Abell 2218

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Abell 2218
Ammasso di galassie
Abell NGC2218 hst big.jpg
Abell 2218
Dati osservativi
(epoca J2000)
CostellazioneDragone
Ascensione retta16h 35m 54s
Declinazione+66° 13′ 00″
Distanza2,345 miliardi di a.l. (distanza comovente)
(719 milioni pc)
Magnitudine apparente (V)16,95
Redshiftz = 0,1756
Caratteristiche fisiche
TipoAmmasso di galassie
Caratteristiche rilevantiClassificazione di Bautz-Morgan: II; Classe di ricchezza: 4 (numero di galassie: > 10.000)
Mappa di localizzazione
Abell 2218
Draco IAU.svg
Categoria di ammassi di galassie

Coordinate: Carta celeste 16h 35m 54s, +66° 13′ 00″

Abell 2218 è un ammasso di galassie nella costellazione del Dragone alla distanza di 2,345 miliardi di anni luce dalla Terra.

È un ammasso di cospicue dimensioni formato da circa 13.000 galassie. La sua enorme gravità agisce come potente lente gravitazionale[1] che ha permesso di individuare diverse galassie estremamente distanti[2], anche con redshift z > 7[3], tra le quali A2218 z1 (z = 7,5)[4][5] formatasi 750 milioni di anni dopo il Big Bang, la cui immagine ha impiegato 13 miliardi di anni per giungere fino a noi.

L'ammasso Abell 2218 e, nei riquadri, la galassia distante A2218_z1.
L'ammasso Abell 2218 e un'altra galassia distante individuata con la lente gravitazionale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ J.‐P. Kneib, R. S. Ellis e I. Smail, Hubble Space Telescope Observations of the Lensing Cluster Abell 2218, in The Astrophysical Journal, vol. 471, n. 2, 1º gennaio 1996, DOI:10.1086/177995. URL consultato il 17 settembre 2015.
  2. ^ information@eso.org, Gravitational lens helps Hubble and Keck discover galaxy building block, su www.spacetelescope.org. URL consultato il 17 settembre 2015.
  3. ^ Johan Richard, Daniel P. Stark e Richard S. Ellis, A Hubble and Spitzer Space Telescope Survey for Gravitationally Lensed Galaxies: Further Evidence for a Significant Population of Low‐Luminosity Galaxies beyond $z=7$, in The Astrophysical Journal, vol. 685, n. 2, 1º gennaio 2008, DOI:10.1086/591312. URL consultato il 17 settembre 2015.
  4. ^ ESA Science & Technology: Abell 2218_z1 in detail, su sci.esa.int. URL consultato il 17 settembre 2015.
  5. ^ ESA Science & Technology: Lenses galore - Hubble finds large sample of very distant galaxies [heic0814], su sci.esa.int. URL consultato il 17 settembre 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari