Acquario marino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acquario marino

L'acquario marino è un acquario d'acqua salata, volto a riprodurre in cattività un angolo di mare o di oceano. A seconda del biotopo che si vuole ricreare, poi, serviranno attrezzature più o meno complesse e costose. Principalmente sotto il gruppo acquario marino rientrano i più diffusi acquari di barriera (volto a ricreare un angolo di barriera corallina, introducendo coralli e pesci esotici), acquario di soli pesci, e l'acquario mediterraneo, che come denuncia il nome è volto a riprodurre un angolo di Mare nostrum.

Le forme di acquario marino più semplici e meno costose sono quelle che ospitano solo pesci o pesci e coralli provenienti dal mar Mediterraneo. Queste due soluzioni, infatti, richiedono attrezzature che si possono paragonare, per complessità e costo, a quelle degli acquari di acqua dolce. In genere si consiglia di non scegliere vasche inferiori ai 70-100 litri. Altra raccomandazione è quella di limitare il numero di pesci, e di scegliere quelli di tipo più robusto.

Alcune tipologie[modifica | modifica sorgente]

  • Acquario di barriera: costoso tentativo di far vivere una porzione di barriera corallina. È l'acquario per eccellenza, molto colorato, di dimensione notevole (200-2000 litri). Fa uso intenso di costose e ingombranti apparecchiature.
    • Acquario NanoReef e Acquario PicoReef: nuova versione dell'acquario di barriera, più piccola (dai 20 ai 100 litri) e molto più semplice (solo luci e qualche pompa di movimento). Un po' instabile, ma più naturale.
  • Acquario mediterraneo: rinuncia ai colori sgargianti delle specie tropicali per allevare specie autoctone del Mediterraneo, o comunque di mari freddi. Dà la possibilità di recuperare organismi in natura (o tra gli scarti della pesca professionale). Permette vasche con elevata biodiversità. Se inseriti animali pescati ad elevata profondità, potrebbe rivelarsi opportuno ed indispensabile aggiungere tra le apparecchiature un sistema di raffreddamento e se possibile l'utilizzo di vasche con vetrocamera. Il refrigeratore è del tutto inutile, invece, se gli animali inseriti in acquario provengono da zone in cui vi è un'elevata escursione termica, come pozze di marea o zone con bassa profondità. Questo tipo di acquario è spesso boicottato dai negozianti del settore a causa degli scarsi introiti che la possibilità di recuperare acqua e organismi in natura genera agli stessi.[senza fonte]
  • Acquari d'acqua salmastra: dove si allevano specie che vivono nelle foci dei fiumi, dove si ha una grande variazione di salinità.

Rispetto alla chiusura, gli acquari si distinguono in:

  • Aperti: dove è possibile ammirare l'acquario dall'alto. L'intensa evaporazione richiede frequenti rabbocchi di acqua demineralizzata.
  • Chiusi: sono più separati dall'ambiente casalingo, indispensabili per allevare pesci che saltano (es. pesce accetta). L'illuminazione è molto semplice: tubi al neon integrati nel coperchio. L'evaporazione è limitata.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]