Agnel d'or

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Filippo il bello
Agnel d'or 1311 641413.jpg
Agnello di dio con stendardo su croce trifogliata; sotto Ph REX Croce fiorita in quadrilobo con quattro gigli
AV 4,04g; 1311
Carlo il beneamato
Agnel d'or 1417 756029.jpg
+AGn´ DEI QVI TOLL´ PECAT[´] mV[´]DI mISE´ nOBIS, Agnello di dio, stendardo su croce. Sotto kF:-RX +XPC´ VINCIT XPC´ REGNAT XPC´ INPERAT (le N sono retrograde), croce araldica
AV 2,51 g; 1417

Agnel d'or è una moneta d'oro battuta per la prima volta dal re francese Filippo il bello agli inizi del XIV secolo (circa 1311).

Filippo lo fece coniare una prima volta al taglio di 58 1/3 pezzi al marco di Parigi (4,19 g) con un titolo di 24 carati e per un valore di una livre tournois.

Nel settembre del 1313 Filippo fece battere una seconda emissione con un taglio di 59 pezzi al marco e cioè da 4,14 grammi con conseguente riduzione del valore a 15 sol delle livre tounois.

La moneta fu emessa con queste condizioni da Luigi X, Filippo V e Carlo IV.

La prima emissione è stata in passato erroneamente attribuita a Luigi IX, ma le monete con la scritta LU REX (Ludovicus Rex) sono di Luigi X.[1]

Mouton[modifica | modifica wikitesto]

Il tipo fu ripreso poi da Carlo VI ed Enrico V nel 1417 e 1419, per coniare il mouton, una moneta che aveva tipi simili all'agnel di Filippo ma un peso di ca 2,55 g.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lafaurie: Les monnaies...

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Jean Belaubre, Dictionaire de Numismatique médiévale occidentale, Parigi, Léopard d'Or, 1996, ISBN 2-86377-121-3.
  • (DE) Konrad Klütz, Münznamen und ihre Herkunft, Vienna, moneytrend Verlag, 2004, ISBN 3-9501620-3-8.
  • (FR) Jean Lafaurie, Les monnaies des rois de France, Paris-Bâle, 1951

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]