Aeroporto di Lubiana-Brnik

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aeroporto di Lubiana-Brnik
Ljubljana Airport with mountains and Adria Airways planes 2015.jpg
Codice IATA LJU
Codice ICAO LJLJ
Nome commerciale Aeroporto di Lubiana-Brnik Jožef Pučnik Letališče Jožeta Pučnika Ljubljana
Descrizione
Tipo Civile
Gestore Aerodrom Ljubljana, d.d.
Stato Slovenia Slovenia
Posizione 26 km dalla città di Lubiana
Altitudine AMSL 388 m
Coordinate 46°13′28″N 14°27′22″E / 46.224444°N 14.456111°E46.224444; 14.456111Coordinate: 46°13′28″N 14°27′22″E / 46.224444°N 14.456111°E46.224444; 14.456111
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Slovenia
LJLJ
LJLJ
Sito web
Piste
Orientamento (QFU) Lunghezza Superficie
12/30 3 300 m asfalto
ILS
Statistiche
Passeggeri in transito 1 524 029 (2007)

[senza fonte]

L'Aeroporto Internazionale di Lubiana (in lingua slovena Letališče Jožeta Pučnika Ljubljana), più comunemente conosciuto come Aeroporto di Brnik, dal nome della località vicino alla quale esso è costruito (in sloveno Letališče Brnik) è l'aeroporto principale della città di Lubiana, capitale della Slovenia, ed è il più frequentato degli aeroporti sloveni. Esso è localizzato a circa 26 km a nord di Lubiana e a circa 11 a sud di Kranj sulla strada verso Mengeš. Ha una pista asfaltata da 3.300 metri. L'aeroporto è stato inaugurato il 24 dicembre 1963.

L'aeroporto di Brnik è sede della Adria Airways, la compagnia di bandiera slovena.

L'8 dicembre 2004 l'aeroporto per la prima volta ha raggiunto un milione di passeggeri in un anno. Nel 2007, l'aeroporto ha raccolto 1.524.028 passeggeri.

Il 7 giugno 2007 il governo sloveno ha deciso di intitolare lo scalo[1] Jože Pučnik, leader della lega dissidente anticomunista DEMOS. La nuova denominazione è entrata in vigore ufficialmente il 9 luglio al momento della riapertura del rinnovato Terminal 1.

L'aeroporto è servito dalla Autostrada A2, che lo collega rapidamente con la capitale, e da linee di autobus sia con Lubiana che con Kranj. È in progetto anche una linea ferroviaria per Lubiana.

Destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

Linee passeggeri[modifica | modifica wikitesto]

Charter[modifica | modifica wikitesto]

  • Slovenia Adria Airways (Antalya, Aqaba, Cefalonia, Chio, Costanza, Corfù, Heraklion, Hurghada, Ibiza, Il Cairo, Kavala, Cos, Larnaca, Las Palmas de Gran Canaria, Leucade, Malta, Mykonos, Mitilene, Palma di Maiorca, Ragusa, Rodi, Salonicco, Samo, Santorino, Scarpanto, Sharm el-Sheikh, Simferopoli, Sciato, Spalato, Tenerife-Sud, Zante)
  • Bulgaria BH Air (Burgas, Varna)
  • Bulgaria Bulgaria Air (Burgas, Varna)
  • Croazia Dubrovnik Airlines (Ragusa, Hurghada)
  • Egitto EgyptAir (Il Cairo)
  • Israele Israir (Tel Aviv)
  • Giappone Japan Airlines (Tokyo-Narita)
  • Tunisia Nouvelair (Djerba, Monastir, Tunisi)
  • Turchia SunExpress (Antalya)
  • Tunisia Tunisair (Monastir, Tunisi)

Linee cargo[modifica | modifica wikitesto]

Traffico[modifica | modifica wikitesto]

Traffico passeggeri e merci
Anno Passeggeri Variazione Cargo (t) Variazione
2000 991,693 12,396
2001 894,130 Red Arrow Down.svg 10% 12,403 Green Arrow Up.svg 1%
2002 872,966 Red Arrow Down.svg 2% 12,021 Red Arrow Down.svg 3%
2003 928,397 Green Arrow Up.svg 6% 12,080 Green Arrow Up.svg 1%
2004 1,048,238 Green Arrow Up.svg 13% 11,780 Red Arrow Down.svg 2%
2005 1,218,896 Green Arrow Up.svg 16% 11,560 Red Arrow Down.svg 2%
2006 1,334,355 Green Arrow Up.svg 9% 15,309 Green Arrow Up.svg 32%
2007 1,524,028 Green Arrow Up.svg 14% 21,717 Green Arrow Up.svg 42%
2008 1,673,050 Green Arrow Up.svg 10% 17,188 Red Arrow Down.svg 21%
2009 1,433,855 Red Arrow Down.svg 14% 14,333 Red Arrow Down.svg 17%
2010 1,388,651 Red Arrow Down.svg 3% 17,310 Green Arrow Up.svg 21%
2011 1,369,485 Red Arrow Down.svg 1% 19,659 Green Arrow Up.svg 14%
2012 1,198,911 Red Arrow Down.svg 12% 17,031 Red Arrow Down.svg 13%
2013 1,321,100 Green Arrow Up.svg 10% 17,777 Green Arrow Up.svg 4%
2014 1,338,619 Green Arrow Up.svg 1.3% 18,983 Green Arrow Up.svg 6.8%
2015 1,438,304 Green Arrow Up.svg 10.0% 18,570 Red Arrow Down.svg 0.2%
2016 1,404,831 Red Arrow Down.svg 2.3% 10,379 Red Arrow Down.svg 2.4%
2017 (1.1.-31.3.) 288,355 Green Arrow Up.svg 17.5% 2,723 Green Arrow Up.svg 12.7%


Rotte più trafficate[modifica | modifica wikitesto]

Rotte più trafficate[2]
Citta Aeroporti Partenze settimanali Compagnia
Flag of Germany.svg Francoforte Aeroporto di Francoforte sul Meno
21
Adria Airways
Flag of Switzerland.svg Zurigo Aeroporto di Zurigo
20
Adria Airways
Flag of the United Kingdom.svg Londra Stansted, Luton e Gatwick
17
EasyJet, Wizz Air
Flag of Belgium.svg Brussels Aeroporto di Bruxelles-National e Aeroporto di Charleroi-Bruxelles Sud
15
Adria Airways, Wizz Air
Flag of Turkey.svg Istanbul Aeroporto di Istanbul-Atatürk
14
Turkish Airlines
Flag of Germany.svg Monaco di Baviera Aeroporto di Monaco di Baviera
14
Adria Airways
Flag of France.svg Parigi Aeroporto di Parigi Charles de Gaulle
14
Adria Airways, Hop!
Flag of Austria.svg Vienna Aeroporto di Vienna-Schwechat
13
Adria Airways
Flag of Serbia.svg Belgrado Aeroporto di Belgrado-Nikola Tesla
12
Air Serbia
Flag of Macedonia.svg Skopje Aeroporto di Skopje-Alessandro Magno
12
Adria Airways
Flag of Albania.svg Tirana Aeroporto di Tirana
11
Adria Airways
Flag of Poland.svg Varsavia Aeroporto di Varsavia-Chopin
11
Adria Airways, LOT Polish Airlines

Piani di espansione[modifica | modifica wikitesto]

Grazie al forte incremento di traffico aereo degli ultimi anni e dell'entrata della Slovenia nell'Unione Europea, con le normative relative agli accordi di Schengen che costringono a separare il traffico intra Schengen con quello extra Schengen, l'aeroporto si è trovato nella necessità di costruire un nuovo terminal passeggeri. La costruzione viene prevista in due fasi distinte.

La prima fase è iniziata nel luglio 2007 al fine di far adeguare la Slovenia allo spazio di Schengen entro il dicembre dello stesso anno. Il terminal esistente (T1) venne ampliato e rinnovato; è stato innalzato di un piano la costruzione dedicata alle partenze, nel quale sono state installate 4 passerelle per l'accesso agli aerei. Questa struttura è stata quindi collegata tramite passaggio pedonale con l'area del secondo terminal (T2). Questa nuova superficie ha consentito di separare il traffico secondo quando previsto dagli accordi comunitari di Schengen.

La seconda fase, che inizierà nella seconda parte del 2008, prevede il completamento del T2. L'edificio sarà costruito alla destra del vecchio T1 e permetterà di aggiungere altre 40 postazioni per il check-in.

La struttura sarà completata con spazi di servizio per agenzie di viaggi, sedi di aerolinee, ristoranti e negozi. La capacità del T2 sarà di 850 partenze e 850 arrivi al giorno. Il T2 sarà dedicato al traffico proveniente dalla zona Schengen, mentre il traffico extra-Schengen sarà destinato al vecchio terminal T1. La costruzione si concluderà nel 2010. Le aree del T1 non più utilizzate verranno riconvertite ad uso commerciale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Letališče Brnik odslej Letališče Jožeta Pučnika Ljubljana.
  2. ^ Vozni red, lju-airport.si. URL consultato il 28 marzo 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN244281625