Aeroporto di Faleolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aeroporto di Faleolo
Faleolo.jpg
Piazzola dell'aeroporto vista dall'alto.
Codice IATAAPW
Codice ICAONSFA
Nome commercialeFaleolo International Airport
Descrizione
Tipocivile
StatoSamoa Samoa
DistrettoUpolu
CittàApia
Posizione40 km ad ovest di Apia
Altitudine AMSL18 m
Coordinate13°49′47″S 172°00′30″W / 13.829722°S 172.008333°W-13.829722; -172.008333Coordinate: 13°49′47″S 172°00′30″W / 13.829722°S 172.008333°W-13.829722; -172.008333
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Samoa
NSFA
NSFA
Piste
Orientamento (QFU)LunghezzaSuperficie
08/263 000 x 45 masfalto

Dati estratti dall'AIP delle Samoa[1]

verificato il 24 aprile 2014

L'aeroporto di Faleolo (IATA: APW, ICAO: NSFA) è un aeroporto ubicato sull'isola di Upolu, a 40 km da Apia, capitale delle Samoa. Esso serve collegamenti anche con l'Australia, la Nuova Zelanda e le Hawaii, possibili grazie all'espansione dell'aeroporto, avvenuta nel 1984.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente l'aeroporto internazionale di Faleolo, denominato Faleolo Airfield (Pista di atterraggio di Faleolo),[2] venne costruito dall'unità Seabee della Marina degli Stati Uniti in seguito allo scoppio della guerra nell'Oceano Pacifico nel 1942, completato nel luglio dello stesso anno, e divenne un'estensione della Stazione Navale Tatuila degli Stati Uniti e del Gruppo di Difesa dell'Area delle Samoa.[3] Dopo che la pista fu completata vi fu trasferito dall'aeroporto di Tafuna lo Squadrone Combattente della Marina VMF-111 per proteggere le isole di Upolu e Savai'i da un'eventuale invasione giapponese. Nel marzo 1943 la pista (1 219 m x 61 m) fu estesa a 1 829 m x 107 m per ospitare una pista di rullaggio e lo spazio per basare 57 aerei da combattimento; nello stesso anno vennero costruiti edifici di supporto e due hangar.

Compagnie aeree e destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

(A gennaio 2013[4]):

Note[modifica | modifica wikitesto]