Agente speciale L.K. (Operazione Re Mida)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Agente speciale L.K. (Operazione re Mida)
Agente speciale L.K. (Operazione re Mida).png
Titolo originale Lucky, el intrépido
Paese di produzione Spagna, Italia, Germania Ovest
Anno 1967
Durata 89 minuti
Rapporto 2,35:1
Genere avventura, azione, commedia, spionaggio
Regia Jesús Franco
Soggetto José Luis Martínez Mollá, Julio Buchs
Sceneggiatura José Luis Martínez Mollá, Julio Buchs, Remigio Del Grosso, Jesús Franco
Produttore José Luis Jerez Aloza, Artur Brauner
Produttore esecutivo José Frade, Luis Méndez
Casa di produzione Atlántida Films, Dauro Films, Explorer Film '58, Fono Roma, Tele-Cine Film-und Fernsehproduktion
Distribuzione (Italia) Rank Film
Fotografia Fulvio Testi
Montaggio Antonietta Zita
Musiche Bruno Nicolai
Trucco Marcello Ceccarelli, José Echevarría
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Società di doppiaggio: S.A.S.

Agente speciale L.K. (Operazione re Mida) (Lucky, el intrépido) è un film del 1967 diretto da Jesús Franco. È una commedia di fantaspionaggio.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

« Un caso di « bondite » acuta, degenerata in farsa, è questo Agente speciale LK, operazione Re Mida [...] dove le si sparano così grosse e insensate che persino gli autori devono essersene accorti e ci si divertono. Anche per lo spettatore il poco divertimento viene da questo tono di buffonata consapevole che qua e là ha fruttato qualche trovatina come quella del killer disturbato dalla tosse o quella della polverina che sospende i corpi nello spazio. [...] Legate da un illusorio filo ritmico le tante avventure si assommano faticosamente, offrendo altrettanti scampoli di uri film di « spionaggio comico », quale forse era nei voti. Lo zibaldone cessa di deprimere quelle rare volte che regista e interpreti [...] mostrano chiaramente di volersi prendere in giro da sé stessi, organizzando un balletto acrobatico sulle macerie del cinema di fantaspionaggio. »

(Leo Pestelli su La Stampa del 28 luglio 1967[1])

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema