Agostino Lazzari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Agostino Lazzari nel 1962

Agostino Lazzari (Sestri Ponente, 11 novembre 1919Sampierdarena, 28 gennaio 1981) è stato un tenore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Tenore lirico leggero, dalla voce chiara, bel timbro piacevole e dotato di ottima tecnica, fece il suo debutto ufficiale nel 1946 al Teatro Regio di Parma nel ruolo del Conte d'Almaviva ne Il barbiere di Siviglia, opera che resterà per molti anni nel repertorio del tenore genovese. Dopo il lusinghiero successo ottenuto al Regio, la sua carriera proseguì nei teatri di provincia. Nel 1948 cantò il ruolo di protagonista ne L'amico Fritz al Teatro Metastasio di Prato. Due anni dopo partecipò al primo concorso indetto dall'AS.LI.CO, vincendolo come migliore tenore. Il successo ottenuto al concorso gli aprì le porte dei principali teatri italiani e successivamente internazionali.

Nel 1951 debuttò al Teatro alla Scala nel ruolo di Ernesto nel Don Pasquale. Nella stessa stagione si esibì al Teatro Reale del Cairo nei ruoli di Alfredo Germont ne La traviata e Rodolfo ne La bohème e al Teatro la Fenice di Venezia nell'opera contemporanea Commedia sul ponte nel ruolo del Maestro. Dal 1956 al 1963 viene scritturato dalla RAI, dove registrò otto opere. Nel 1960 debuttò nel difficile ruolo nell'Otello rossiniano a fianco della Desdemona interpretata dal soprano Virginia Zeani, che sarà sua partner ideale nell'opera di Rossini, replicata successivamente a Roma, Pesaro, New York, Berlino. Con il soprano romeno si stabilì un rapporto artistico importante in opere come La traviata, La bohème, Les contes d'Hoffmann, dove i due ottennero unanimi consensi di pubblico e di critica. Nel 1962 si esibì al Teatro San Carlo di Napoli in un memorabile Falstaff nel ruolo di Fenton con Tito Gobbi, Renata Tebaldi e Mirella Freni.

Il tenore genovese fu anche specialista nel genere delle opere barocche, nelle opere di compositori contemporanei e nell'operetta. Si ritirò dalle scene nella seconda metà degli anni settanta. Del tenore Lazzari rimangono importanti incisioni discografiche rimasterizzate e provenienti da registrazioni live.

Repertorio[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN60259176 · ISNI (EN0000 0000 5518 7897 · LCCN (ENn82101427 · GND (DE133043800 · BNF (FRcb13968956d (data)