Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Adi ibn Mustafa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Adi ibn Mustafa, nome completo Shaykh ‘Adī ibn Musāfir al-Umawī (Arabo: عدي بن مسافر الاموي) (Baalbek, 1073-1078 – Lalish, 1162-1163), è stato un teologo e religioso curdo.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Bayt al-Far, presso Baalbek (Libano), tra il 1073 e il 1078 e morto nel 1162 o 1163 a Lalish (Kurdistan iracheno), riformò nel 1162 lo Yazidismo, una religione pre-islamica diffusa fra i Curdi, specialmente d'Iraq, apportandovi alcuni elementi islamici.

Gli Yazidi lo considerano l'incarnazione di Malak Ta'us. La sua tomba è meta principale di pellegrinaggio per questa religione.

Nel 1892 gli Ottomani rasero al suolo il mausoleo di ‘Adī ibn Mustafa a Lalish. In quella circostanza migliaia di Yazidi vennero assassinati.[senza fonte]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • ῾Adī ibn Musāfir, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.
Controllo di autoritàVIAF (EN23190625 · ISNI (EN0000 0000 4846 5799 · LCCN (ENnr96004756 · GND (DE128367474 · CERL cnp00487988
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie