Acchiappatopi (DC Comics)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Acchiappatopi
UniversoUniverso DC
Nome orig.Ratcatcher
Lingua orig.Inglese
Alter ego
  • Otis Flannigan
  • Patrick Fitz
  • Sykes
  • Cleo Cazo
Autori
EditoreDC Comics
1ª app.aprile 1988
1ª app. inDetective Comics n.585
Interpretato da
Voci orig.
Voce italianaMassimiliano Alto (The Suicide Squad - Missione suicida)
SessoMaschio
Acchiappatopi II
UniversoDC Extended Universe
Nome orig.Ratcatcher II
Lingua orig.Inglese
Alter egoCleo Cazo
AutoreJames Gunn
EditoreWarner Bros
1ª app.5 agosto 2021
1ª app. inThe Suicide Squad - Missione suicida
Interpretata da
Voce italianaErica Necci
SessoFemmina

«I ratti sono i più infimi e i più disprezzati tra gli animali, amore mio: se hanno uno scopo loro, ce lo abbiamo tutti.»

(Otis Flannigan a sua figlia Cleo Cazo nel flashback del film The Suicide Squad - Missione suicida)

L'Acchiappatopi (Ratcatcher) è un personaggio dei fumetti DC Comics, un criminale nemico ricorrente di Batman.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Lavorando presso l'ufficio d'igiene di Gotham City, Otis Flannigan imparò ad addestrare e a controllare i topi a suo piacimento. Dopo aver ucciso accidentalmente un uomo in una rissa, venne rinchiuso nel penitenziario di Gotham per dieci anni: una volta uscito rapì i quattro funzionari responsabili della sua condanna , tenendoli per cinque anni come prigionieri nelle fogne torturandoli ripetutamente con i suoi roditori. In questo periodo impazzì completamente e assunse l'identità dell'Acchiappatopi. I suoi piani vennero sventati da Batman, che dopo aver trovato il cadavere di uno dei quattro prigionieri lo raggiunse nel suo covo e lo sconfisse.

Tornato in prigione, tentò la fuga utilizzando i suoi topi, ma venne fermato da Dick Grayson, che al tempo indossava il manto dell'uomo pipistrello dopo gli eventi di Batman: Knightfall. Divenuto un nemico ricorrente ma minore dell'uomo pipistrello, Acchiappatopi morì durante gli eventi di Crisi infinita, venendo polverizzato da un'unità OMAC sotto le spoglie di uno dei barboni con cui si era alleato.

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Flannigan è in grado di comunicare e controllare veri e propri eserciti di topi, con i quali può commettere i più svariati misfatti utilizzandoli per attaccare i suoi nemici o rubare vari oggetti.

Egli inoltre ha la completa conoscenza delle fognature di Gotham, tanto da poterle usare come rifugio più volte. Inoltre ha studiato la piantina di Blackgate: in questo modo può usare facilmente i suoi topi per contrabbandare oggetti nella prigione e trovare nuove vie di fuga.

Acchiappatopi usa spesso armi a gas per contrastare i suoi nemici. Non è molto ferrato nel corpo a corpo, venendo sconfitto da Batman con estrema facilità.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

  • La versione femminile di Ratcatcher (noto anche in versione italiana come l'Acchiappatopi II), Cleo Cazo, compare per la prima volta come seconda protagonista nel film del DC Extended Universe The Suicide Squad - Missione suicida, interpretata dall'attrice Daniela Melchior. Taika Waititi ha un cameo nel film come suo padre, il primo Ratcatcher che ha addestrato Cleo da bambina. Nata in Portogallo, Cleo e il padre vissero come barboni addestrando topi per rubare piccoli oggetti: l'uomo crebbe amorevolmente la figlia e la addestrò per succederlo, ma finì col morire di overdose per la sua dipendenza da eroina. Trasferitasi in America Cleo adottò lo pseudonimo Ratcatcher II, venendo arrestata per rapina e finendo nel carcere di Belle Reve insieme al suo animale domestico, il fido topo Sebastian. Reclutata nella Squadra Suicida, Cleo appare come una ragazza solare e estroversa, ma assolutamente inadatta alle pericolose missioni e agli squilibrati criminali che caratterizzano il gruppo: riesce tuttavia a stringere amicizia con quasi tutti i compagni, in particolare il metaumano Polka-Dot Man e l'infantile Re Squalo (che pure aveva provato a mangiarla), sviluppando inoltre un rapporto filiale con il mercenario Bloodsport. Nel corso della missione ella assiste all'omicidio del colonnello Rick Flag da parte di Peacemaker e rischia di essere a sua volta uccisa, venendo salvata da Bloodsport. Nello scontro finale con l'alieno Starro, Cleo assiste alla morte di Polka-Dot Man e rischia di essere a sua volta uccisa venendo nuovamente salvata da Bloodsport: credendo finalmente in sé stessa e ricordando le parole del padre, che le aveva parlato di come anche dei reietti come loro avessero uno scopo, la ragazza riesce ad uccidere l'alieno aizzandoli contro tutti i topi dell'isola di Corto Maltese. Inoltre, grazie all'intervento di Bloodsport, che ricatta Waller con le prove del coinvolgimento americano negli esperimenti su Starro, Cleo viene liberata insieme ai superstiti della missione.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Un personaggio simile di nome Patrick Fitz, alias Ratboy, appare nell'episodio della serie animata Batman of the Future, intitolato "Un mondo sotterraneo".
  • Nella quinta stagione della serie televisiva Gotham vi è un personaggio, Sykes (interpretato da Alex Mor), che nell'aspetto e nel comportamento rimanda fortemente ad Acchiappatopi.
  • Il personaggio compare anche nella serie animata per adulti Harley Quinn.

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

  • Appare nel videogioco Batman: Dark Tomorrow (2003).
  • Nel videogioco Batman: Arkham Asylum (2009), si può sbloccare la sua biografia, risolvendo gli indovinelli dell'Enigmista. Nel seguito Batman: Arkham City in una delle storie sbloccabili con gli indovinelli dell'enigmista si apprende la storia di Acchiappatopi: finito nella città-prigione, egli iniziò a vendere beni di prima necessità ai detenuti, ma venne catturato dagli uomini del Pinguino, deciso a rubargli il buissness, e venne presumibilmente ucciso nel suo locale, l'Iceberg Lounge.