Malpighia glabra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Acerola)
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Acerola
Malpighia glabra.jpg
Malpighia glabra L.
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Malpighiales
Famiglia Malpighiaceae
Genere Malpighia
Specie M. glabra
Nomenclatura binomiale
Malpighia glabra
L.

L'acerola (Malpighia glabra L. ) è una pianta che cresce spontanea in America centrale e meridionale, soprattutto in Brasile e in Porto Rico. Dopo il frutto di Kakadu (Terminalia ferdinandiana) quello di acerola è il più ricco di vitamina C; contiene inoltre vitamina B6, B1 e A, flavonoidi e minerali (ferro, calcio, fosforo, potassio e magnesio).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Acerola
  • Il frutto di questa pianta, comunemente conosciuto come "ciliegia delle Indie Occidentali" o "ciliegia di Barbados", ha un diametro di 1–2 cm e, pur assomigliando molto alla ciliegia europea, al suo interno presenta degli spicchi, come il mandarino. L'acerola è succosa e morbida. Senza l'aggiunta di zucchero, il gusto è asprigno per l'alto contenuto di vitamina C: infatti mentre le arance forniscono da 500 a 4.000 ppm di vitamina C e del gruppo B, l'acerola in natura raggiunge dai 16.000 ai 172.000 ppm.

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Si può trovare la sua polpa in commercio sotto forma di polvere e di integratori alimentari. Il succo di questo frutto viene comunemente commercializzato in America del Sud, mentre in Europa questo sta avvenendo solamente negli ultimi anni.

Benefici[modifica | modifica wikitesto]

L'acerola è molto ricca di vitamina C, alcune varietà hanno più quantità di vitamina rispetto anche agli agrumi. Come integratore trova largo utilizzo per:

  • Rinforzo del sistema immunitario
  • Prevenzione dell'invecchiamento
  • Prevenzione dei problemi gastrointestinali
  • Supporto cardiaco
  • Supporto ai problemi di tiroide
  • Contribuisce all'assorbimento del ferro
  • Supporta le funzioni cognitive
  • Diminuisce il senso di fame
  • Supporta la vista

Non bisogna assumere troppa acerola, gli esperti raccomandano di non superare i 1500 mg al giorno, poiché troppa vitamina C  può portare a sintomi come mal di testa, bruciori di stomaco, vomito, diarrea, gastrite e crampi addominali, ma anche debolezza, vertigini e vampate improvvise di calore.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Benefici dell'acerola, su ilpianosalute.it.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica