Ad usum Delphini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maria Teresa d'Asburgo con suo figlio Luigi, il Gran Delfino, in un dipinto del 1663 di Charles Beaubrun

Ad usum Delphini è una locuzione latina che significa «per uso del Delfino» ed era presente nei frontespizi dei testi adattati per il primogenito del re Luigi XIV di Francia.[1] In realtà, l'espressione in usum Serenissimi Delphini era maggiormente impiegata, ma col tempo cadde in disuso.[2][3]

Oggi la locuzione viene adoperata in senso spregiativo per indicare qualcosa che è stato alterato col fine di soddisfare interessi di parte.[3][4][5]

Origine e uso[modifica | modifica wikitesto]

L'espressione nacque in Francia, dove veniva stampigliata sulla copertina dei testi classici greci e latini destinati all'istruzione dell'erede al trono di Francia, Luigi, il Gran Delfino, figlio del re Luigi XIV e di Maria Teresa d'Asburgo.[5] In questi testi venivano censurati i passi considerati scabrosi o comunque non appropriati per la giovane età del Delfino. La collezione di libri ad usum Delphini comprende 64 volumi stampati tra il 1670 e il 1698 per ordine del precettore del Gran Delfino, Charles de Sainte-Maure, duca di Montausier,[6] e sotto la supervisione di Jacques Bénigne Bossuet e di Pierre-Daniel Huet. I testi epurati vennero poi ristampati e utilizzati nelle scuole.[2][3]

In seguito la locuzione passò a indicare l'edizione di un testo semplificata per adattarla alla limitata capacità di apprendimento, per età o per cultura, di una persona, mentre in senso dispregiativo denota la manipolazione di notizie, informazioni o documenti a vantaggio di un dato soggetto o per fini propagandistici.[3]

Meno ricorrente era l'uso della locuzione in documenti clinici e referti di esami medici relativi a un paziente, le cui gravi condizioni fisiche o psichiche ne sconsigliassero la comunicazione diretta: i documenti e i referti modificati a uso del paziente riportavano la dicitura “copia a.u.d.”. La redazione di documenti medici a.u.d. è vietata in molti paesi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ad usum Delphini – Dizionario italiano De Mauro, su dizionario.internazionale.it. URL consultato il 28 settembre 2016.
  2. ^ a b Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto? Tesoro di citazioni italiane e straniere, di origine letteraria e storica, ordinate e annotate da Giuseppe Fumagalli, Milano, Hoepli, 1995 [1934], p. 688, ISBN 88-203-0092-3. URL consultato il 28 settembre 2016.
  3. ^ a b c d Ad usum Delphini, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. URL consultato il 28 settembre 2016.
  4. ^ Ad usum Delphini – Dizionario italiano Hoepli, su Hoepli. URL consultato il 28 settembre 2016.
  5. ^ a b Ad usum Delphini – Enciclopedia, su sapere.it. URL consultato il 28 settembre 2016.
  6. ^ Ad usum Delphini – Dizionario etimologico, su etimo.it. URL consultato il 28 settembre 2016.
Controllo di autorità GND: (DE4699904-8
Lingua latina Portale Lingua latina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lingua latina