Aglio rosso di Sulmona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aglio rosso di Sulmona
Aglio rosso di Sulmona.jpg
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneAbruzzo
Zona di produzioneSulmona e Valle Peligna
Dettagli
Categoriaortofrutticolo
RiconoscimentoP.A.T.
SettoreProdotti vegetali allo stato naturale o trasformati
 

L'aglio rosso di Sulmona è una varietà autoctona di aglio, appartenente alla famiglia delle Liliaceae, coltivata principalmente nel territorio della valle Peligna e in particolare a Sulmona, in provincia dell'Aquila. È stato inserito tra i prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T.) della regione Abruzzo[1].

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il prodotto coltivato da secoli nell'area montana dell'Abruzzo si caratterizza per una serie di fattori: i bulbilli racchiusi nelle tuniche di colore rosso vinaccia; gli scapi fiorali devono essere rimossi manualmente per consentire un ottimo livello di produzione e la capacità di conservazione che può raggiungere anche la durata di un anno. Questi ultimi, dal gusto delicato, possono essere consumati anche freschi.

Viene coltivato tra novembre e dicembre nei comuni di Anversa degli Abruzzi, Bugnara, Corfinio, Introdacqua, Pacentro, Pettorano sul Gizio, Pratola Peligna, Prezza, Raiano, Sulmona, Roccacasale, Vittorito e a Popoli in provincia di Pescara. La raccolta avviene nei mesi di giugno e luglio. Il prodotto viene commercializzato attraverso la realizzazione di trecce, retine e sacchetti oppure delle zolle[2].

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La testa del prodotto appare serrata e costituita di 8-10 bulbilli di dimensioni più grandi (55-70 millimetri) e al massimo 3-4 bulbilli interni più piccoli. L'aroma è intenso grazie all'alta percentuale di allicina e agli oli essenziali presenti all'interno dei bulbi. Il prodotto in ambiente asciutto può conservarsi per lungo tempo. L'utilizzo di questa varietà di aglio favorisce un'azione antisettica, soprattutto a livello delle vie respiratorie e dell'apparato gastro-intestinale e un abbassamento della pressione arteriosa, sia nei valori minimi sia in quelli massimi. Come tutte le varietà di aglio è anche un efficace antibiotico contro gli agenti patogeni che colpiscono le piante[3][4].

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Variegati gli utilizzi in cucina[5]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elenco P.A.T. italiani al 7 giugno 2012, Mipaaf. URL consultato il 22 agosto 2016.
  2. ^ Siamo fieri di sapere di aglio (PDF), Regione Abruzzo. URL consultato il 22 agosto 2016.
  3. ^ Aglio rosso di Sulmona, fondazioneslowfood.com. URL consultato il 22 agosto 2016.
  4. ^ Aglio rosso di Sulmona, Corriere della Sera. URL consultato il 22 agosto 2016.
  5. ^ Braccili, 2001, pp. 20-100.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Luigi Braccili, La cucina abruzzese: dalla cucina povera ai menu della festa, Cerchio, Adelmo Polla, 2001, SBN IT\ICCU\AQ1\0073426.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]