Afrika (videogioco)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Afrika
videogioco
Afrika-logo.jpg
Logo del gioco
PiattaformaPlayStation 3
Data di pubblicazioneGiappone 28 agosto 2008[1]
Flags of Canada and the United States.svg 6 ottobre 2009
GenereSimulatore di vita, Avventura grafica
TemaAfrica, Savana, Foresta
OrigineGiappone
SviluppoRhino Studios
PubblicazioneSony Computer Entertainment (Giappone), Natsume (Nord America)
DirezioneKatsumoto Tatsukawa
ProduzioneKatsumoto Tatsukawa
ProgrammazioneTakehiro Urabe
Direzione artisticaShintaro Ito
MusicheWataru Hokoyama
Modalità di giocoGiocatore singolo e on-line
Periferiche di inputSixaxis o DualShock 3
SupportoBlu-ray Disc
Fascia di etàCEROA · ESRBE10+

Afrika, conosciuto in Asia come Hakuna Matata, è un videogioco di safari fotografico sviluppato esclusivamente per la PlayStation 3[2][3]. È stato annunciato per la prima volta da Sony durante l'E3 2006 sotto forma di video.

Il videogioco è sviluppato da Rhino Studios è pubblicato da Sony Computer Entertainment. Afrika è stato indicato come successore spirituale al titolo di Nintendo 64, Pokémon Snap[4].

Il 19 novembre 2008 è stato annunciato che Afrika, titolo messo in vendita solo in Asia, sarebbe uscito anche in Nord America. Il gioco doveva essere originariamente pubblicato dalla National Geographic[5] ma è stato distribuito dalla Natsume che ne ha acquistato i diritti del gioco per pubblicarlo e distribuirlo solo in Nord America[6]. Afrika è stato venduto in Giappone dal 28 agosto 2008, mentre in Nord America dal 6 ottobre 2009[7][8] ed ha il supporto dei trofei[9]. In Europa è rimasto inedito[10].

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Nei panni di un fotografo bisogna immortalare i vari animali che abitano le suggestive terre africane. Il protagonista ha la possibilità di scegliere i vari compiti da svolgere in base alla remunerazione. Inoltre, tramite i negozi online, ci sarà la possibilità di acquistare il materiale utile per le varie esperienze, come per esempio le macchine fotografiche targate Sony, le tende da accampamento, binocoli e così via[11].

La colonna sonora del videogioco è stata composta da Wataru Hokoyama[12].

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Sito media statistica Punteggio
GameRankings 58.00%[13]
Metacritic 63/100[14]
Accoglienza
Recensione Giudizio
1UP.com B-[15]
Eurogamer 7/10[16]
Famitsū 29/40[17]
IGN 3.5/10[18]
The Magic Box 70/85/90/90 (100)[19]

Secondo una voce di corridoio portata presente sul sito Go Nintendo, Sony stava creando un touch-pad per Afrika[20].

In seguito fu ufficializzato lo sviluppo del gioco e la composizione della colonna sonora, indicando che il progetto era ancora attivo[21].

La versione americana di Afrika è stata annunciata all'E3 2009[22] ed è stata distribuita dal 6 ottobre 2009.

Sony annunciò il 31 agosto 2010 che avrebbe chiuso i server online di Afrika. Questo servizio offriva un sistema di graduatorie delle foto scattate e contest vari[23].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Davide Persiani, Afrika Confermato per il 28 Agosto, in SpazioGames.it, 4 giugno 2008. URL consultato il 3 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 6 giugno 2008).
  2. ^ (JA) AFRIKA PlayStation®3 the Best, PlayStation. URL consultato il 3 aprile 2019.
  3. ^ (EN) Afrika, su IGN. URL consultato il 3 aprile 2019.
  4. ^ (EN) Carlos Macias, ‘Afrika,’ the Next Pokemon Snap?, in Kezins, 6 giugno 2008. URL consultato il 3 aprile 2019 (archiviato il 16 ottobre 2008).
  5. ^ (EN) Michael McWhertor, National Geographic Publishing Sony's Afrika?, in Kotaku, 19 novembre 2008. URL consultato il 3 aprile 2019.
  6. ^ Confermato l'arrivo di Afrika negli USA, in SpazioGames.it, 27 maggio 2009. URL consultato il 3 aprile 2019.
  7. ^ Afrika in fase Gold per gli USA, in SpazioGames.it, 18 settembre 2009. URL consultato il 3 aprile 2019.
  8. ^ Max Old, Afrika in fase gold, in Everyeye.it, 18 settembre 2009. URL consultato il 3 aprile 2019.
  9. ^ (EN) Chronicling Afrika’s Journey To North America, in Siliconera, 16 giugno 2009. URL consultato il 3 aprile 2019.
  10. ^ Afrika arriverà mai in Europa?, in Play Generation, nº 63, Edizioni Master, febbraio 2011, p. 81, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  11. ^ (EN) Luke Plunkett, Afrika: Sixaxis Camera Controls, You Can't Drive, in Kotaku, 16 giugno 2008. URL consultato il 3 aprile 2019.
  12. ^ (EN) Wataru Hokoyama, su Internet Movie Database. URL consultato il 3 aprile 2019.
  13. ^ (EN) Afrika for PlayStation 3, su GameRankings. URL consultato il 3 aprile 2019.
  14. ^ (EN) Afrika for PlayStation 3 Reviews, su Metacritic. URL consultato il 3 aprile 2019.
  15. ^ (EN) Ray Barnholt, Afrika Review, su 1UP.com, 6 ottobre 2009. URL consultato il 3 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2016).
  16. ^ (EN) Ellie Gibson, Afrika, su Eurogamer, 18 settembre 2008. URL consultato il 3 aprile 2019.
  17. ^ (EN) Antoine Morcos, Afrika new screenshots, su Gamekyo, 16 settembre 2008. URL consultato il 3 aprile 2019.
  18. ^ (EN) Greg Miller, Afrika Review, su IGN, 6 ottobre 2009. URL consultato il 3 aprile 2019.
  19. ^ (EN) August 27, 2008 Multi, su The Magic Box, 27 agosto 2008. URL consultato il 3 aprile 2019.
  20. ^ Rumor: un touch-pad per Afrika? [collegamento interrotto], in SpazioGames.it, 17 agosto 2007. URL consultato il 3 aprile 2019.
  21. ^ Afrika ha un compositore [collegamento interrotto], in SpazioGames.it, 11 dicembre 2007. URL consultato il 3 aprile 2019.
  22. ^ (EN) Bryn Williams, Afrika Confirmed for U.S. Release, in GameSpy, 27 maggio 2009. URL consultato il 3 aprile 2019.
  23. ^ (EN) Anoop Gantayat, Afrika's Online Service Ending, in Andriasang, 24 luglio 2010. URL consultato il 3 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 26 luglio 2010).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

PlayStation Portale PlayStation: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di PlayStation