Ace Combat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Logo usato dal 2004 a oggi.

̟Ace Combat (エースコンバット Ēsu Konbatto?, lett. "Combattimento da assi") è una serie di videogiochi per PlayStation, PlayStation 2, PlayStation Portable, Game Boy Advance, Nintendo 3DS, Xbox 360, PlayStation 3 e iPhone/iPod touch sviluppati dalla software house giapponese Namco. Sono simulatori di combattimenti aerei arcade, contenenti battaglie e vicende tratte da guerre realmente accadute, come la Seconda guerra mondiale, la Guerra Fredda e, nel quinto episodio, la Guerra del Golfo. Fino al quarto episodio della serie, non vi sono mai stati riferimenti espliciti a fatti realmente accaduti e le missioni dei capitoli canonici sono ambientate in un mondo fittizio chiamato, sia dai fan, che dagli sviluppatori, Strangereal. A partire da Joint Assault, il resto dei capitoli è ambientato nel mondo reale. La serie è soprattutto conosciuta per la trama, il gameplay e la colonna sonora.

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

La serie al momento comprende diciannove titoli:

Il primo titolo, Air Combat, è separato dal resto della serie in termini di trama, ma ha considerevolmente influenzato il resto della saga. Molte delle missioni e delle idee viste in Air Combat vengono costantemente riproposte in ogni nuovo capitolo, anche se con diversi cambiamenti. L'eredità di Air Combat spazia dalla classica intercettazione di uno stormo di bombardieri B-52 alla distruzione di una fortezza volante, dalla distruzione di una flotta nemica in movimento, all'attacco notturno ad una città occupata dal nemico.

Air Combat ed Ace Combat 2 sono gli unici titoli della saga a possedere una fenice rossa come simbolo. Air Combat è l'unico titolo nel quale gli aerei usati dal giocatore hanno una livrea rossa, bianca e viola, un chiaro riferimento alla fenice. In tutti gli altri AC, infatti, gli aerei hanno livree molto diversificate.

Light Novel[modifica | modifica wikitesto]

Nel 28 marzo 2012 venne pubblicato il primo romanzo della serie chiamato, Ace Combat: Ikaros in the Sky, pubblicato solo dalla ASCII Media Works. Il libro venne scritto da Heijiro Yamamoto, e impreziosito con le illustrazioni dal noto artista Yusuke Kozuki. La trama inizia in Giappone nel 2002, dove la nazione nipponica ha subito un'incursione di più velivoli non identificati. Le circostanze di questo incidente condussero alla nascita dell'ASF, un progetto con l'obiettivo di costruire un nuovo aereo da caccia per la difesa nazionale. Il protagonista della storia è il Tenente Kei Nagase, scelta come pilota di un prototipo dell'ASF, nome in codice Shinden II.

Qualche anno dopo, viene pubblicato un altro romanzo chiamato, Una Colomba blu per la Principessa, scritto da Ellinor Graun e illustrato da Arno Bester, racconto fortemente ispirato allo stesso romanzo che legge Kei Nagase in Ace Combat 5, dove si narra di una Colomba Blu, un uccello gravemente ferito in un non specificato incidente, morente nei pressi del castello di una principessa. Lei si prende cura della colomba riponendola in una gabbia nella sua stanza. La colomba sembra riconoscente delle cure della principessa per cui si affeziona molto alla sua salvatrice.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Con l'eccezione di Joint Assault, Assault Horizon, e Infinity, tutti ambientati nel mondo reale, il franchise si svolge in un mondo simile alla Terra chiamato, Strangereal, con diverse geografie e paesi. Il pianeta però, si trova nello stesso sistema solare della Terra reale, con lo stesso Sole, la Luna e le costellazioni. Una particolare costellazione, Crux, gioca un ruolo importante nella trama di Ace Combat X. Le uniche somiglianze geografiche tra il mondo di Ace Combat e la Terra è che l'Antartide copre tutto il Polo Sud, un arcipelago a forma di Nuova Zelanda si trova nei suoi pressi, ed è presente anche una nazione simile alla Groenlandia, situata a nord, parte del Canada settentrionale. Lo Strangereal inoltre contiene masse terrestri sparse e / o distorte, come ad esempio un Mediterraneo situato nei pressi dell'equatore, le Svalbard e le isole Bretagna a nord. La longitudine per il pianeta si basa su un sistema di 360°, orientato verso ovest.

Sono presenti quattro grandi masse continentali in Strangereal. La maggior parte dei giochi di Ace Combat è separata da diverse grandi oceani e grandi mari, chiamati Osea, Anea, Verusea e Usea. Ace Combat 2, Ace Combat 3 e Ace Combat 04 sono tutti impostati nell'Usea. Ace Combat 6 si svolge in Anea, appena a nord di Verusea. Ace Combat 5 rivela l'intera mappa del mondo di Ace Combat per la prima volta, con la sua grande guerra, la Federazione Oseana e l'Unione delle Repubbliche di Yuktobania, uno di fronte all'altro attraverso l'Oceano. L'Oceano Atlantico è il più grande oceano, toccando Osea, Usea e Verusa. L'Oceano Cascade è il secondo più grande oceano, toccando Osea, Anea e Verusa. L'Oceano Artico copre il Polo Nord e l'Oceano Pacifico si trova sotto l'Oceano Ceres.

Il principale evento storico che si svolge nel mondo Strangereal è la storica caduta del grande asteroide, chiamato Ulisse 1994XF04. La sua scoperta avvenuta nel 1994, condusse alla costruzione di diverse superarmi al fine di eliminare la minaccia di un'estinzione di massa. Una sola arma, la Stonehenge, venne completata e resa operativa in tempo per distruggere l'asteroide, prima del suo arrivo nel 1999. L'asteroide venne soprattutto citato durante gli eventi di Ace Combat 4 e Ace Combat 6.

I cacciabombardieri R-10X Delphinus[modifica | modifica wikitesto]

La serie, R-10X Delphinus, è una linea di cacciabombardieri da combattimento all'avanguardia fittizi presenti del mondo di Ace Combat, e progettata dalla società Neucom Incorporated. Ne esistono solo tre versioni: R-101, R-102 e R-103. Sono contraddistinte dall'appellativo, Delphinus, e dall'identificativo, #X, dove la X rappresenta il numero finale della sigla del caccia. Questa linea di cacciabombardieri è all'avanguardia nel settore delle nuove tecnologie aerodinamiche e propulsive e rappresenta la punta di diamante degli squadroni Neucom. Presenta come tutte le altre serie di velivoli un sistema di pilotaggio COFFIN, per permettere la totale fusione del pilota con i velivoli. È caratterizzata da linee d'ala molto lunghe e strette e da fusoliere allungate e smussate sulle punte. L'ultimo modello della serie presenta inoltre un'innovativa struttura multi-ala che aumenta notevolmente la maneggevolezza in imbardata, rollio e beccheggio. I motori in dotazione ai modelli conferiscono una potenza quasi ineguagliabile, permettendo il raggiungimento di picchi di velocità anche superiori a 4.200 chilometri orari. Questi modelli videro largo impiego nel 2040 dopo lo scoppio della guerra Useana, narrata in Ace Combat 3, dimostrando di essere superiore agli aerei rivali di fascia alta della sua epoca, fino alla fine del conflitto. Armamenti: mitragliatrici pesanti, autocannoni, laser ad impulsi, missili AIM-9X, MATM o Missili a testate multiple, bombe.

Modellini[modifica | modifica wikitesto]

Per la serie Ace Combat sono stati appositamente realizzati dei modellini di aereo. Alla fine del 1990, la ditta, Kit garage Reebhu Club, si è unita alla ditta, Tokiwa Aircraft, per produrre un kit in scala 1:144 del modello, XFA - 27 Phoenix, un aereo presente fin dall'episodio, Ace Combat 2, seguito, nel 1999, dal modellino in resina del velivolo, R-101 Delphinus 2. La ditta giapponese di modellini, Hasegawa, ha venduto a partire dal dicembre 2000, in scala 1:144, il kit del Delphinus 1 e del Delphinus 3. Nel marzo 2006, la Bandai ha prodotto un kit del veivolo, ADF-01 Falken in scala 1:100, presente nell'episodio Ace Combat 5. Successivamente, nel 2007, venne prodotto l'ADFX-02/01 Morgan presente nell'episodio, Ace Combat Zero. Questi kit sono stati venduti al Wonder Festival in Giappone. La produzione è proseguita, nell'aprile 2011, con un F-14, presente nell'episodio Ace Combat 5, in realtà un kit in edizione limitata modellato con una livrea dei Sakura, e un kit simile in scala dell'ASF-X Shinden II seguito, nel mese di luglio 2012, dal modello dell'Assault Horizon.

Nel corso dei mesi Hasegawa ha prodotto i seguenti modelli in scala:

  • 1/72 F-14D Tomcat "Cherry Blossom" (aprile 2011)
  • 1/72 ASF-X Shinden II (luglio 2012)
  • 1/72 F-14D Tomcat "Pumpkin Face" (ottobre 2012)
  • 1/72 ASF-X Shinden II "Kei Nagase Color" (novembre 2012)
  • 1/72 F-22 Mobius 1 (novembre 2013)
  • 1/72 Su-33 Yellow 13 (novembre 2013)
  • 1/72 ASF-X Shinden II "Ridgebacks" (Maggio 2014)
  • 1/72 F-14A Tomcat "Ace Combat Razgriz" (luglio 2014)
  • 1/72 Su-33 Flanker-D "Ace Combat Strigon" (luglio 2014)
  • 1/72 Su-47 Berkut "Ace Combat Grabacr" (novembre 2014)
  • 1/72 F-15E Strike Eagle "Ace Combat Garuda 1" (dicembre 2014)
  • 1/72 F-15C Eagle "Ace Combat Galm 1" (giugno 2015)
  • 1/72 F-15C Eagle "Ace Combat Galm 2" (luglio 2015)
  • 1/72 Su-33 Flanker-D "Ace Combat Scarface" (settembre 2015)
  • 1/72 F-14A Tomcat "Ace Combat Wardog" (dicembre 2015)
  • 1/72 F-4 Phantom "Ace Combat 20th Anniversary" (febbraio 2016)

Anche la Tomytec ha prodotto modellini in scala 1/144:

  • F-15C Galm 1 (ottobre 2013)
  • F-15C Galm 2 (ottobre 2013)
  • F-22 Mobius 1 (febbraio 2014)
  • F-15E Garuda 1 (febbraio 2014)
  • Su-37 Yellow (Autunno 2015)
  • F-4E Mobius 1 (Autunno 2015)

Differenze nei titoli[modifica | modifica wikitesto]

Il primo Ace Combat giapponese venne rinominato in Nord America e in Europa come Air Combat. In Giappone, il quarto capitolo della serie è conosciuto come Ace Combat 04: Shattered Skies (traducibile "cielo in frantumi"), mentre nei territori con codifica colore PAL il gioco è conosciuto come Ace Combat: Distant Thunder (traducibile "tuono lontano"). Un altro cambiamento venne realizzato nella versione spagnola del gioco, essendo rinominato Ace Combat: Trueno de Acero (traducibile "tuono d'acciaio"). Il quinto capitolo del gioco è conosciuto come Ace Combat 5: The Unsung War (traducibile "La guerra sconosciuta"), mentre la versione PAL è stata ribattezzata Ace Combat: Squadron Leader. Nei territori PAL, Ace Combat Zero: The Belkan War aveva una leggera ridenominazione di Ace Combat: The Belkan War, diventando così il primo gioco a non avere un significativo cambio di nome nei territori PAL.

Il cambio di titolo più recente è Ace Combat: Assault Horizon Legacy, che è conosciuto in Giappone come Ace Combat 3D: Cross Rumble ("Rombo incrociato").

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Colonna Sonora di Ace Combat.

La serie di Ace Combat è nota per la sua musica drammatica, in particolare le serie in cui viene usata un'orchestra. Ogni singolo gioco della serie di solito fa uso per sua colonna sonora, di uno stile musicale diverso, inoltre, buona parte delle tracce sembrano aver preso ispirazione da quelle di altri videogiochi o di Anime.

I principali compositori per la colonna sonora del gioco sono Keiki Kobayashi, Tetsukazu Nakanishi, Ryuichi Takada, Junichi Nakatsuru e Hiroshi Okubo.

  • In Air Combat e Ace Combat 2, la musica è molto influenzata dal rock, guadagnando popolarità con gli appassionati del genere.
  • Ace Combat 3, utilizza uno stile di musica elettronica simile a quello del videogioco, Ridge Racer, ma con più attenzione agli strumenti d'atmosfera rispetto alle batterie elettroniche.
  • Ace combat 04, utilizza un mix di orchestra e chitarra, il primo gioco della serie a utilizzare il canto gregoriano, divenuto la norma per i titoli successivi.
  • Ace Combat 5 usa un mix di chitarra, orchestra e musica synth, e dispone della famosa canzone Blurry dei Puddle of Mudd, così come diverse esecuzioni orchestrali della, Warsaw Philharmonic Orchestra.
  • Ace Combat Zero utilizza stili musicali simili ad Ace Combat 04 e Ace Combat 05, ma incorpora un tocco spagnolo attraverso l'uso di chitarra classica, chitarra elettrica e anche chitarra acustica.
  • Ace Combat X usa musica elettronica simile alla musica elettronica di Ace Combat 3, anche se mantiene lo stile dei giochi PlayStation 2.
  • Ace Combat 6 usa perlopiù musica orchestrale, simile allo stile musicale di Ace Combat 5 e Ace Combat Zero. In questi episodi sono presenti, in tutta la partitura, un numero significativamente inferiore di elementi elettronici, tuttavia non sono stati completamente rimossi. Diverse colonne sonore sono state composte dal Trinity Boys Choir e dall'orchestra bulgara.
  • Ace Combat: Joint Assault utilizza alcune brani da titoli precedenti, in particolare i primi per PlayStation 1, con nuove musiche e canzoni composte da Inon Zur, Go Shiina, e Kanako Kakino. Questa è anche la prima volta che la serie usa uno stile di musica orientale e una serie di dubstep mix simile a Tekken.
  • Ace Combat: Assault Horizon riporta la musica in stile rock come nei titoli di PlayStation 1 e si mescola con una musica simile agli episodi di Ace Combat 5 e Ace Combat Zero.
  • Ace Combat: Assault Horizon Legacy utilizza un paio di canzoni da titoli precedenti, degli episodi 2, 3, 4, Zero e 6, ma comprende anche più di 30 canzoni originali composte per il gioco. Lo stile generale si ripartisce equamente tra orchestra, musica elettronica e hard rock.
  • Ace Combat Infinity riutilizza varie musiche dei vecchi capitoli più qualche remix composto per il gioco.
  • Ace Combat 7 utilizza tracce musicali uno uno stile simile ad Ace Combat X per quanto riguarda gli strumenti gli strumenti a percussione, ma mantiene comunque lo sile orchestrale che ha reso nota la serie.

La traccia, The Unsung War, da Ace Combat: Squadron Leader, descrive, sotto forma di musica lirica la leggenda di Razgriz, eseguita dal vivo dall'Eminence Symphony Orchestra durante gli eventi A Night in Fantasia 2005 e A Night in Fantasia 2009 mentre, Zero, da Ace Combat: Zero, utilizza alcuni brami di The Unsung War.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh00002067
Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Videogiochi