Acquacheta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acquacheta
Acquacheta
Il torrente Acquacheta nei pressi di San Benedetto in Alpe
Stato Italia Italia
Regioni Toscana Toscana
Emilia-Romagna Emilia-Romagna
Nasce Monte Lavane
Sfocia Montone

L'Acquacheta è un corso d'acqua tosco-romagnolo, affluente del fiume Montone, che nasce sull'Appennino toscano nei pressi del Monte Lavane nel Comune di San Godenzo in Provincia di Firenze. Poco prima di passare per San Benedetto in Alpe, dove unendosi al Troncalosso forma il Montone, precipita in modo spettacolare da un alto salto di arenaria, dividendosi in mille, rumorosi rivoli. Oggi la cascata è inserita nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna di cui rappresenta uno degli elementi naturali più importanti.

È stato reso famoso da Dante Alighieri, che l'ha citato nella Divina Commedia (Inf. XVI, 94-102):

« Come quel fiume c'ha proprio cammino

prima dal Monte Viso 'nver' levante,

da la sinistra costa d'Apennino,

che si chiama Acquacheta suso, avante

che si divalli giù nel basso letto,

e a Forlì di quel nome è vacante,

rimbomba là sovra San Benedetto

de l'Alpe per cadere ad una scesa

ove dovea per mille esser recetto;

così, giù d'una ripa discoscesa,

trovammo risonar quell'acqua tinta,

sì che 'n poc'ora avria l'orecchia offesa. »

La cascata dell'Acquacheta è oggi meta di turismo, sia per il valore letterario del luogo (che rientra nei cosiddetti "parchi letterari"), sia per il suo valore naturalistico, nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna.

Cascata dell'Acquacheta

Nella zona sono stati identificati due distinti siti di interesse comunitario, a seconda della competenza territoriale regionale: Acquacheta (IT4020010) in Emilia-Romagna e Muraglione - Acquacheta (IT1342908) in Toscana.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ IT4080002 - SIC Acquacheta. URL consultato il 26 marzo 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]