Ahuna Mons

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ahuna Mons
Tipo Mons, montes
Pianeta nano Cerere
PIA20349 crop - Ceres' Ahuna Mons side view.jpg
Dati topografici
Coordinate 10°28′48″S 316°12′00″E / 10.48°S 316.2°E-10.48; 316.2Coordinate: 10°28′48″S 316°12′00″E / 10.48°S 316.2°E-10.48; 316.2
Diametro 20 km
Altezza 4 km circa
Localizzazione
Ahuna Mons
Mappa topografica di Cerere. Proiezione equirettangolare. Area rappresentata: 90°N-90°S; 180°W-180°E.

L'Ahuna Mons è una struttura geologica della superficie di Cerere.

Il nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome del monte è stato scelto per ricordare una tradizionale festività post-raccolto dei Sumi Naga, un gruppo tribale del Nagaland (India).

Scoperta e caratteristiche fisiche[modifica | modifica wikitesto]

Immagine generata al computer con l'altezza del monte raddoppiata (1 settembre 2016)

Il monte fu scoperto analizzando le immagini fornite dalla missione Dawn, in orbita attorno a Cerere dal 2015.[1] Si stima che la sua altezza media rispetto al terreno circostante sia di circa 4 km e che quella massima, che si registra sul lato più ripido, sia attorno ai 5 km. La circonferenza della base misura circa 20 km.[2]

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Foto della montagna ripresa dalla missione Dawn

È stato ipotizzato che l'origine di Ahuna Mons sia legata al criovulcanismo.[3][4] Il monte è pressoché agli antipodi del più vasto cratere di impatto presente sul pianetino, Kerwan, di 280 km di diametro. L'energia sismica sprigionatasi durante l'impatto che diede origine a Kerwan avrebbe fratturato gli strati esterni sul lato opporto di Cerere provocando la fuoriuscita in superficie di magma criovulcanico (che consiste in una fanghiglia acquosa ulteriormente fluidificata dalla presenza di sali minerali).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ NASA spies 3-mile-tall 'pyramid,' more bright spots on Ceres, su cnet.com, 17 giugno 2015. URL consultato il 2 febbraio 2017.
  2. ^ PIA20348: Ahuna Mons Seen from LAMO, Jet Propulsion Lab, 7 marzo 2016. URL consultato il 14 aprile 2017.
  3. ^ R. Skibba, Giant ice volcano spotted on dwarf planet Ceres, in Nature, 1º settembre 2016, DOI:10.1038/nature.2016.20526.
  4. ^ AA.VV., Cryovolcanism on Ceres, in Science, vol. 353, nº 6303, 2 settembre 2016, pp. aaf4286–aaf4286, DOI:10.1126/science.aaf4286.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare