Aeroporto di Kota Bharu-Sultano Ismail Petra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aeroporto di Kota Bharu-Sultano Ismail Petra
WMKCATC.JPG
La torre di controllo
Codice IATAKBR
Codice ICAOWMKC
Nome commercialeLapangan Terbang Sultan Ismail Petra
Descrizione
Tipocivile
GestoreMalaysia Airports Sdn. Bhd.
StatoMalesia Malesia
Stato federatoKelantan
CittàKota Bharu
Posizione8 km a nord est di Kota Bharu
Costruzione2002
Altitudine AMSLm
Coordinate6°09′58″N 102°17′33″E / 6.166111°N 102.2925°E6.166111; 102.2925Coordinate: 6°09′58″N 102°17′33″E / 6.166111°N 102.2925°E6.166111; 102.2925
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Malaysia
WMKC
WMKC
Sito web
Piste
Orientamento (QFU)LunghezzaSuperficie
16/341 981 x 45 masfalto
ILS
Statistiche (2013)
Passeggeri in transito1 585 328

AIP Malaysia[1]

verificato il 7 aprile 2014

L'Aeroporto di Kota Bharu-Sultano Ismail Petra[2] (IATA: KBRICAO: WMKC) (in malese: Lapangan Terbang Sultan Ismail Petra), è un aeroporto domestico malese[3][4] situato nel territorio di Pengkalan Chepa, 8 km a nord est della città di Kota Bharu nello stato federato di Kelantan. La struttura è dotata di una pista di asfalto lunga 1 981 m, l'altitudine è di 5 m, l'orientamento della pista è RWY 10-28. L'aeroporto è aperto al traffico commerciale.

L'attuale aeroporto nasce dalla struttura militare della RAF britannica e fu il primo in Malesia su cui atterrarono le forze imperiali aeree giapponesi nel dicembre 1941; è intitolato al sultano Ismail Petra, che ha governato lo stato di Kelantan dal 1980 al 2010.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ WMKC-Kota Bharu Sultan Ismail Petra, DEPARTMENT OF CIVIL AVIATION MALAYSIA.
  2. ^ (EN) Department of Civil Aviation Malaysia, Index To Aerodromes And Heliports (PDF), su Department of Civil Aviation Malaysia, http://aip.dca.gov.my/, 15 novembre 2012. URL consultato il 5 aprile 2014.
  3. ^ (EN) Department of Civil Aviation Malaysia, AIP MALAYSIA AERODROMES (PDF), su Department of Civil Aviation Malaysia, http://aip.dca.gov.my. URL consultato il 17 marzo 2014.
  4. ^ (EN) Department of Civil Aviation Malaysia, GROUPING OF AIRDROMES (PDF), su Department of Civil Aviation Malaysia, http://www.dca.gov.my/aip/. URL consultato il 17 marzo 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]