Agglutinina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Le agglutinine sono anticorpi capaci di distruggere, in vitro e in vivo, i globuli rossi che presentano alcuni antigeni, tramite una reazione di aggregazione detta agglutinazione.

Il test di agglutinazione al lattice è utilizzato per l'identificazione e la tipizzazione di molti microrganismi.

Tipologie[modifica | modifica wikitesto]

Esistono le agglutinine a freddo, che sono attive alle basse temperature, e quelle febbrili, associate a patologie che causano febbre.

Fra le varie forme le più studiate sono:

Patologie correlate[modifica | modifica wikitesto]

Questi anticorpi possono provocare l'anemia emolitica.[1]

Esiste la malattia denominata malattia da agglutinine fredde, di riscontro in persone affette da polmonite atipica e nell'anemia emolitica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Denise Wilson, Manuale di tecniche diagnostiche ed esami di laboratorio, Filadelfia, The McGraw-Hill Companies, 2008, ISBN 978-88-386-3950-0.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 40624
Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina