Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Agata (nome)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Agata è un nome proprio di persona italiano femminile[1][2][3][4][5].

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Sant'Agata in un dipinto del Bergognone

Deriva dal nome greco Ἀγαθὴ (Agathe), basato sul vocabolo ἀγαθὸς (agathos), che significa "buono", "gentile", "nobile", "valente"[1][2][3][4][5][6][7][8]. Alla stessa radice risalgono diversi altri nomi, fra cui Agazio, Agatone (che sono talvolta considerati sue forme maschili), Agatangelo, Agatocle e Agatodoro.

Il nome approdò originariamente in Sicilia quasi certamente con l'arrivo dei bizantini[2]. Secondo una tradizione successiva, venne portato da sant'Agata, fanciulla catanese martirizzata sotto Decio; il suo culto, diffusissimo durante il Medioevo, proiettò il suo nome ben al di fuori dai confini dell'isola[2][3][4]. In Gran Bretagna, ad esempio, è attestato in epoca medievale in numerose forme vernacolari[4]. In Italia è accentrato in Sicilia, specie nella provincia di Catania[1][2][5]; è però ben diffuso anche nel resto del paese, anche ma non solo per immigrazione interna[2]. Non è invece mai stato molto popolare negli Stati Uniti, dove è rimasto sostanzialmente inutilizzato dal 1940[8].

Va notato che in italiano (ma non nelle altre lingue) il nome "Agata" coincide con quello dell'agata, la pietra preziosa (propriamente una varietà di quarzo). Essi non sono correlati; la pietra trae il suo nome dal greco ἀχάτης (akhátēs), passato in latino come achates, sempre indicante la pietra[9][10]; Akhátēs era anche l'antico nome del fiume siciliano Dirillo, dove tali pietre venivano rinvenute, ma non è chiaro se la pietra abbia preso il nome dal fiume o viceversa[10].

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

L'onomastico viene festeggiato il 5 febbraio in ricordo della già citata sant'Agata, martire, patrona di Catania e di svariati altri luoghi[5][11][12]. Si ricordano con questo nome anche altre sante e beate, alle date seguenti:

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Variante Agatha[modifica | modifica wikitesto]

Variante Agathe[modifica | modifica wikitesto]

Altre varianti femminili[modifica | modifica wikitesto]

Variante maschile Agatino[modifica | modifica wikitesto]

Il nome nelle arti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k La Stella T., p. 10.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n o De Felice, p. 22.
  3. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa (EN) Agatha, su Behind the Name. URL consultato il 24 maggio 2012.
  4. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v Sheard, p. 38.
  5. ^ a b c d Burgio, pp. 22-23.
  6. ^ a b c d e f g h Albaigès i Olivart, pp. 27-28.
  7. ^ a b (EN) Abaskantos - Hagnos, su Etymologica: Deciphering Hellenic Names. URL consultato il 18 giugno 2012 (archiviato dall'url originale il 24 marzo 2012).
  8. ^ a b c d (EN) Agatha, su Online Etymology Dictionary. URL consultato il 2º gennaio 2018.
  9. ^ Sheard, p. 37.
  10. ^ a b (EN) agate, su Online Etymology Dictionary. URL consultato il 20 gennaio 2018.
  11. ^ a b c d Sante e beate di nome Agata, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 20 gennaio 2018.
  12. ^ a b c d e f g h i j k l m n (EN) Name - Agatha, su CatholicSaints.Info. URL consultato il 20 gennaio 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi