Affricata alveolo-palatale sonora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Affricata alveolo-palatale sonora
IPA - numero216
IPA - testod͡ʑ
IPA - immagine
Voiced alveolo-palatal affricate (vector, no tiebar).svg
UnicodeU+02A5
Entityʥ
SAMPAdz\
X-SAMPAdz\
Kirshenbaumdz\
Ascolto

Una consonante affricata alveolopalatale sonora è una consonante affricata presente in molte lingue, che in base all'alfabeto fonetico internazionale è rappresentata con la sequenza d͡ʑ (in passato, con la legatura ʥ).

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

L'affricata alveolopalatale sonora presenta le seguenti caratteristiche:

  • il suo modo di articolazione è affricato, perché questo fono è dovuto alla sequenza di una fase occlusiva e di una fase fricativa;
  • il suo luogo di articolazione deve essere alveolopalatale: perché tale consonante si pronuncia metà alveolare, metà palatale;
  • è una consonante sonora, in quanto viene prodotta con la vibrazione delle corde vocali.

Occorrenze[modifica | modifica wikitesto]

Italiano[modifica | modifica wikitesto]

In Italiano questo fonema non esiste, anche se assomiglia al fonema Italiano d͡ʒ, sotto la lettera /g/.

Cinese[modifica | modifica wikitesto]

In Cinese, questo fonema è reso a livello regionale come allofono della lettera "j" come 渠 [d͡ʑy].

Giapponese[modifica | modifica wikitesto]

In Giapponese questo fonema è reso con la consonante (di, dzi) pronunciata [d͡ʑi], anche se ormai è stata assimilata al fonema [ʑi] o [ʒi], è oggi presente in dialetti regionali, oppure quando じ si trova in mezzo a una parola.

Linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica