Acqua Minerale San Benedetto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acqua Minerale San Benedetto S.p.A.
Logo
Stato Italia Italia
Tipo Società per azioni
Fondazione 1956 a Scorzè
Sede principale Scorzè (VE)
Gruppo Finanziaria San Benedetto S.p.A.
Filiali
  • Acqua di Nepi S.p.A.
  • l'Agua Mineral San Benedetto S.A.
Settore Alimentare
Prodotti
  • Acqua minerale
  • Bibite
Fatturato 859 M[1] (2010)
Utile netto 88.8 M[1] (2010)
Dipendenti 2.500
Slogan «Risorse per la vita»
Sito web www.sanbenedetto.it

L'Acqua Minerale San Benedetto S.p.A. è una società multinazionale italiana del campo delle acque minerali.

Informazioni generali[modifica | modifica wikitesto]

Ha sede a Scorzè, in provincia di Venezia. Si tratta di un territorio ricco di risorgive naturali, e lo stabilimento principale vanta una capacità produttiva di 600.000 pezzi l'ora con oltre 1.000 dipendenti. Appartenente alla famiglia di industriali Zoppas di Conegliano, che diedero inizio all'attività assieme ai fratelli Scattolin, è una delle aziende leader nel suo settore.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'azienda fu fondata il 10 aprile 1956 dai fratelli Bruno e Ermenegildo Scattolin "Vecchiato" a partire da una sorgente che sgorgava nel loro terreno e considerata dagli abitanti del luogo quasi miracolosa per le sue ottime qualità. Fu denominata San Benedetto in riferimento al patrono del paese. Già pochi anni dopo i gravosi oneri finanziari costrinsero gli Scattolin a cedere progressivamente l'azienda ai fratelli Luigi e Francesco Zoppas, proprietari di una nota azienda di elettrodomestici[2].

Sotto questa gestione, la San Benedetto conosce un notevole sviluppo che vede il suo apice negli anni ottanta. L'acqua San Benedetto è la prima azienda italiana a lanciare contenitori in PET a partire dal 1984. Nello stesso anno firma accordi di partnership con altre multinazionali quali Cadbury Schweppes International, Coca-Cola e Pepsi-Cola (1988), espandendo la propria attività anche all'estero (Francia, Unione Sovietica, America Latina, ecc.). Vengono così commercializzati in Italia la gamma di prodotti a marchio Pepsi, Seven Up e Schweppes.

Negli anni novanta, prima in Italia, realizza un impianto d'imbottigliamento asettico ad alta performance per la produzione di bibite non gassate. Nel 1995 viene fondata la Alpe Guizza S.p.A. e viene prodotta l'acqua minerale Guizza Fonte Valle Reale nello stabilimento a Popoli (Pescara). Nel 1997 il nuovo stabilimento di Donato a Biella produce l'acqua minerale Guizza Fonte Caudana. In Spagna, a Valencia, l'Agua Mineral San Benedetto S.A., imbottiglia acqua minerale e bibite a marchio Fuente Primavera consolidando, così, il ruolo sempre più internazionale della San Benedetto. Segue poi nello stesso 1997 l'imbottigliamento e la produzione di acqua minerale di un'azienda della Repubblica Dominicana, Santa Clara C.P.A., di cui San Benedetto detiene una partecipazione.

Nel campo delle bibite raggiunge un accordo con il colosso internazionale Cadbury.

L'azienda produce inoltre le bibite Pepsi per il mercato italiano.

Nel 1998 San Benedetto brevetta il primo tappo "Push&Pull" totalmente asettico e richiudibile andando incontro alle richieste di un mercato ancora più dinamico e che vede i consumi on the go parte integrante del nostro quotidiano.

Nel 2000 nello stabilimento di Popoli viene imbottigliata l'acqua minerale Fonte Primavera, mentre nel 2001 il Gruppo acquisisce il 100% della società Acqua di Nepa S.p.A. (Viterbo) ampliando così la gamma di prodotti con acque effervescenti naturali.

Nel 2001 in collaborazione con Danone, San Benedetto costituisce in Polonia la società Polska Woda e in Ungheria la Magyarviz Kft. Nove anni più tardi il Gruppo San Benedetto acquisterà la quota Danone e sarà l'unico azionista di entrambe le aziende.

Nel 2006 Enrico, Gianfranco, Renzo, Maria Teresa, Sara, Federico e Matteo Zoppas acquistano le quote degli altri membri della famiglia Zoppas, detenendo quindi il 100% della Finanziaria San Benedetto.

Nel 2009 la San Benedetto firma un accordo con il Ministro dell'Ambiente e si impegna nella sua tutela, comportando dunque una fase di ristrutturazione e riorganizzazione interna[3] che comincerà l'anno successivo. Nel 2012 viene lanciato il Progetto EcoGreen che comporta l'utilizzo di una gamma di bottiglie innovative realizzate con plastica rigenerata e con il 100% delle emissioni di CO2 eq compensate.

Tra il 2013 ed il 2015 espande i propri siti in Basilicata, sia attraverso la realizzazione di un nuovo impianto a Viggianello[4], e sia tramite l'acquisizione dello stabilimento già esistente della Fonte Cutolo Rionero in Vulture ad Atella[5].

Nell'impianto di Viggianello, sito nel Parco Nazionale del Pollino, viene imbottigliata l'acqua del fiume Mercure con il marchio San Benedetto - Fonte del Pollino.

Il 18 gennaio 2016 Acqua Minerale San Benedetto e il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare hanno sottoscritto l'impegno reciproco verso la sostenibilità ambientale.

Premi e Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

L'Acqua minerale San Benedetto ha ricevuto il Superior Taste Award 2012, conferitogli dall'Istituto Internazionale del Gusto e della Qualità di Bruxelles (iTQi)[6]

Prodotti[modifica | modifica wikitesto]

Acque Minerali[modifica | modifica wikitesto]

  • San Benedetto (Fonte San Benedetto)
  • San Benedetto Primavera (Fonte Guizza)
  • Guizza (Fonte Guizza)
  • Alpe Guizza (Fonte Caudana)
  • Gran Guizza (Fonte Valle Reale)
  • Primavera di Popoli (Fonte Primavera di Popoli)
  • Acqua di Nepi (Fonte di Nepi)
  • San Benedetto Fonte del Pollino
  • Fonte Cutolo Rionero in Vulture

Bibite gassate e non[modifica | modifica wikitesto]

  • Gassosa San Benedetto
  • Ginger San Benedetto
  • Cedrata San Benedetto
  • Aranciata Sanguinella San Benedetto
  • San Benedetto Baby Drink
  • Aperitivi Ben's
  • Bibite Guizza
  • Schweppes Tonica
  • Canada Dry Cola
  • AquaVitamin
  • San Benedetto Ice Formula Zero
  • Orangina
  • Cipriani Bellini Base
  • Aranciata San Benedetto
  • Spinner cola
  • San Bendetto Thè
  • Ben Cola

Sportdrink[modifica | modifica wikitesto]

  • Energade

Bevande a base di frutta[modifica | modifica wikitesto]

  • Batik
  • San Benedetto Succoso
  • Tropico
  • Baby Bio
  • Oasis

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b San Benedetto: incassa dividendo di 45 mln dall'Olanda (MF), finanza.tgcom.mediaset.it. URL consultato il 27 aprile 2012.
  2. ^ Camillo Pavan, Raici. Storia realtà e prospettive del Radicchio Rosso di Treviso, Treviso, 1992, p. 112.
  3. ^ San Benedetto riparte da Scorzè da La Nuova Venezia del 19 dicembre 2009
  4. ^ San Benedetto acquisisce “Fonte Cutolo Rionero”. Sul mercato le prime bottiglie “Fonte del Pollino” - trmtv, su Trmtv.it. URL consultato il 07 luglio 2015.
  5. ^ Regione Basilicata, su www.regione.basilicata.it. URL consultato il 07 luglio 2015.
  6. ^ iTQi - Awarded products 2012

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]