Ahmed Reda Guedira

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ahmed Reda Guedira
Ahmed Reda Guedira.jpg
Ahmed Reda Guedira insieme a re Hasan II

Consigliere di re Hasan II
Durata mandato 1966 –
1995
Capo di Stato Hasan II

Ministro dell'interno e dell'agricoltura
Durata mandato 2 giugno 1961 –
13 novembre 1963
Capo di Stato Hasan II
Predecessore Mbarek Bekkay
Successore Abderrahmane El Khatib (ministro dell'interno)
Driss Slaoui (ministro dell'agricoltura)

Ministro dell'informazione e del turismo
Durata mandato 26 ottobre 1956 –
16 aprile 1958
Capo di Stato Muhammad V
Capo del governo Mbarek Bekkay

Ministro di Stato
Durata mandato 7 dicembre 1955 –
26 ottobre 1956
Capo di Stato Muhammad V
Capo del governo Mbarek Bekkay
Successore Mohamed Rachid Mouline

Dati generali
Partito politico PLI (1955-1963)
FDIC (1963-1965)
Università Faculté de droit de Paris
Professione avvocato

Ahmed Reda Guedira (in arabo: أحمد رضا اجديرة‎; Rabat, 22 giugno 1922Parigi, 14 dicembre 1995) è stato un politico marocchino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque nella medina di Rabat da un'antica famiglia borghese della città di origine morisca. Studiò al Liceo Gouraud di Rabat per poi laurearsi in giurisprudenza alla Faculté de droit de Paris nel 1947. Insieme all'amico Mohamed Rachid Mouline fondò il Partito dei Liberali Indipendenti. Al suo ritorno in Marocco intraprese la carriera forense, difendendo molti membri della resistenza indipendentista nel contesto del protettorato francese del Marocco.[1]

Divenne capo della tipografia imperiale nel 1947, fino all'esilio del sultano Muhammad V nel 1953. Prese poi parte ai negoziati per l'indipendenza del Marocco, per poi venire nominato ministro di Stato ed in seguito ministro dell'informazione del turismo nei governi di Mbarek Bekkay, per poi venire escluso dal governo di Ahmed Balafrej, leader dell'Istiqlal. Ricoprì vari incarichi sotto Hasan II. Per contrastare il dominio dell'Istiqlal fondò il Fronte per la Difesa delle Istituzioni Costituzionali, che vinse le elezioni parlamentari del 1963.[1][2]

Fu membro della massoneria.[3]

Morì nell'ospedale Hôtel-Dieu a Parigi il 14 dicembre 1995.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (FR) Ahmed Réda Guédira, l’homme qui tutoyait Hassan II, in TelQuel (archiviato dall'url originale il 21 novembre 2012).
  2. ^ (FR) Les premiers gouvernements du Maroc, su aljabriabed.net, Aljabriabed.
  3. ^ (FR) Frida Dahmani, Au Maghreb, la franc-maçonnerie sort de son sommeil, in Jeune Afrique, 12 aprile 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN28862933 · ISNI (EN0000 0000 3795 5784 · LCCN (ENn99032061 · BNF (FRcb12881036q (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n99032061