Adam Stefan Sapieha

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adam Stefan Sapieha
cardinale di Santa Romana Chiesa
Adam Stefan Sapieha (1867-1951).jpg
Card Sapieha COA.png
Crux mihi fœderis arcus
Incarichi ricoperti
Nato 14 maggio 1867, Krasiczyn
Ordinato presbitero 1º ottobre 1893 dal vescovo Jan Puzyna de Kosielsko (poi arcivescovo)
Nominato vescovo 27 novembre 1911 da papa Pio X (poi santo)
Consacrato vescovo 17 dicembre 1911 da papa Pio X (poi santo)
Elevato arcivescovo 14 dicembre 1925 da papa Pio XI
Creato cardinale 18 febbraio 1946 da papa Pio XII
Deceduto 23 luglio 1951, Cracovia

Adam Stefan Stanisław Bonifacy Józef Sapieha (Krasiczyn, 14 maggio 1867Cracovia, 23 luglio 1951) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico polacco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque il 14 maggio 1867 al Castello di Krasiczyn, nel sud della Polonia, settimo figlio del principe Adam Stanisław principe Sapieha, politico polacco, e di Jadwiga Clementina, nata principessa Sanguszko.

Durante la seconda guerra mondiale organizzò un seminario clandestino nel quale studiarono, tra gli altri, anche i suoi due successori Karol Wojtyła, futuro papa Giovanni Paolo II, e Franciszek Macharski. Sarà proprio Sapieha ad ordinare sacerdoti entrambi.

Papa Pio XII lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 18 febbraio 1946.

Morì il 23 luglio 1951 a Cracovia all'età di 84 anni.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Cracovia Successore BishopCoA PioM.svg
Jan Maurycy Paweł Puzyna de Kosielsko 27 novembre 1911 - 28 ottobre 1925 -
Predecessore Arcivescovo metropolita di Cracovia Successore ArchbishopPallium PioM.svg
- 28 ottobre 1925 - 23 luglio 1951 Karol Józef Wojtyła
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Maria Nuova Successore CardinalCoA PioM.svg
Enrico Sibilia 22 febbraio 1946 - 23 luglio 1951 Joseph Wendel
Controllo di autorità VIAF: (EN40189672 · LCCN: (ENn92100698 · ISNI: (EN0000 0001 0890 642X · GND: (DE119485656