Agra (Collina d'Oro)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Agra
frazione
Agra – Veduta
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneFlag of Canton of Tessin.svg Ticino
DistrettoLugano
ComuneCollina d'Oro
Territorio
Coordinate45°57′52″N 8°54′37″E / 45.964444°N 8.910278°E45.964444; 8.910278 (Agra)Coordinate: 45°57′52″N 8°54′37″E / 45.964444°N 8.910278°E45.964444; 8.910278 (Agra)
Altitudine552 e 540 m s.l.m.
Abitanti401 (2002)
Altre informazioni
Cod. postale6927
Prefisso091
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS5142
TargaTI
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Agra
Agra

Agra è una frazione di 401 abitanti del comune svizzero di Collina d'Oro, nel Canton Ticino (distretto di Lugano).

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il sanatorio nel 2007, prima del rinnovo

Il concilio di Agra e Premona è citato negli statuti di Como del 1335[1]. Un sanatorio per tubercolotici fu realizzato Edwin Wipf[2], a sud del nucleo abitato, nel 1912, chiuso nel 1969[1], è stato rinnovato e riaperto come albergo nel 2012[3].

Il territorio del comune di Agra prima degli accorpamenti comunali del 2004

Già comune autonomo che si estendeva per 1,29 km², il 4 aprile 2004 [4][5] è stato accorpato agli altri comuni soppressi di Gentilino e Montagnola per formare il comune di Collina d'Oro.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa parrocchiale di San Tommaso, attestata dal 1298[1];
  • Oratorio dell'Assunta in località Bigogno, terminato nel 1609[1], con l'affresco barocco della Vergine coi santi Sebastiano e Rocco[senza fonte].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella[1]:

Abitanti censiti[6]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale e ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini della frazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Antonio Gili, Agra, in Dizionario storico della Svizzera, 11 gennaio 2017. URL consultato il 19 ottobre 2017.
  2. ^ Hans Peter Mathis: Wipf, Edwin. In: Isabelle Rucki und Dorothee Huber (Hrsg.): Architektenlexikon der Schweiz – 19./20. Jahrhundert. Birkhäuser, Basila 1998, ISBN 3-7643-5261-2, pagina 569
  3. ^ Sito Rottenplaces in lingua tedesca (rivista specializzata in edifici in rovina e cultura industriale), URL consultato il 17 novembre 2019
  4. ^ Aggregazioni di comuni ultimate in Ticino dal 1995 (PDF), su www4.ti.ch.
  5. ^ Chiara Orelli, Agra, in Dizionario storico della Svizzera, 11 gennaio 2017. URL consultato il 17 novembre 2019.
  6. ^ Dizionario storico della Svizzera

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Virgilio Gilardoni, Il Romanico. Catalogo dei monumenti nella Repubblica e Cantone del Ticino, La Vesconta, Casagrande S.A., Bellinzona 1967, 175, 202, 474.
  • A.Mario Redaelli, Storia e storie della Collina d'Oro, Editori Gaggini-Bizzozero S.A., Lugano 1977.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980, 302-303.
  • AA.VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 336-339.
  • Enrico Fuselli (a cura di), Agra 1914-1918. Il respiro del sanatorio, Fondazione culturale della Collina d'Oro-Lugano, Giampiero Casagrande, Montagnola 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN150726632 · GND (DE4368947-4
Ticino Portale Ticino: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Ticino