Ain't No Sunshine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ain't No Sunshine
ArtistaBill Withers
Tipo albumSingolo
PubblicazioneSettembre 1971
Durata2:04
Album di provenienzaJust As I Am
GenereSoul
Rhythm and blues
Blues
EtichettaSussex Records
ProduttoreBooker T. Jones
Registrazione1971
FormatiVinile
Certificazioni
Dischi d'oroItalia Italia[1]
(vendite: 25 000+)
Bill Withers - cronologia
Singolo precedente
Singolo successivo
Grandma's Hands
(1971)

Ain't No Sunshine è un singolo del cantante statunitense Bill Withers pubblicato nel settembre 1971 come primo estratto dall'album Just As I Am, scritto e interpretato dallo stesso cantante e prodotto da Booker T. Jones. All'incisione del brano parteciparono Donald Dunn al basso e Al Jackson Jr. alla batteria.

Ottenne un notevole successo, giungendo alla sesta posizione della classifica dei singoli rhythm and blues di Billboard e alla terza della classifica generale di Billboard.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1971, quando l'allora trentunenne Bill Withers registrò il brano, stava lavorando in una azienda che si occupava di fabbricare componenti dei bagni del 747.[3] Inizialmente il cantante aveva intenzione di scrivere versi anche per la parte del brano in cui ripete la frase «I know» ventisei volte, tuttavia altri musicisti gli consigliarono di lasciare il brano così com'era.[3] Withers ha raccontato al sito songfacts.com che l'ispirazione per la canzone gli venne dopo aver visto il film del 1962 I giorni del vino e delle rose."[4]

Il pezzo fu originariamente pubblicato come lato B di un altro singolo dal titolo Harlem. Tuttavia i DJ considerarono Ain't No Sunshine un brano di migliore qualità e ne decretarono il successo, che fu notevole.[4] Nel 1972 la canzone vinse il Grammy Award come "Miglior canzone rhythm and blues".[2] Nella classifica delle 500 migliori canzoni di tutti i tempi stilata dalla rivista Rolling Stone, Ain't No Sunshine è la 280esima.[5][4].

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

7" singolo A&M
  1. Ain't No Sunshine – 2:04
  2. Harlem – 3:23

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso degli anni Ain't No Sunshine è stata interpretata da numerosi cantanti, tra i quali:

Varie canzoni utilizzano inoltre solo il titolo di Ain't No Sunshine e ne prendono in prestito il testo del ritornello, ma differiscono per tutto il resto. Tra queste figurano le versioni registrate da Akon, Cuban Link, Kid Frost, DMX e Boxcutter. Quella del 2001 di DMX, intitolata solo No Sunshine, è stata inclusa nella colonna sonora del film Ferite mortali[6].

Ain't No Sunshine è stata anche tradotta in lingua tedesca da Lukas Hilbert con il titolo Mein Tag, Mein Licht. In questa versione il brano è stato interpretato da vari artisti, tra i quali Jazzkantine e Yvonne Catterfeld. Un'altra versione in lingua tedesca, intitolata Allem Anschein nach bist Du's è stata registrata nel 2003 da Stefan Gwildis.

Versione di Michael Jackson[modifica | modifica wikitesto]

Ain't No Sunshine
ArtistaMichael Jackson
Tipo albumSingolo
Pubblicazione2 luglio 1972
Durata4:09
Album di provenienzaGot to Be There
Dischi1
Tracce2
GenereSoul
EtichettaMotown
ProduttoreHal Davis
Registrazione1971
Formati7"
Michael Jackson - cronologia
Singolo precedente
(1972)
Singolo successivo
(1972)

Tracce del singolo[modifica | modifica wikitesto]

  1. Ain't No Sunshine – 4:09 (Bill Withers)
  2. I Wanna Be Where You Are – 2:58 (Ware/Ross)

Durata totale: 7:07

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Oltre che nel film Ferite mortali, Ain't No Sunshine è stata inserita nella colonna sonora di Notting Hill, Old School, Amy, Crooklyn, Munich, Flight e Quasi Amici.

In televisione è apparsa anche in vari episodi di Drawn Together, CSI: Crime Scene Investigation, LAX, Monk, The Closer, Raising Hope, Perception (cantata dal protagonista) e Willy il principe di Bel Air.

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Paese Posizione massima
Classifica singoli (Stati Uniti) 8

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Certificazioni, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 5 dicembre 2016.
  2. ^ a b Allmusic.com
  3. ^ a b Ain't No Sunshine : Rolling Stone
  4. ^ a b c Ain't No Sunshine, su Songfacts.com. URL consultato il 3 aprile 2009.
  5. ^ Music News: Latest and Breaking Music News | Rolling Stone, su rollingstone.com. URL consultato il 25 aprile 2019 (archiviato dall'url originale l'8 febbraio 2008).
  6. ^ Exit Wounds (2001) - Soundtracks

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]