Agatocle (nipote di Agatocle di Siracusa)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Agatocle (in greco antico: Ἀγαθοκλῆς, Agathoklẽs; fl. III sec. a.C.; ... – ...) è stato un nobile egizio e, tramite la madre, era legato alla dinastia tolemaica.[1]

Genealogia[modifica | modifica wikitesto]

Busto del faraone Tolomeo II, zio di Agatocle (Museo archeologico nazionale, Napoli)

Agatocle era il secondo figlio nato da Teossena d'Egitto e da un padre sconosciuto, il cui nome è andato perso assieme a quello del fratello maggiore.[1] Il suo nonno materno era Agatocle di Siracusa, tiranno greco di Siracusa che in seguito divenne re di Sicilia,[2][3] mentre la nonna materna era Teossena di Siracusa, una nobildonna greco-macedone sorellastra del faraone greco-egizio Tolomeo II,[4] che regnò tra il 283 ed il 246 a.C.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Agatocle nacque e crebbe in Egitto, forse ad Alessandria. Non si conosce il giorno esatto della nascita, ma avvenne alla fine del regno di Tolomeo I (305 - 283 a.C.) o durante quello del prozio materno Tolomeo II. In qualche momento, durante il regno di Tolomeo II, la madre fu bandita dallo zio che la mandò a Tebaide,[5] o forse a Coptos dato che aveva accusato ingiustamente Tolomeo II.[5] I nomi delle persone coinvolte sono andati persi, essendo scritti su papiri[5] danneggiati dal tempo. Potrebbe essere cronologicamente plausibile che l'esilio della madre fosse legato a quello di Arsinoe I,[5] prima moglie di Tolomeo II, che egli esiliò nel 274/273 a.C.

Nonostante Agatocle fosse un nobile tolemaico, si conosce poco della sua vita. Sposò una nobildonna egizio-greca di origine oscure, chiamata Oenante, di cui fu il primo marito.[3] Oenante diede ad Agatocle quattro figli: un maschio, Agatocle, una femmina, Agatoclea, e altre due femmine in cui nomi sono sconosciuti.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]