Adolfo Kaminsky

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Adolfo Kaminsky (Buenos Aires, 1º ottobre 1925) partecipò alla resistenza francese. Specializzato nella falsificazione di documenti d'identità, aiutò l'immigrazione ebraica in Israele e il Fronte di Liberazione Nazionale durante la guerra d'Algeria (1954-1962).

Ha falsificato documenti per trent'anni per i vari gruppi attivisti, principalmente per i fronti di liberazione nazionali, senza mai chiedere soldi per questo.

Prima della guerra[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Argentina in una famiglia di ebrei provenienti dalla Russia, la sua famiglia si trasferì a Parigi nel 1932, dove suo padre lavorava come sarto, nel 1938 si trasferì a Vire, nel dipartimento delle Calvados, dove si era stabilito suo zio. Adolfo ha lavorato in un negozio di coloranti, lui era affascinato dalla chimica e dai coloranti. Ha comprato in un mercato delle pulci, un trattato da Marcelin Berthelot. In seguito ha creato un laboratorio proprio a casa di suo zio, e lavorò in un negozio di burro come assistente, di un farmacista che gli ha insegnato le basi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN102621109 · ISNI (EN0000 0000 7849 7783 · LCCN (ENnr2004036567 · GND (DE139772448 · WorldCat Identities (ENlccn-nr2004036567
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie