.
Pointe Coton Resort Hotel Company Ltd.
Mauritius Shopping Paradise Company Ltd.
Persone chiave
  • Arjoon Suddhoo (Presidente del consiglio di amministrazione)
  • Somaskaran Appavou (CEO)
SettoreAeronautico
FatturatoGreen Arrow Up.svg 509,6 milioni di (2018)
Utile nettoGreen Arrow Up.svg 44,4 milioni di (2018)
Sito web
Compagnia aerea di bandiera
Codice IATAMK
Codice ICAOMAU
Indicativo di chiamataAIR MAURITIUS
Primo voloAgosto 1972
HubAeroporto Internazionale Sir Seewoosagur Ramgoolam
Frequent flyerKestrelflyer
AlleanzaVanilla Alliance
Flotta14 (2018)
Destinazioni22 (2018)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Air Mauritius è la compagnia aerea di bandiera di Mauritius. La sua sede è a Port Louis,[1] mentre la sua base operativa è presso l'aeroporto Internazionale Sir Seewoosagur Ramgoolam.

La compagnia è al 51% di proprietà di Air Mauritius Holdings Ltd., il cui azionista di maggioranza è il governo mauriziano;[2] quote di minoranza sono possedute da Air France e da Air India.

Air Mauritius è il quarto più grande vettore aereo dell'Africa sub-sahariana,[3] ed ha una posizione di rilievo nei mercati europei, africani e nell'area dell'Oceano Indiano. Nel 2011 la compagnia vinse per il settimo anno consecutivo l'Indian Ocean Leading Airline Prize.[4]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Un Boeing 767-200 della Air Mauritius all'aeroporto di Perth (2003).
Un ATR-42 della Air Mauritius all'aeroporto di Malta (2002).
Un Boeing 707-420 della Air Mauritius all'aeroporto di Parigi-Orly (1978).

La compagnia fu costituita il 14 giugno 1967 congiuntamente dal Governo di Mauritius, da Air France e da British Overseas Airways Corporation[5], ma si occupò solamente dei servizi di terra fino all'agosto 1972 quando ottenne in leasing da Air Madagascar un Piper PA-31 Navajo[6].

Nel 1973 la compagnia effettuò il primo volo con destinazione Londra, via Nairobi, con un Vickers VC10 ottenuto in wet lease da British Airways[6]. Negli anni seguenti le rotte a lungo raggio furono effettuate con Boeing 707 e Boeing 747, sostituiti a partire dal 1988 con Boeing 767 e dal 1994 con Airbus A340[7][8]; le rotte a medio raggio verso l'Africa sono state effettuate a partire dal 2001 con la consegna del primo Airbus A319[9], mentre per effettuare voli verso le isole vicine sono stati acquistati ATR 42 e ATR 72.

Nel 1995 la compagnia venne quotata alla Borsa di Mauritius. Al 31 marzo 2011 i maggiori azionisti sono Air Mauritius Holdings (51%) ed il Governo di Mauritius (8,4%), mentre altri investitori detengono una partecipazione complessiva pari al 19,9% delle quote azionarie[10].

Nel luglio 2014 Air Mauritius decise di ammodernare e ampliare la flotta dei velivoli ordinando 4 aeromobili Airbus A350 XWB (A350-900) più ulteriori due aeromobili dello stesso modello in leasing. L'annuncio avvenne al Salone Internazionale di Farnborough[11].

Destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

Un Airbus A319 della Air Mauritius in fase di atterraggio.
Un A350 della Air Mauritius.

Nel settembre del 2015 la compagnia firmò un accordo di cooperazione con Air Austral, Air Madagascar, Air Seychelles e Inter Ile Air formando la Vanilla Alliance. [12]

Ad ottobre 2018 la compagnia offriva 22 destinazioni dal suo hub principale, 19 delle quali su scala internazionale. [13]

Accordi di codeshare[modifica | modifica wikitesto]

Air Mauritius ha accordi di codeshare con le seguenti compagnie aeree:[14]

Frequent flyer[modifica | modifica wikitesto]

Il programma frequent flyer di Air Mauritius si chiama Kestrelflyer ed due tipi di tessere: la Silver e la Gold.[16]

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Flotta attuale[modifica | modifica wikitesto]

A giugno 2018 la flotta di Air Mauritius risulta composta dai seguenti aeromobili:[17]

Flotta di Air Mauritius
Aereo In flotta Ordini Passeggeri Note
J Y Totale
Airbus A319-100 2 16 108 124
132 132
Airbus A330-200 2 24 251 275
Airbus A330-900neo 2 TBA
Airbus A340-300 5 34 264 298 To be replaced by Airbus A330-900 & A350-900.[18]
266 300
Airbus A350-900 2 4[19] 28 298 326
ATR 72-500 3 72 72
Totale 14 6

Oltre agli aeromobili in tabella la compagnia possiede anche 2 Bell 206 JetRanger utilizzati per servizi turistici.[20]

Flotta storica[modifica | modifica wikitesto]

La compagnia, nel corso della sua storia, ha anche utilizzato i seguenti aeromobili:[21]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) World Offices, in airmauritius.com. URL consultato il 10 marzo 2012.
  2. ^ (EN) Annual report 2010/2011 (PDF), su airmauritius.com, p. 150. URL consultato il 10 marzo 2012.
  3. ^ (EN) Kamlesh Bhuckory, Air Mauritius Posts Third-Quarter Loss; Warns on Full-Year, in businessweek.com, 22 febbraio 2012. URL consultato il 10 marzo 2012.
  4. ^ (EN) Air Mauritius, in worldtravelawards.com. URL consultato il 10 marzo 2012.
  5. ^ (EN) World Airline Survey... Air Mauritius Ltd, in FlightGlobal, 11 aprile 1968. URL consultato il 19 marzo 2012.
  6. ^ a b (EN) Andrzej Jeziorski, Tropical lifeline, in FlightGlobal, 23 agosto 1994, 40-41. URL consultato il 19 marzo 2012.
  7. ^ (EN) Air Mauritius expands its fleet with new Airbus A340-300E aircraft, in airbus.com, 27 giugno 2005. URL consultato il 20 marzo 2012.
  8. ^ (EN) 767 – Extending the range, in FlightGlobal, 4 giugno 1988. URL consultato il 20 marzo 2012.
  9. ^ (EN) Marketplace, in FlightGlobal, 16 maggio 2000. URL consultato il 20 marzo 2012.
  10. ^ (EN) Annual report 2010/2011 (PDF), su airmauritius.com, p. 41. URL consultato il 10 marzo 2012.
  11. ^ Air Mauritius amplia e modernizza la flotta con 6 Airbus A350 XWB, teleborsa.it, 16 luglio 2014. URL consultato il 16 luglio 2014.
  12. ^ Kurt Hofmann, Indian Ocean airlines seal Vanilla Alliance, Air Transport World, 25 settembre 2015 (archiviato dall'url originale l'11 ottobre 2015). 
  13. ^ Timetable (Effective 28 ottobre 2018–30 marzo 2019) (PDF), Air Mauritius (archiviato dall'url originale il 29 dicembre 2018).
  14. ^ Profile on Air Mauritius, su CAPA, Centre for Aviation. URL consultato l'11 novembre 2016 (archiviato dall'url originale l'11 novembre 2016).
  15. ^ Singapore Airlines And Air Mauritius Sign Codeshare Agreement, su www.singaporeair.com.
  16. ^ KestrelFlyer, Air Mauritius. URL consultato il 21 giugno 2011.
  17. ^ https://www.airmauritius.com/onboard.htm
  18. ^ Bruce Drum, Air Mauritius to lease two Airbus A330-900neo aircraft from ALC, su World Airline News, 17 febbraio 2017. URL consultato il 17 febbraio 2017.
  19. ^ Karen Walker, Air Mauritius to buy four A350s, lease two more, in Air Transport World, 16 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2014).
  20. ^ Helicopter Tours, Air Mauritius. URL consultato l'11 agosto 2012 (archiviato l'11 agosto 2012).
  21. ^ Profile for: Air Mauritius, AeroTransport Data Bank, 13 giugno 2013. URL consultato il 14 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 13 giugno 2013).
  22. ^ a b World airline directory – Air Mauritius, in Flight International, vol. 157, nº 4722, 4–10 April 2000, p. 63, ISSN 0015-3710 (WC · ACNP) (archiviato il 20 ottobre 2013).
  23. ^ a b World airline directory – Air Mauritius, in Flight International, 30 marzo 1985, p. 47 (archiviato il 19 agosto 2013).
  24. ^ World airline directory – Air Mauritius, in Flight International, vol. 118, nº 3716, 26 luglio 1980, p. 277 (archiviato il 19 ottobre 2013).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN292434748 · LCCN (ENno2012160913